Categories Prodotti

Worcestershire Sauce

La storia di Lea & Perrins la famosa Worcestershire Sauce ® inizia nei primi anni del 1800, nella contea di Worcester. Tornando a casa dai suoi viaggi nel Bengala, Lord Sandys, un nobile della zona, era desideroso di duplicare una ricetta che aveva acquisito.
Su richiesta del Signore Sandys, due chimici John Lea e William Perrins costituirono il primo lotto della salsa.

Lea e Perrins non sono stati colpiti dai loro primi risultati. La coppia ha trovato il gusto sgradevole, e semplicemente lasciarono i barattoli nella loro cantina a prendere polvere. Pochi anni dopo, imbattuti in quei barattoli decideranno di assaggiare il contenuto. Per la loro gioia, il processo di invecchiamento aveva trasformato il contenuto in una deliziosa salsa.

Presto Mr.Lea e il signor Perrins iniziato l’imbottigliamento della loro miscela speciale di aceti e condimenti. Senza alcun tipo di pubblicità, nel giro di pochi anni, era conosciuta e ambita nelle cucine di tutta Europa.

Nel 1839, John Duncan, un imprenditore di New York, ha ordinato una piccola quantità di Lea & Perrins salsa Worcestershire. Nel giro di pochi anni Duncan stava importando grandi spedizioni incapaci di tenere il passo con la domanda.

Il segreto del loro successo

A questo giorno, la ricetta rimane un segreto gelosamente custodito, e solo pochi privilegiati conosce gli ingredienti esatti, ma consiste fondamentalmente in: acciughe in salamoia, tamarindi in melassa e aglio, peperoncini in aceto, i chiodi di garofano, scalogno e zucchero.  Per proteggere la salsa da imitatori, il famoso Lea & Perrins Signature ® è stata messa sull’etichetta della bottiglia, così come appare oggi. Lea & Perrins rimane fedele allo spirito della ricetta originale, unendo ingredienti provenienti da tutto il mondo, la salsa è invecchiata in botti di legno per 18 mesi per un sapore più morbido.

Share
Published by
Andrea Marangio
Tags ingredienti storia Worcestershire Sauce

Recent Posts

  • Interviste

Intervista a Gabriele Rondani di Rinaldi1957

Intervista in esclusiva a Gabriele Rondani di Rinaldi1957 per BarmanItalia 1 - Ciao Gabriele, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad…

Maggio 19, 2019 11:02 pm
  • Cocktails Video

Pietrasanta da bere: Bar Avio

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 19, 2019 12:19 am
  • Miscelazione

Il bicchiere highball

Gli highball sono una categoria di cocktail semplice, comunemente con solo due ingredienti: uno spirito e un sodato, serviti in…

Maggio 18, 2019 8:31 am
  • Interviste

Lo scrittore si racconta: intervista a Marco Garino

Ci racconti la tua storia personale, chi è Marco Garino? Sono un intramontabile positivo sempre appassionato per quello che faccio.…

Maggio 16, 2019 11:25 pm
  • mixologist in evidenza

Beerologism, ovvero la sperimentazione della birra a Lovecraft Firenze

Love Craft a Firenze si è affermato così velocemente durante il primo anno d'esistenza da meritarsi già l’appellativo di locale…

Maggio 15, 2019 11:23 pm
  • Miscelazione

Il gusto umami nei cocktails

Umami è una parola giapponese che è stata coniata nel 1908 da un chimico dell'Università di Tokyo chiamato Dr. Kikunae…

Maggio 14, 2019 11:42 pm

This website uses cookies.