Tecnica classica di miscelazione “throwing”

///Tecnica classica di miscelazione “throwing”

Tecnica classica di miscelazione “throwing”

Una tecnica classica di miscelazione “throwing” forse il modo più comune per mescolare le bevande nei bar dalla fine del 1700 alla metà del 1800 quando lo shaker è diventato uno standard.
I mixing glasses di miscelazione leggermente oversize con beccuccio sono i migliori. Per iniziare costruire la bevanda con ghiaccio in un mixing glass. Mettere un julep strainer. Tenere un mixing glass vuoto accanto al pieno. Versare da uno all’altro, costantemente aumentando la distanza tra i due sollevando il pieno e abbassando il vuoto.

Una volta che il flusso di liquido sarà ossigenato, versare nuovamente il liquido sul ghiaccio senza estendere la distanza tra i mixing glass, adesso il tiro viene eseguito solo dal bicchiere col ghiaccio verso il mixing glass senza ghiaccio. Quindi ripetere il lancio tre quattro volte. Il ghiaccio non lascia mai il mixing glass, dovrebbe essere trattenuto saldamente dal filtro julep per tutto il processo di lancio.

Con la pratica, è possibile aumentare la distanza del lancio.

Questa tecnica sta in questi ultimi anni tornando alla ribalta. Esso tuttavia presenta  molte lacune. Oltre ad essere troppo laborioso non fredda correttamente il cocktail (particolare fondamentale per la riuscita di un buon cocktail), inoltre inutile visto che abbiamo strumenti e metodologie già collaudate che vanno benissimo, se lo facciamo per metterci alla luce abbiamo sbagliato tutto poiché il protagonista o meglio i protagonisti devono essere i clienti e non i barman.

2012-06-25T22:15:15+00:00Giugno 25th, 2012|Miscelazione|0 Comments

Leave A Comment

error: Contenuti protetti !!