Categories: Prodotti

Bombay Sapphire East

Ci sono stati un sacco di cambiamenti nel mercato del gin nel corso degli ultimi anni, con un sacco di…

Settembre 3, 2013 5:46 am
Ci sono stati un sacco di cambiamenti nel mercato del gin nel corso degli ultimi anni, con un sacco di nuove aggiunte, sapori e stili. Forse la più significativa aggiunta alla categoria è la classe di gin che ricadono sotto la voce di Nuovi Gins americani.

Questi gin spesso tirano da una miscela botanica diversa da quella tradizionale London Dry Gin, con una forte attenzione ai sapori al di là del ginepro.

Molte delle principali società di gin hanno risposto a questo paesaggio in espansione con nuove offerte che prevedono una più ampia gamma di sapori. Bombay Sapphire è stata una delle prime voci in questo paesaggio di espansione. Mentre è un London Dry Gin, è stato progettato per essere più leggero e più morbido per un crossover dei bevitori di vodka che stanno scoprendo il gin. Bombay Sapphire si adatta anche molto bene nelle bevande che beneficiano di un gin meno assertivo, come il Tom Collins o Red Snapper. Bombay Sapphire è stato un tale successo che ha praticamente superato l’originale Bombay London Gin.

Bombay Sapphire Gin East (42%vol) è un’estensione interessante nella Bombay Sapphire brand. È dotato di tutti i vegetali provenienti da Bombay Sapphire (ginepro, grani del paradiso, scorza di limone, semi di coriandolo, radice di angelica, mandorle, giaggiolo e liquirizia) con l’aggiunta di lemongrass thailandese e dal gusto speziato del pepe nero di una particolare zona del Vietnam.

I sapori in questo gin sono abbastanza morbidi e sottili, non c’è niente di troppo assertivo o aggressivo nel mix. La finitura del Bombay Sapphire East è un pò più singolare del Bombay Sapphire.

Bombay Sapphire continua ad abitare uno spazio importante nel mercato del gin, lanciato nei mercati di prova negli Stati Uniti nel 2011, la prima linea di estensione da Bombay Sapphire nella sua storia (in oltre 25 anni). La qualità di Bombay Sapphire East è stata riconosciuta da medaglie d’oro nel 2012 San Francisco World Spirits Competition e il 2012 International Spirits Challenge.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente, cocktail designer e menù, promotore per aziende. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Gabriele Tammaro ci racconta la sua esperienza al mondiale IBA

Ciao Gabriele, ci racconti brevemente la tua carriera fino ad oggi? Ho iniziato nel…

By

Dry Martini cocktail? Risponde Lucio D’Orsi del Dry Martini Sorrento

Lucio D’Orsi, classe 1979, è oggi l’anima del Majestic Palace Hotel di Sorrento. Lo…

By

Intervista a Marco Macelloni del Franklin 33 di Lucca.

Incontriamo Marco comproprietario del Franklin 33 di Lucca, Marco ci parla della sua esperienza…

By

Intervista a Luca Angeli Bar Manager del Four Seasons Milano

Luca Angeli, cosmopolita per lavoro ma molto attaccato alla sua città di origine, Carrara,…

By

Intervista a Carola Abrate bartender a La Drogheria e Work travel

Ciao Carola, ci racconti brevemente la tua carriera fino ad oggi. Ciao Andrea! innanzitutto,…

By

Cosa sono i Tiki? Carriero Elis esperto internazionale risponde

I Tiki in questo momento sono cocktails sulla bocca di tutti i bartender professionisti,…

By

This website uses cookies.