Categories: Merceologia

Bourbon e Rye, quali sono le differenze?

Il Whiskey ha continuato a crescere in popolarità nel corso degli anni e non sembra che questa tendenza cambierà presto.…

Agosto 5, 2019 10:42 pm

Il Whiskey ha continuato a crescere in popolarità nel corso degli anni e non sembra che questa tendenza cambierà presto. Di conseguenza, il Rye Whiskey è tornato dalla quasi estinzione per diventare uno degli stili più ricercati di Whiskey nei bar.

In questo post ci concentreremo su alcune delle differenze tra il Bourbon e il Rye Whiskey.

Regolamenti riguardanti la produzione di bourbon:
Deve essere realizzato all’interno degli Stati Uniti. Uno dei malintesi più comuni sul Bourbon è che deve essere fatto nella Bourbon County.

Deve essere costituito dal 51% di mais e il 49% restante può essere composto da altri cereali.

Deve essere invecchiato in nuovissime botti di rovere americano carbonizzate.

Non può mai essere distillato con un ABV superiore all’80%

Quando entra nella botte per l’invecchiamento, non può essere superiore a una gradazione del 62,5% di ABV

Quando entra nella bottiglia, deve avere almeno il 40% di ABV.

Non dimenticare che il 49% può essere composto da altri cereali, i più comuni sono di segale e grano.

Regolamento per la produzione Rye Whisk(e)y:
Molte delle regole per la produzione sono simili a quelle di bourbon.

Deve essere costituito dal 51% di segale e il resto può essere composto da altri cereali.

Deve essere invecchiato in nuovissime botti di rovere americano carbonizzate.

Per la distillazione si applicano gli stessi limiti superiori del bourbon, non superiori all’80% di ABV

Si applicano anche le stesse regole per l’immissione dei barili, non superiore al 62,5% di ABV.

Per essere considerato Rye Whiskey, tuttavia, non deve essere prodotto negli Stati Uniti. Il Canada ha in realtà una lunga tradizione nell’uso della segale nel suo whisky

Il Canada ha le proprie regole per quanto riguarda la produzione di Rye Whiskey, in realtà è più una mancanza di regole che domina la produzione di rye canadese. Non ci sono standard per quanto riguarda il contenuto minimo di Rye nel Whisky, né per quanto riguarda l’invecchiamento.

Differenze di gusto:
Ci sono alcune generalizzazioni che possono essere fatte durante la degustazione di Bourbon e Rye:

Il Bourbon tende ad essere più pieno nel corpo, più ricco e ci sono note più concentrate di vaniglia, spezie da forno e caramello.

La segale tende ad essere più secca, più focalizzata sull’aspetto vegetale della segale e quasi sempre dominata dalle spezie.

Il rye canadese tende ad essere più morbido e leggero, con un pizzico di piccantezza data dalla segale.

Quando si preparano cocktail classici, provare a usare il Rye come whisky preferito, dato che era lo stile più popolare di whisky fino al divieto. Dopo il divieto, lo stile più dolce di Bourbon divenne il whisky più ricercato e il Rye iniziò a retrocedere in fondo alla categoria.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Etichetta: champagne e prosecco: da Brut a Doux

Champagne Da dove viene la dolcezza dello champagne? il termine "Brut" è semplicemente un…

By

Bacardi Martini presenta tre drink inverno 2019

Bacardi Martini accoglie l'inverno 2019 con tre drink pensati ad hoc per la stagione…

By

Guida definitiva: la storia del rum

Le persone associano innumerevoli idee romantiche riguardo al rum. I tropici e le spiagge…

By

De Kuyper una grande storia di famiglia

I profumi di ginepro, chiodi di garofano, liquirizia e arancia essiccata riempiono l'aria, nell'infuso…

By

Cos’è Aguardiente? Storia e produzione

Dire che gli indiani nativi delle Americhe avevano abitudini alimentari misteriose è un'eufemismo. L'aguardiente…

By

FIB: I barman della Basilicata campioni d’Italia

  È lucano il cocktail a km zero più buono d'Italia premiato a Cagliari,…

By

This website uses cookies.