Categories: Attrezzatura

Manutenzione e uso corretto del coltello

Avete comprato da pochi giorni un coltello di ottima marca e ha già totalmente perso il filo? Il segreto per…

Ottobre 23, 2010 12:30 am

Avete comprato da pochi giorni un coltello di ottima marca e ha già totalmente perso il filo?
Il segreto per mantenere affilati i coltelli è passare la lama all’acciaino per la manutenzione ordinaria.

Come Fare:

Ogni volta che usate un coltello affilato, dopo averlo lavato e asciugato dovreste raddrizzarne il bordo con un “acciaino”: ricordate che usando un acciaino, voi non state affilando il coltello, ma lo state levigando, raddrizzandone il bordo. Levigare un coltello non è difficile…

1
Tenete saldamente l’acciaino nella mano sinistra, leggermente lontano dal corpo. Dovreste inclinarlo verso l’alto, tenendo il gomito flesso. Prendete il coltello nell’altra mano e tenete la base della lama, verso la punta dell’acciaino ad un angolo di circa 20 gradi, con il bordo affilato della lama dalla vostra parte.

2
Tenendo il coltello sempre nella stessa angolazione rispetto all’acciaino, muovete la mano verso il basso e verso di voi, sfregando il bordo della lama lungo l’acciaino. Fate in modo che la punta del coltello finisca per scivolare via dall’acciaino, una volta alla base. Con la pratica eseguirete questo movimento in modo rapido, ma non preoccupatevi se all’inizio sarete lenti.

3
Ripetere il tutto tre o quattro volte con la lama in cima all’acciaino. Per levigare l’altro lato della lama, ripetete il procedimento, questa volta con la lama inclinata verso l’alto sotto l’acciaino, di nuovo a un angolo di 20 gradi. Premete leggermente verso il basso con l’acciaino sulla lama. A parte il cambiamento dell’angolazione della lama contro l’acciaino, tutti i movimenti sono identici al passaggio precedente.


Per la sicurezza durante il taglio dovete tenere ben presente che l’uscita del taglio dev’essere sempre opposta a voi e alle vostre mani.

Per fare le guarnizioni, ovviamente serve un coltello affilato come un rasoio da maneggiare con cura, il miglior sistema per tagliarsi è utilizzare un coltello non affilato che vi costringerà a spingere energicamente per ottenere un taglio molte volte non esatto, al bar si affettano molti agrumi, l’acido citrico corrode il filo della lama che terminato il lavoro va accuratamente sciacquata con acqua corrente, il coltello nuovo è perfettamente bilanciato e tagliente, ogni volta che viene arrotato si sbilancia sempre di più, quando preparate la mise en place delle guarnizioni se possibile fatelo nell’office.

Recent Posts

Chicago Fizz cocktail storia e ricetta

Il Chicago Fizz è un cocktail classico con un'intensa effervescenza, rum scuro e porto…

By

Storia del sifone seltz

Il sifone della soda, o bottiglia di seltzer - è un recipiente a pressione…

By

Storia del protossido di azoto al bar e avvertenze

Sintetizzato dal filosofo e chimico Joseph Priestley nel 1772, il protossido di azoto (E942)…

By

Pink Gin cocktail storia e ricetta

Il cocktail Pink Gin è così chiamato grazie all'Angostura che dona all'ingrediente principale, il…

By

Diego Melorio – Quanto Basta cocktail bar di Lecce

Tra i vicoli del centro storico di Lecce abbiamo incontrato e intervistato Diego Melorio,…

By

The Bearcat cocktail ricetta e storia

The Bearcat Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 3,0 cl Pikesville Rye 1,5 cl…

By