Barman Italia

  • Home
    • Latest News

    • Advertisement
  • Barman

    • IL barman si può definire l’ambasciatore del locale. È inoltre l’amministratore mediatore tra l’azienda e il cliente
  • Cocktails

    • Il settanta percento dei cocktails richiesti nei giorni nostri risale al periodo del proibizionismo in America.

  • Food & Drink

    • Le aziende, nuove tendenze ecc. Essere barman vuol dire anche essere costantemente aggiornato.
  • Media

    • Video corso on line, vi presenteremo dei video dove potrete catturare e capire i passaggi essenziali per la creazione delle bevande miscelate (cocktails).
  • Drink Design

Mar10172017

Last update10:28:54 PM

Abbiamo 57 visitatori e nessun utente online

Back Sei qui: Home Barman Il mondo del bar Attrezzatura Bicchiere da degustazione universale ISO

Bicchiere da degustazione universale ISO

Come abbiamo mostrato in altri articoli, l'importanza fondamentale di un bicchiere da vino sta nella sua capacità di sublimare gli aromi del vino, consentendo di dare una corretta valutazione. Tuttavia, la vasta gamma di forme di bicchieri di vino e il fatto che i produttori costantemente propongono nuove serie di bicchieri in grado di creare una sorta di confusione. 

Il successo del bicchiere ISO si basa su una serie di studi e sperimentazioni che alla fine portarono alla scoperta del bicchiere più adatto per lo sviluppo di aromi. Uno dei più importanti ricercatori coinvolti in questa ricerca è Jules Chauvet, un enologo francese e degustatore della regione Beaujolais. Durante gli anni '50, Chauvet ha elaborato una teoria che il rapporto tra il volume del vino e la sua superficie di contatto con l'aria è direttamente legata allo sviluppo di aromi. Questa teoria ha contribuito molto alla comprensione dell'importanza della forma e volume di un bicchiere di vino, che ha permesso di raggiungere le specifiche del bicchiere ISO. La forma tipica di questo bicchiere è simile a un uovo allungato. Grazie alla sua forma unica e le sue dimensioni precise, consente ai sentori dei vini di crescere ed esprimersi. Una delle altre caratteristiche chiave del bicchiere ISO è di avere una pancia più stretta che permette i sapori di concentrasi in una zona definita. Tuttavia, questa apertura è sufficientemente ampia da consentire al naso di svolgere adeguatamente la sua analisi essenziale olfattiva. Le dimensioni di questo particolare bicchiere è stato definito dalla International Organization for Standardization (ISO) e sono specificati come mostrato nella figura seguente.

Forma del bicchiere ISO
Quando il bicchiere è riempito correttamente, cioè, che contiene una quantità di circa 50 ml vino, crea un emisfero perfetto. La superficie di contatto del vino / aria è in sintonia con il volume di vino nel bicchiere e la quantità di aria presente nel bicchiere, per consentire di sviluppare gli aromi. Questo processo è anche favorita dalla forma delle pareti del vetro, che concentra gli aromi per aprire al naso. Il rapporto tra superficie e volume di vino è stato accuratamente progettato per prevenire lo sviluppo di aromi "grossolane" e dare la priorità ai più raffinati ed eleganti.

Il calice da degustazione ISO, le cui specifiche sono state definite nei primi anni '70, devono essere trasparenti e incolore. Deve essere cristallino (9% di piombo). Le sue dimensioni forniscono un volume compreso tra 210 e 225 ml. Essi devono attenersi strettamente a quelli presentati nel diagramma di cui sopra, vale a dire:
apertura Diametro: 46 mm
palloncino altezza: 100 mm
piedi di altezza: 55 mm
palloncino Diametro: 65 mm
diametro dell'albero del piede: 9 mm
diametro della base della base: 65 mm
Oltre al suo aspetto di vetro trasparente e incolore ISO non sono in possesso di alcuna decorazione. Il suo aspetto dovrebbe essere il più agevole e chiaro possibile in modo da non distrarre il degustatore durante la sua valutazione. Questa proprietà del vetro non può anche distorcere l'aspetto del vino. Questa presentazione del vetro ISO non sarebbe completa senza menzionare i suoi limiti. Non è affatto adatto per la degustazione di vino frizzante. La sua superficie di contatto con l'aria è troppo ampia e non osserva il contenuto di CO2 nel vino. Il risultato è una troppo rapida evacuazione di CO2 (bolle) e la scomparsa di "bordare" di vino. Questo è il motivo per i vini spumanti vengono serviti in flute, il cui diametro stretto mantiene nel vino più CO2.

L'uso del vetro ISO
Dopo aver ben pulito il vostro bicchiere di vino, è possibile utilizzare il seguente modo. La prima cosa da fare prima di utilizzare il bicchiere ISO è verificare che non emetta odore, che è spesso il caso quando si esce da una scatola di cartone. Se un odore inaspettato è percettibile, può essere dissipata dopo il risciacquo con acqua. Si può anche lavare il bicchiere ISO con una piccola quantità di vino, che ha l'effetto di eliminare la maggior parte dei cattivi odori.

Una volta che il vetro è risciacquato e inodore, si può riempire con il vino. La quantità ottimale di vino nel bicchiere è 50ml. Non deve superare i 60 ml se si vuole beneficiare delle proprietà del vetro. Infine, un bicchiere ISO non dovrebbe contenere più di 100 ml di vino: riduce lo sviluppo di aromi e impedisce la corretta gestione del vetro (per ossigenare il vino).

comments

Cocktails

Food & Drink

Media