Categories: Merceologia

Acqua di fiori d’arancio

Lo spirito distillato di fiori d'arancio è uno di quei rari ingredienti utilizzati nei cocktail, che probabilmente dovrebbe ricevere più…

Maggio 25, 2012 12:08 am
Lo spirito distillato di fiori d’arancio è uno di quei rari ingredienti utilizzati nei cocktail, che probabilmente dovrebbe ricevere più attenzione. Ci sono pochi cocktail che utilizzano l’acqua di fiori d’arancio, il più comune è l’Ramos Gin Fizz,ma ci sono un sacco di cocktail veramente popolari che utilizzano questo ingrediente.
Questo è a meno che naturalmente si include cocktail che utilizzano l’orzata vera e propria, perché l’orzata include l’acqua di fiori d’arancio. Possiamo aggiungere qualche cocktail più popolare alla lista, tra cui il Mai Tai e un sacco di bevande Tiki. Una delle ragioni per cui questo ingrediente non viene utilizzato di più è perché la gente non sa molto su di esso, quindi cerchiamo di colmare le lacune.

In genere, si trovano due tipi di acqua di fiori d’arancio, a volte chiamati orange flower water oppure orange blossom water. Il primo è di origine orientale e centrale è piuttosto comune. L’altra è di origine francese ed è quello più comunemente usato nei cocktail. Il marchio piu ‘diffusa è A.Monteux. Ci sono alcune differenze tra i due che faranno la differenza nel vostro cocktail.

La A. Monteux orange flower water dalla Francia ha un profumo molto floreale, quasi come un profumo. È dolce al naso con sentori di agrumi. Il sapore è leggermente dolce e sapori come il suo aroma. Vi è un accenno di gusti arancia. In sostanza, se si dovesse mangiare assomiglierebbe a un petalo del fiore.

In Medio Oriente è orange flower water dal Libano è identificato come orange blossom water. Al naso è decisamente più agrumato, come l’arancia e terrosità. Il sapore è terrestre e sottilmente medicinale (in senso buono) senza alcuna amarezza. Non c’è dolcezza sulla lingua. È unico e si differenzia al fiore d’arancio A. Monteux.

Per i nostri scopi, la versione dalla Francia è la migliore per i cocktail. La versione francese è migliore, perché davvero non si sta tentando di aggiungere molto sapore al cocktail, è soprattutto per aroma.

Così, con un piccolo aiuto da acqua di fiori d’arancio, è possibile il fattore aroma su un cocktail. Tuttavia, usare solo una o due gocce di questo prodotto dona un profumo molto forte. Proprio come quando qualcuno viene cosparso di profumo, di più non è sempre meglio. Inoltre, una goccia o due è improbabile che cambi il profilo aromatico del vostro cocktail. Acqua di fiori d’arancio e altre acque floreali donano ai baristi più opzioni quando si creano ottimi cocktail. La combinazione di gusto, consistenza e aroma sono ciò che davvero fa un buon drink.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Agot: il primo whisky single malt prodotto nei paesi baschi

È il primo whisky single malt spagnolo elaborato in maniera artigianale. Agot è nato…

By

la Sardegna ospita i Campionati Italiani Barman Professionisti

Quinta edizione dell'unica manifestazione che presenta il km zero sia del food che del…

By

The Twentieth Century Cocktail: storia e ricetta

The Twentieth Century Cocktail prende il nome dal treno del ventesimo secolo che collegava…

By

Stravecchio XO: il cuore del tempo

Milano, 13 novembre 2019 – Fratelli Branca Distillerie presenta Stravecchio Branca XO, il brandy…

By

16 novembre Carpano partecipa a “Il Vermouth di Torino… a Torino”

Milano, 12 novembre 2019 – Come padre e rappresentante storico della categoria, Carpano non…

By

La barlady Selia Bugallo vince Art of Italicus Aperitivo Challenge 2019

La challenge ideata da ITALICUS®, Rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato…

By

This website uses cookies.