Grey Goose

Sette anni fa Bacardi comprò Grey Goose vodka e non se ne sono pentiti.
Per capire esattamente come venne fuori questa marca, è importante tornare agli inizi- dallo stesso Sidney Franc, la sua visione della super premiata vodka, la sua determinazione nel farlo in Francia e la sua missione nel ricercare i migliori ingredienti e le persone abilitate hanno permesso il successo di questa marca.

Franck era un giovane imprenditore che grazie alla sua creatività e furbizia, accumulò tanti soldi, quanto basta per andare all’università di Brown, sebbene i suoi fondi si asciugarono dopo appena un anno.

Mentre era a Brown, chiese sei volte a Louise Rosenstiel di sposarlo e alla fine ci riuscì. Opportunisticamente il padre di Rosentiel era il fondatore di Schenley Distillers – la distilleria più grande di America a quel tempo- quindi Frank non era più un ragazzo di campagna ma il suo matrimonio l’ha spinto nei gradi più alti della società Americana.

Dopo il periodo di successo nella compagnia del suocero, Frank venne buttato fuori nel 1970, giusto per balzare all’indietro e dare avvio ad una sua compagnia due anni dopo, chiamata “Sidney Frank Importing”.
Absolut era molto popolare ma vendeva a soli 15 $ a bottiglia. Frank decise che doveva fare la vodka più buona del mondo, ed era convinto che le persone avrebbero speso anche $30 per bere un super distillato fatto con i migliori ingredienti.

In quel periodo, premium vodka era un’idea rivoluzionaria, e Frank decise di shoccare tutti producendo il sua vodka in Francia invece di Polonia o Russia che sono la patria tradizionale di questo distillato.

Questo non senza ragioni precise, infatti, oltre ad avere numerosi esperti adibiti alla produzione dei liquori, la Francia possedeva pure i migliori frumenti e l’acqua più pura al mondo. Frank capiva perfettamente l’importanza delle persone che assumeva ed egli formò una squadra di specialisti tra cui François Thibault

Thibault ha già collaborato precedentemente con Frank ed era stato a capo della squadra che creò Jacques Cardin. Come Maître di Chai, Thibault era affascinato dalle innovazioni e dalle sperimentazioni nel mondo dei distillati e quando Frank gli suggerì di creare una super premium vodka, Thibault accettò e si assunse tutte le responsabilità nella creazione di Grey Goose.

Frank non si sbagliò e la vendita andò a gonfie vele, tant’è che nel 2004, Bacardi Ltd offrì a Frank $2.4 billioni per comprare Grey Goose e lui accettò.

Ancora oggi, il nome Sidney Frank suscita rispetto nell’industria e lo sarà ancora per lungo tempo. Era un genio del mercato e marcato come eroe da Michel Roux.
Quello che Frank ha lasciato, della quale Bacardi porta Avanti, è un moderno capolavoro nel mondo dei distillati poiché combina insieme l’alta qualità, materie prime di prima scelta e processi di produzione.

PRODUZIONE- Frumento

I frumenti utilizzati nel fare Grey Goose vengono forniti esclusivamente da tre cooperative di agricoltori, e a uno di questi appartiene Marc Egret.
Il quale, ci spiega come un metro di terreno dedito alla coltivazione riesca a produrre solamente una bottiglia di Grey Goose vodka.

FERMENTAZIONE E DISTILLAZIONE

La varietà di frumento utilizzato per fare Grey Goose è Blé Panifiable Supérieur (frumento pianificabile superiore), lo stesso frumento utilizzato per fare I migliori pani e dolci francesi.
Comunque prima di essere adoperato, il frumento viene macinato in farina.

Una volta completato il processo (togliendo ogni impurità) e messo a riposo per 24 ore, viene messo in un macchinario chiamato: Plansichter che trasforma il cereali in finissima farina- perfetta per la fermentazione. Viene aggiunta dell’acqua affinché diventi un impasto, e aggiunti enzimi nella misura necessaria per eliminare l’amido che produce zucchero.

MISCELA E IMBOTTIGLIAMENTO

Il liquore viene trasportato alla distilleria di Gensac e nel tragitto vengono effettuati più di 500 controlli e ora c’è il processo di miscela che porterà all’imbottigliamento.

L’acqua usata per produrre Grey Goose proviene da una sorgente situata vicino all’edificio. Sebbene l’acqua fosse molto “pura”, I minerali in eccesso vanno rimossi così che non rimangano residui o sedimentazioni nel vodka. Non vengono adoperati prodotti chimici per estrarre i minerali, ma l’acqua viene invece demineralizzato con il rovescio di osmosi. Questo lo spinge ad essere pompato in tubi ad una pressione altissima e poi forzato in una membrana selettiva. Le molecole più grandi e gli ioni non sono in grado di passare attraverso le membrane e sono quindi separati dall’acqua ormai demineralizzata.

Quando le molecole dell’acqua e dell’alcol si incontrano, rilasciano dell’energia, ciò significa che la miscela raggiunge temperature di 7°C. viene lasciato per un’ora permettendo all’acqua di fondersi prima che venga agitata e messa attraverso un filtro particolare, che aiuta i due liquidi a prendere forma. Un’altra filtrazione attraverso blocchi di cellulose impregnate con carbonio attivo, migliora l’aspetto “lucido” e splendente del distillato.

Ci sono due line di imbottigliamento: uno per le bottiglie piccole da 500ml e l’altro per quelli grandi.
Come prima cosa, le bottiglie vengono risciacquate con la Grey Goose e poi viene versata dentro.

GREY GOOSE
40% alc./vol.
L’originale Grey Goose vodka senza aroma risale al 1997. Come già detto, questo viene distillato dai frumenti cresciuti a Picardie (nord Francia) usando un processo di distillazione dotato di cinque colonne che produce così un eccezionale distillato puro.

Grey Goose non contiene zucchero, aroma o altri additivi. Viene fatto semplicemente con il frumento fermentato che viene poi distillate, idratato e imbottigliato; il suo aroma e carattere deriva solamente dal frumento, l’acqua primaverile e quei processi tanto curati.

Sapore: Chiaro cristalineo. Il palato pulito ha uno spaccato nota di pepe granulato e un lieve e delicato aroma di anice.

GREY GOOSE LE CITRON

40% alc./vol.
Sono richiesti due distinti processi per produrre l’estratto degli oli essenziali degli agrumi usati nella Grey Goose Le Citron. La prima è basata sulla macerazione di limoni Menton, mentre la seconda si basa sull’estrazione delle essenze dei limoni cresciuti in argentina e Brasile.

I limoni Menton vengono lavati a mano, tagliati e messi in otto pezzi e poi macerate per due settimane, il succo che ne viene fuori ha un sapore unico – floreale e leggermente aspro.

Gli olii essenziali vengono estratti dai limoni raccolti in Argentina e Brasile ruotando delicatamente l’intero limone sopra un piatto di metallo che buca il frutto, rimuove la buccia e lo taglia. Poi il frutto viene spruzzato dall’acqua fretta per rimuovere la delicate essenza intanto che sono freschi.

Gli oli essenziali dei limoni vengono distillati due volte

Sapore: Chiaro cristallino. Meringa di limeno con un leggero aroma di eucalipto.

GREY GOOSE L’ORANGE

40% alc./vol.
Un ulteriore estensione di Grey Goose vodka con la fragranza di arancia debutta in US nel 2000 e in UK nel 2002
Grey Goose L’Orange viene aromatizzato con le essenze d’olio estratti dalla pelle di arance dolci che provengono da Florida, Brasile e Nuova Guinea

Sapore: chiaro cristallino. Floreale e freschezza pulita del sapore di mandarino

GREY GOOSE LA POIRE

40% alc./vol.
l’essenza usata nel Grey Goose La Poire viene prodotta in due processi distinti e poi tutti gli elementi dell’olio prodotto vengono mescolati e filtrati.
Ciò che viene aggiunto è l’essenza è ottenuto dal concentrato di succo e il terzo elemento è basato su un infusione di William pear.

Share
Published by
Andrea Marangio
Tags Grey Goose

Recent Posts

  • Cocktails Video

Pietrasanta da bere: Bar Avio

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 19, 2019 12:19 am
  • Miscelazione

Il bicchiere highball

Gli highball sono una categoria di cocktail semplice, comunemente con solo due ingredienti: uno spirito e un sodato, serviti in…

Maggio 18, 2019 8:31 am
  • Interviste

Lo scrittore si racconta: intervista a Marco Garino

Ci racconti la tua storia personale, chi è Marco Garino? Sono un intramontabile positivo sempre appassionato per quello che faccio.…

Maggio 16, 2019 11:25 pm
  • mixologist in evidenza

Beerologism, ovvero la sperimentazione della birra a Lovecraft Firenze

Love Craft a Firenze si è affermato così velocemente durante il primo anno d'esistenza da meritarsi già l’appellativo di locale…

Maggio 15, 2019 11:23 pm
  • Miscelazione

Il gusto umami nei cocktails

Umami è una parola giapponese che è stata coniata nel 1908 da un chimico dell'Università di Tokyo chiamato Dr. Kikunae…

Maggio 14, 2019 11:42 pm
  • Prodotti

Licor 43

I romani scoprirono il liqvor mirabilis Quando i Romani conquistarono Cartagena, incontrarono il Liqvor Mirabilis (liquido meraviglioso). Un elisir dorato…

Maggio 14, 2019 12:30 am

This website uses cookies.