Fondata nel 1715, ultimo anno del regno di Luigi XIV da Jean Martell, l’azienda che porta il suo nome è la più antica e nota tra le più grandi case produttrici di Cognac.
Nato a Jersey (un’isola posta nel Canale della Manica) nel 1694, Jean Martell è stato un membro di una famiglia leader dell’isola, quindi un centro importante per le merci di contrabbando. Aveva 21 anni quando si recò a Cognac nel 1715 per fondare la sua attività di trading brandy, basata inizialmente per l’acquisto di botti di cognac e vini da Borderies da spedire indietro agli acquirenti nelle Isole del Canale, ma anche in l’Olanda, Germania e Scandinavia.

‘Martelle’ La parola si traduce direttamente come ‘martello’ in francese, proveniente dalla parola latina per ‘martulus’ martello.

Jean Martell fece una rapida ascesa nella gerarchia dei mercanti di cognac, è stato molto aiutato da due matrimoni successivi (con le figlie di commercianti leader di cognac, prima Jeanne Brunet e poi, dopo la sua morte, sua cugina, Jean-Rachel Lallemand).

Jean Martell era davvero uno scaltro, uomo industrioso ma la posizione Martell come la casa di cognac più importante al mondo per circa 250 anni è dovuta alla base costruita dal fratello della seconda moglie, Louis Gabriel, un uomo d’affari senza scrupoli che ha rapidamente ampliato l’attività dopo aver assunto il comando dopo un morte di Martell nel 1753, nonostante la società effettivamente fu lasciata alla sua vedova e figli, Jean e Frédéric.

Il Regno Unito è stato un importante mercato di esportazione per Martell, in particolare dopo che la casa ha firmato un accordo esclusivo con l’Inghilterra (Matthew Clark) nel 1810 e alla fine del 20° secolo, Martell ha controllato circa il 40% del mercato totale d’acquavite del Regno Unito.

Un altro cambiamento drastico per Martell arrivò nel 1848 quando la casa ha iniziato ad esportare il suo cognac in bottiglia invece che nei barili.

La lunga relazione tra la casa di Hennessy e Martell è iniziata nel 1795, quando sposò James Hennessy Marthe Martell. Le due case cementato la loro posizione di leader dopo la Rivoluzione francese del 1789 e ha dominato il settore per oltre due secoli. Questo è stato fino al 1922, poco dopo che il governo britannico ha improvvisamente imposto un aumento del dazio del 33% sugli alcolici importati. Anche se l’aumento si è dimostrato di breve durata, l’effetto sulle esportazioni di cognac è stato drammatico. Martell led e Hennessy firmarono un accordo per dividere il commercio di cognac del mondo tra di loro. Fondamentalmente, il mercato inglese è stato assegnato alla Martell mentre l’America è andata a Hennessy. Questo accordo anticoncorrenziale durò fino al 1947.

Nel 1987, Martell aveva scelto di allearsi con il gruppo Seagram, che ha acquistato un 40 percento di quota nella società dal Firino-Martell. Martell si è trovato il bersaglio di una battaglia di acquisizione, come Gran Met (poi divenuto Diageo). Nel 1988, Seagram ha acquisito il controllo completo di Martell.
Fortunatamente, Martell è stato salvato nel 2002, quando i francesi del Gruppo Pernod Ricard, che già deteneva il Biscuit e marchi Renault Cognac, comprarono con circa 7 miliardi dollari Martell (un’offerta congiunta con Diageo) dalla Seagram. Martell rapidamente migliorò sotto la gestione Pernod Ricard, la casa ha iniziato a concentrarsi sulle sue miscele più premium piuttosto che combattere per il prezzo. La strategia di concentrarsi sulla qualità era ovviamente buona, Martell registrò una crescita del +12% delle vendite.

Share
Published by
Andrea Marangio
Tags Cognac Martell storia

Recent Posts

  • Attrezzatura
  • Miscelazione

Come si tiene un strainer Julep?

Esistesse un modo "giusto" o un modo "sbagliato" per tenere il julep strainer? In realtà è una questione di preferenze…

Maggio 24, 2019 12:09 am
  • Interviste

Jim Beam ce ne parla Cristina Folgore, brand ambassador Bacardi Martini

Abbiamo con noi Cristina Folgore brand ambassador Bacardi Martini per il comparto whisky, ci parlerà del Jim Beam e dell'iniziativa…

Maggio 23, 2019 12:01 am
  • Interviste

Intervista ad Alessandro Antonelli – dell’A.Roma Lifestyle Hotel di Roma e del suo Skystars bar.

Ciao Alessandro, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? Come ti sei avvicinato al mondo dei…

Maggio 21, 2019 11:47 pm
  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: B’Art

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 20, 2019 11:24 pm
  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: Caffè Grimaldi

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership conTuscan Spirits. Noi di…

Maggio 20, 2019 11:13 pm
  • Interviste

Intervista a Gabriele Rondani di Rinaldi1957

Intervista in esclusiva a Gabriele Rondani di Rinaldi1957 per BarmanItalia 1 - Ciao Gabriele, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad…

Maggio 19, 2019 11:02 pm

This website uses cookies.