Categories: Prodotti

Amaretto Disaronno

La sua origine risale al’600 ed è legata al nome del famoso pittore lombardo Bernardino Luini. La leggenda vuole che…

Dicembre 3, 2010 7:48 pm
Amaretto disaronno
La sua origine risale al’600 ed è legata al nome del famoso pittore lombardo Bernardino Luini.
La leggenda vuole che Luini si trovasse a fare degli affreschi nel santuario di Saronno, alloggiando in una locanda gestita da una bella vedova. Naturalmente qualsiasi pittore davanti una bellezza femminile è ispirato alla creazione del ritratto, e così fù. La  vedova per sdebitarsi con il maestro non disponendo di denaro, prese dei noccioli di albicocca  e li mise a macerare in acquavite. Così dopo un po’ poté offrire al Luini un regalo originale, un boccale di liquore ambrato e originale di notevole finezza e delicatezza.
L’Amaretto Disaronno è un liquore da desser, spesso usato nella miscelazione, apprezzato in tutto il mondo.
È prodotto dalla “ILLVA di Saronno” in provincia di Varese.
Super User

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

16 novembre Carpano partecipa a “Il Vermouth di Torino… a Torino”

Milano, 12 novembre 2019 – Come padre e rappresentante storico della categoria, Carpano non…

By

La barlady Selia Bugallo vince Art of Italicus Aperitivo Challenge 2019

La challenge ideata da ITALICUS®, Rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato…

By

Tre domande a Gianluca Di Giorgio

Intervista esclusiva per BarmanItalia a Gianluca Di Giorgio, bar manager del Lamo (Milano) Raccontaci…

By

Guida definitiva: come fare un Martini Cocktail.

In questa guida vi elencheremo i punti essenziali per ottenere un Martini Cocktail perfetto.…

By

Vermouth Mulassano storia e uso nei cocktails

I Vermouth Mulassano - come potrebbe rivelare il nome - provengono dall'Italia. Dalla città…

By

Storia della bottiglietta del Campari Soda

Da giovane artista futurista italiano, Fortunato Depero esplodeva di creatività quando, nel 1915, annunciò…

By

This website uses cookies.