Categories In evidenza

Art of Italicus aperitivo challenge 2018

Lo svedese Johan Evers è il “world’s bar artist of the year”

La challenge ideata da ITALICUS®, il rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato all’arte, è giunta alla fase finale a Milano, proclamando il vicintore assoluto. Sul podio anche un’italiana, Erica Rossi, barlady di Rovigo.

Milano, 14 novembre 2018 – ART OF ITALICUS® Aperitivo Challange 2018 ha il suo primo “World’s bar artist of the year”. Johan Evers, bartender di Stoccolma, con il suo cocktail Bergamia ha sbaragliato gli altri nove sfidanti e si è aggiudicato l’ambita opportunità di vivere un’esperienza professionale unica presso il celebre American Bar at Savoy di Londra, che ha vinto il World’s Best Bar a Tales of the Cocktails 2018.

Espressione perfetta del binomio tra tradizione e innovazione, ITALICUS®, il Rosolio di Bergamotto made in Italy che rinnova le più antiche tradizioni dell’aperitivo, ha ideato il contest con lo scopo di premiare i gusti e i profumi dell’aperitivo e di innalzare il cocktail ad una vera e propria forma d’arte liquida.

Pioniere del panorama mixology scandinavo, bar manager e partner del Penny & Bill Bar di Stoccolma, per creare il cocktail Bergamia, Johan evers ha sapientemente dosato il rosolio ITALICUS® con Vermouth Ambrato, bittered apple reduction (prosecco, mele, spezie amare, un tocco di amaro montenegro, acqua, zucchero), lime e prosecco. La sua opera ha convinto la giuria degli esperti guidata da Giuseppe Gallo, ideatore e fondatore di ITALICUS® oltre che personalità di spicco a livello internazionale del bere miscelato, e composta da Alex Kratena, che è stato Head Bartender dell’Artesian di Londra, miglior bartender internazionale nel 2012 e primo per quattro anni consecutivi nei The World’s 50 Best Bar Awards, e Paloma Alos, amministratore delegato di Difford’s Guide.

Il vincitore svedese ha avuto la meglio sugli apprezzati Jérémy Lauilhe, bartender francese, proprietario del Mojo di Dax, secondo classificato con il suo French Art Aperitivo (Italicus, Vermouth La Quintinye Extra Dry, arbusti di genziana homemade, capperi in salamoia, amaro di cardamom) e sull’unica donna tra i partecipanti italiani, Erica Rossi, barlady del Trani Bar di Rovigo, terza classificata con Adagio (cocktail a base di Italicus, Marsala fine secco e frizzante, cordiale ai fiori di tiglio, succo di limoni di Amalfi, vapore di elisir di rugiada). Tanti i paesi da cui sono arrivati gli altri finalisti in gara a Milano nella cornice del PRIMA Comfort Food & Bar: dalla Spagna e Germania al Regno Unito, Paesi Bassi, Grecia, Croazia e Ungheria.

Con l’obiettivo di innovare la tradizione dell’aperito con eccellenza e unicità, incoraggiando lo sviluppo di una forma d’arte tanto inconsueta quanto contemporanea, ART OF ITALICUS® APERITIVO CHALLENGE permette a bartender professionisti di tutta Europa di essere eletti a veri e propri artisti del cocktail e dell’aperitivo, creando nuovi abbinamenti freschi e creativi ma soprattutto realizzando in forma liquida la loro idea di arte.

In pochi minuti, i bartender hanno dovuto preparare per la giuria un cocktail per l’aperitivo che avesse come protagonista ITALICUS®. Con la tipologia di bicchiere, le guarnizioni e l’opzionale abbinamento food hanno dovuto comporre, insieme ai colori e alle linee degli elementi scelti, un vero e proprio piece of art che racchiudesse l’eleganza, lo stile inconfondibile e l’armonia che caratterizzano ITALICUS®.

I bartender hanno presentato la loro creazione ai giurati che hanno assegnato ad ognuna un punteggio sulla base di tre criteri: la precisione del servizio, il gusto e la creatività artistica.

Tra gli altri finalisti di ART OF ITALICUS® Aperitivo Challange 2018: Andrea Melis del Blue Bar at Berkeley di Londra con The stolen bike; il campione greco George Dachretzis con Bacchus; Julia Rahn del Roomers Bar di Francoforte sul Meno con Adele; Daniel Pappa del Paradiso di Barcellona con Espressioni; Janneke Koorn del Noc Noc di Rotterdam con Phi; il campione ungherese Ferenc Matyas Haraszti con Serpent of Italicus, e il croato Jovan Pupovac con L’arte della bellezza.

A proposito di ITALICUS® – Dopo il lancio tra Londra e New York, capitali indiscusse del bere miscelato, ITALICUS®, il Rosolio di Bergamotto made in Italy, sbarca in Italia, dove il rosolio ha una lunghissima tradizione. Se ne trova traccia già nel Rinascimento alla corte di Caterina de’ Medici a Firenze, nell’epoca di Vittorio Emanuele di Savoia, che lo alternava al vermouth, e fin dal 1500 nelle storiche produzioni locali in Piemonte, Campania o Sicilia. Da un’idea di Giuseppe Gallo, che nel corso della sua carriera è stato Global Ambassador per Martini & Rossi e Miglior Brand International Ambassador al Tales of the Cocktail nel 2014, il rosolio viene riproposto, con ITALICUS®, con una ricetta che si adatta ai nostri tempi.

Grazie alla sua unicità, ITALICUS® è già stato protagonista indiscusso di numerosi cocktails: dalla creatività e dall’esperienza dei migliori bartender del mondo sono nati i tre abbinamenti caratteristici di ITALICUS®, che hanno portato nei locali più di tendenza l’ITALICUS SPRITZ, realizzato con ITALICUS® e Prosecco o Champagne; l’IPALICUS®, che nasce dall’abbinamento del rosolio con la birra IPA; e il NEGRONI BIANCO®, dove London Dry Gin e Dry Vermouth si amalgamano perfettamente alle note aromatiche del bergamotto.

A proposito di Giuseppe Gallo – L’idea di creare e lanciare ITALICUS® è di Giuseppe Gallo, una delle figure più autorevoli e rispettate dell’industria del bere miscelato. Rinomato a livello internazionale e riconosciuto per le sue capacità di mixologist, ora Gallo dedica il suo tempo all’educazione e allo sviluppo del marchio all’interno del commercio attraverso ITALSPIRITS. La passione per il patrimonio della cultura del bere italiano lo ha portato a realizzare un sogno: riscoprire la categoria del Rosolio come aperitivo lanciando ITALICUS®

Author Details

Bar Manager – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts – Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Share
Published by
Andrea Marangio
Tags Italicus

Recent Posts

  • Attrezzatura
  • Miscelazione

Come si tiene un strainer Julep?

Esistesse un modo "giusto" o un modo "sbagliato" per tenere il julep strainer? In realtà è una questione di preferenze…

Maggio 24, 2019 12:09 am
  • Interviste

Jim Beam ce ne parla Cristina Folgore, brand ambassador Bacardi Martini

Abbiamo con noi Cristina Folgore brand ambassador Bacardi Martini per il comparto whisky, ci parlerà del Jim Beam e dell'iniziativa…

Maggio 23, 2019 12:01 am
  • Interviste

Intervista ad Alessandro Antonelli – dell’A.Roma Lifestyle Hotel di Roma e del suo Skystars bar.

Ciao Alessandro, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? Come ti sei avvicinato al mondo dei…

Maggio 21, 2019 11:47 pm
  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: B’Art

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 20, 2019 11:24 pm
  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: Caffè Grimaldi

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership conTuscan Spirits. Noi di…

Maggio 20, 2019 11:13 pm
  • Interviste

Intervista a Gabriele Rondani di Rinaldi1957

Intervista in esclusiva a Gabriele Rondani di Rinaldi1957 per BarmanItalia 1 - Ciao Gabriele, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad…

Maggio 19, 2019 11:02 pm

This website uses cookies.