Categories: Merceologia

Barbanera cocktail al rum e polvere da sparo

Molto prima che il capitano Jack Sparrow arrivasse sul grande schermo, c'era Barbanera - l'originale pirata cattivo del Mar dei…

Novembre 24, 2019 1:33 am

Molto prima che il capitano Jack Sparrow arrivasse sul grande schermo, c’era Barbanera – l’originale pirata cattivo del Mar dei Caraibi.

Oltre ai suoi omonimi peli sul viso, l’irritato pirata del 18° secolo era famoso per aver impiegato una serie di tattiche stravaganti per intimidire i suoi nemici. Tra questi c’erano le micce dei cannoni sotto il cappello, il che faceva sembrare che la sua testa fosse in fiamme e, a quanto pare, stringeva sulla mano cocktail con rum e polvere da sparo, che sorseggiava prima di imbarcarsi sulle navi nemiche. La bizzarra miscela era una forma unica di coraggio olandese e un tentativo deliberato di rafforzare la sua folle reputazione.

Nota bene: la polvere da sparo è nociva per la salute, è composta da carbone, zolfo e salnitro.

Ma l’usanza di aggiungere polvere da sparo all’alcool in realtà precede Barbanera di circa 100 anni.

La pratica nacque e divenne popolare nel 1600, in un’epoca in cui i soldati della Royal Navy britannica venivano regolarmente pagati in rum piuttosto che in denaro. Un gruppo scettico di marinai hanno deciso di escogitare un modo per assicurarsi che i loro datori di lavoro non annacquassero il loro rum.

Alla fine hanno avuto l’idea di mescolare polvere da sparo e rum e dargli fuoco. Se la soluzione si accendeva, era la “prova” che lo spirito era sufficientemente alcolico. Altrimenti, beh … diciamo solo che non vorresti essere il capitano di quella nave!

Tuttavia, il consumo di rum e polvere da sparo non era limitato ai mari. Negli anni successivi alla morte di Barbanera, il cocktail si fece strada in riti e religioni nelle vicine isole dei Caraibi, in particolare la Giamaica.

Durante la ribellione di Tacky, un’importante rivolta di schiavi in ​​Giamaica nel 1760, i guerrieri si prepararono alla battaglia bevendo rum mescolato con polvere da sparo, sporcizia e piuttosto raccapricciante, sangue. Più tardi, nel 1865, quando Paul Bogle guidò la rivolta contadina di Morant Bay, i funzionari delle forze dell’ordine catturati furono costretti a consumare bevande simili a dimostrazione di lealtà verso i ribelli. Il rituale divenne persino parte della religione locale di Obeah.

Al giorno d’oggi, non è necessario essere un pirata, un ribelle o un praticante religioso per godersi la bevanda preferita di Barbanera. Coloro che sperano di bere come un pirata all’interno dei confini della propria casa (e della sicurezza personale) devono semplicemente mettere le mani su una bottiglia di Smoke & Oakum’s Gunpowder Rum.

La miscela ispirata a Barbanera è intrisa di peperoni, calumet “tabacco” – un sostituto senza nicotina dei nativi americani – e autentica polvere da sparo nera. La sporcizia e il sangue sono stati fortunatamente omessi.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail

 Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail Head Mixologist Connaught Bar Londra Cocktail: Number 11…

By

This website uses cookies.