Categories: mixologist in evidenza

Alessandro Bernardo

Città natale: Belvedere Marittimo (Cs) Nazionalità: Italia Compleanno: 06/03/1976 Dove lavori: Grande Hotel Diana Majestic in Diano Marina ( Im…

Febbraio 5, 2018 10:25 pm

Città natale: Belvedere Marittimo (Cs)

Nazionalità: Italia

Compleanno: 06/03/1976

Dove lavori: Grande Hotel Diana Majestic in Diano Marina ( Im )

Da quanti anni fai il Bartending: circa venti anni

Cocktail preferito: Americano

E-mail bernardoale76@libero.it

Signature Cocktail:

LIBANO

Ingredienti:

3/10 gin Poli Marconi 46

7/10 cedrata Tassoni

1/3 succo lime

Preparazione:

Bicchiere Balloon, inserire nel bicchiere 5/6 cubetti ghiaccio succo lime, gin, tassoni

Decorazione: spirale lime

Bar ideale
Locale tipo American Bar con assortimenti di Gin, grappe, rum, con la possibilità di offrire la degustazione di varie fragranze di cioccolato fondente e pasticceria. Sicuramente la possibilità di preparare Coktails ever time

Andrea Marangio

Bar Manager – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts - Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Tags: genziana

Suze bitter

Nel 1885 Fernand Moureaux ereditò una distilleria di famiglia a Maisons-Alfort. Per salvare la…

By

Come preparare un ottimo Bronx cocktail

Il cocktail Bronx è una semplice variazione di un Perfect Martini che aggiunge il…

By

Guests Complain: Come recuperare da un disastro.

Tutte le attività legate all'ospitalità non riusciranno a servire efficacemente tutti i loro clienti.…

By

Tre domande a Giorgio Vicario

Intervista esclusiva a BarmanItalia a Giorgio Vicario bar manager del Beere&Mangiare di Roma Raccontaci…

By

Panaché e Radler, cocktail con la birra

Origini: Panaché una bevanda popolare francese, è una semplicemente una combinazione di una birra…

By

Pisco peruviano vs cileno: prove d’assaggio con Francesco Guetta

"Dopo il successo della Florence Pisco Week mi sono detto: perché non dedicare una…

By