Girolamo Luxardo

Originario di Genova, Girolamo Luxardo si trasferì con la sua famiglia nella città di Zara nel 1817 come rappresentante consolare del Regno di Sardegna. Zara, una città portuale sulla costa dalmata che ora fa parte della Croazia, fu sotto la sovranità austriaca dopo la caduta della repubblica veneziana nel 1797.

La Dalmazia era l’unico habitat della ciliegia di Marasca fino al XX secolo. Questa ciliegia amara è ideale per la produzione di liquori e per secoli gli agricoltori di Zara hanno prodotto un macerato “rosolio maraschino” dalla ciliegia per cui la città era famosa. La moglie di Luxardo, Maria Canevari, era interessata a questo liquore e iniziò a produrlo a casa. Il suo prodotto fu così apprezzato che nel 1821 suo marito, Girolamo, fondò una distilleria a Zara per produrlo in serie.

Girolamo è diventato il più grande produttore di liquori della regione e ha esportato il suo marchio di liquore al maraschino nei mercati di tutto il mondo. Le colombe viaggiatrici, che usava per l’invio di messaggi, sono diventate un marchio dell’azienda e sono ancora presenti nelle etichette di oggi. Quando Girolamo morì (81 anni) nel 1865, suo figlio, Nicolò, rilevò l’attività.

Nel 1913 la 3a generazione Michelangelo Luxardo costruì una nuova distilleria, una delle più grandi dell’intero impero austro-ungarico. Quindi, alla fine della prima guerra mondiale, Zara fu incorporata nel Regno d’Italia in quanto l’85% della sua popolazione erano italiani.

La compagnia prosperò fino alla seconda guerra mondiale quando, dopo ripetuti bombardamenti anglo-americani del 1943-44, la città e la distilleria furono quasi completamente distrutte. Le truppe tedesche si ritirarono e seguirono l’occupazione dei partigiani comunisti di Tito. La maggior parte della popolazione italiana sopravvissuta fuggì in esilio, ma molti furono uccisi dai partigiani. Purtroppo, gli sfortunati comprendevano Pietro Luxardo e Nicolò II e sua moglie, annegati nell’Adriatico dalle forze di Tito.

Giorgio, l’unico fratello sopravvissuto di quarta generazione, con l’aiuto di Nicolò III (la giovane quinta generazione) ha temporaneamente rifondato l’attività a Venezia prima che Giorgio trovasse la location perfetta a Torreglia, Padova.
I Colli Euganei offrono un clima ideale per la coltivazione delle ciliegie di Marasca, quindi è qui che nel 1947 piantarono il primo frutteto. Oggi quel frutteto vanta 20.000 alberi di ciliegio ed è il luogo in cui l’azienda a conduzione familiare continua a funzionare e prosperare. Ancora oggi Franco svolge un ruolo attivo nel business, ora supportato dalla prossima generazione.

Author Details

Bar Manager – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts – Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Share
Published by
Andrea Marangio
Tags Luxardo

Recent Posts

  • Interviste

Intervista a Gabriele Rondani di Rinaldi1957

Intervista in esclusiva a Gabriele Rondani di Rinaldi1957 per BarmanItalia 1 - Ciao Gabriele, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad…

Maggio 19, 2019 11:02 pm
  • Cocktails Video

Pietrasanta da bere: Bar Avio

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 19, 2019 12:19 am
  • Miscelazione

Il bicchiere highball

Gli highball sono una categoria di cocktail semplice, comunemente con solo due ingredienti: uno spirito e un sodato, serviti in…

Maggio 18, 2019 8:31 am
  • Interviste

Lo scrittore si racconta: intervista a Marco Garino

Ci racconti la tua storia personale, chi è Marco Garino? Sono un intramontabile positivo sempre appassionato per quello che faccio.…

Maggio 16, 2019 11:25 pm
  • mixologist in evidenza

Beerologism, ovvero la sperimentazione della birra a Lovecraft Firenze

Love Craft a Firenze si è affermato così velocemente durante il primo anno d'esistenza da meritarsi già l’appellativo di locale…

Maggio 15, 2019 11:23 pm
  • Miscelazione

Il gusto umami nei cocktails

Umami è una parola giapponese che è stata coniata nel 1908 da un chimico dell'Università di Tokyo chiamato Dr. Kikunae…

Maggio 14, 2019 11:42 pm

This website uses cookies.