Categories: La professione

Bartending: il maestro

Ho bisogno di un maestro? Perché è così importante avere un mentore che ti guida in questo capitolo speciale della…

Agosto 20, 2018 11:18 pm
Bartending: il maestro

Ho bisogno di un maestro?

Perché è così importante avere un mentore che ti guida in questo capitolo speciale della tua carriera professionale? Iniziare un lavoro di bartending senza esperienza può essere molto intimidatorio. Un mentore ti metterà sulla giusta strada e ti darà il giusto approccio. Ora, cosa significa esattamente questo? Fondamentalmente un mentore ti darà una buona visione del settore che altrimenti otterresti solo con anni di esperienza. Avere un buon mentore ti aiuterà a impegnarti a rispettare gli standard di servizio e i metodi corretti. Il modo migliore per migliorare rapidamente le tue prestazioni dietro il bar è imparare dai tuoi errori. Un mentore sarà in grado di individuarli facilmente e condividere ciò di cui hai bisogno per lavorare.

Inoltre, i mentori possono aiutarti a mettere in rete e trovare un lavoro in una sede che corrisponde alle tue aspettative e personalità. Un buon allenatore ti darà prospettiva e stabilità: quando ti senti sopraffatto puoi ottenere supporto da loro ma metteranno a dura prova le tue abilità e pazienza. Sarai sfidato a provare cose che non avresti mai saputo di poter fare. Avere un mentore ti aiuterà sicuramente ad accelerare la tua carriera e ti aiuterà ad avere una buona comprensione del settore dell’ospitalità, offrendoti un grande vantaggio quando fai domanda per il tuo prossimo lavoro.

Quali tratti dovrebbe avere un buon mentore?
Per essere un buon mentore è importante capire che ogni persona impara in modo diverso. Dovrebbe essere l’ambizione di ogni allenatore di fornire uno spazio sicuro per imparare, sperimentare e porre qualsiasi tipo di domanda. Invece di cercare di spingere lo studente in una certa direzione, un buon mentore dovrebbe avere la capacità di ispirare, di accendere veramente la tua passione e di guidare dal fronte. Inoltre, un buon mentore ti insegnerà ad essere umile. È molto facile per un giovane barman diventare eccessivamente sicuro di sé. Per crescere costantemente è importante interiorizzare che ci saranno sempre nuove cose da imparare. Nel caso in cui sei abbastanza fortunato da avere un mentore, assicurati di assimilare la loro saggezza, impara dalla loro esperienza e sii aperto al loro feedback!

Potenzia la tua conoscenza
Quali altri modi ci sono per accelerare la tua carriera di barman quando non hai molta esperienza? Cosa ti aiuterà ad ampliare il tuo orizzonte e migliorare il tuo set di abilità? Il punto più importante è probabilmente la pratica. Ottenere il maggior numero di ore pratiche dietro il bar ti aiuterà a migliorare rapidamente la tua esperienza. È fondamentale essere curiosi e cercare di assorbire più informazioni possibili. Ci sono molti modi per farlo: leggere libri, guardare film, parlare con le persone e lavorare in posti diversi, provare diversi stili di bar. La parte più importante è non scendere a compromessi. Dopo un pò avrai un’idea di quello che ti piace e questo è esattamente quello su cui ti dovresti concentrare. Seguire la tua vera passione ti darà soddisfazione nel lavoro e questo è il vantaggio più prezioso per essere bravo in quello che fai.

Infine, è sempre una buona idea predeterminare dove vuoi andare e semplicemente annotare i tuoi obiettivi per essere in grado di misurare il tuo successo e tenere a mente il quadro più ampio. Ci saranno giorni in cui le cose non funzioneranno come previsto o mancherai solo creatività. Non aver paura di abbandonare quello che stai facendo per un paio d’ore o addirittura un giorno per tornare al compito con una nuova testa.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

16 novembre Carpano partecipa a “Il Vermouth di Torino… a Torino”

Milano, 12 novembre 2019 – Come padre e rappresentante storico della categoria, Carpano non…

By

La barlady Selia Bugallo vince Art of Italicus Aperitivo Challenge 2019

La challenge ideata da ITALICUS®, Rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato…

By

Tre domande a Gianluca Di Giorgio

Intervista esclusiva per BarmanItalia a Gianluca Di Giorgio, bar manager del Lamo (Milano) Raccontaci…

By

Guida definitiva: come fare un Martini Cocktail.

In questa guida vi elencheremo i punti essenziali per ottenere un Martini Cocktail perfetto.…

By

Vermouth Mulassano storia e uso nei cocktails

I Vermouth Mulassano - come potrebbe rivelare il nome - provengono dall'Italia. Dalla città…

By

Storia della bottiglietta del Campari Soda

Da giovane artista futurista italiano, Fortunato Depero esplodeva di creatività quando, nel 1915, annunciò…

By

This website uses cookies.