Categories: La professione

Bere alcolici dietro il bar

Possiamo chiamarlo un rischio professionale o semplicemente parte integrante del business, ma molti dei barman più esperti di oggi sono…

Gennaio 2, 2019 11:24 pm

Possiamo chiamarlo un rischio professionale o semplicemente parte integrante del business, ma molti dei barman più esperti di oggi sono cresciuti bevendo sul posto di lavoro.

Ma come l’industria e i suoi professionisti sono maturati, così le politiche dei bar sul bere dietro le quinte. Molti non tollerano il consumo di alcolici durante il servizio, mentre altri perdonano il consumo moderato.

Quali sono i segnali che hai esagerato?

Se arrivi alla fine del turno e non riesci a svolgere i compiti più semplici come pulire il bar o preparare per il giorno successivo, sei andato troppo oltre.

Pensi che sarai più estroverso e più sciolto se hai bevuto qualche drink e puoi tenerlo sotto controllo? Se si beve durante il servizio, soprattutto in un bar ad alto volume, pensa due volte a combinare il bere e il lavoro, sono a rischio la sicurezza, la reputazione e il tuo lavoro.

Parte di questo cambiamento è l’evoluzione del settore che si sta prendendo più sul serio, il che significa trattare il lavoro come se fosse un normale lavoro d’ufficio.

Quando lavori, sono affari tuoi! Non ti presenteresti al tuo lavoro di contabilità con un Martini o con i postumi di una sbornia tre giorni alla settimana. Saresti licenziato.

Una volta che la rinascita del cocktail è avvenuta, molti di noi sono diventati davvero seri, passando dal barman da discoteca alla gestione completa del bar. Non abbiamo più tempo per avere dei postumi di una sbornia.

La politica del settore turistico dà il tono per cui sei qui per lavorare. Questo è un vero lavoro, con aspettative e standard reali. Vogliamo prenderci cura dei nostri ospiti e concentrarci sulle loro esperienze, e non possiamo farlo in uno stato mentale alterato.

Inoltre, rende l’ambiente di lavoro più sicuro e più salutare per tutti.

Andrea marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.