Categories: Laboratorio

Cocktails affinati in botti

I clienti sono abituati ad aspettare pochi minuti per un drink. Tuttavia, per l'ultima innovazione in bevande d’elite dovrà attendere…

Settembre 16, 2010 11:28 am

I clienti sono abituati ad aspettare pochi minuti per un drink. Tuttavia, per l’ultima innovazione in bevande d’elite dovrà attendere circa sei settimane.
Nei bar da San Francisco a Boston sono stati serviti cocktail invecchiato in botti. Sono esattamente come suonano cocktails invecchiati, come il vino o whisky. C’è chi prepara il Negroni, il Cocktail Martini o un ottimo Manhattan invecchiato 2 mesi.

Le botti conferiscono al whisky sapore e tutti i suoi colori. Così anche sui cocktails, il legno conferisce aromi di vaniglia, caramello e alcune note speziate.
La tendenza prese slancio la scorsa primavera dopo che la barista Morgenthaler Jeffrey di Portland, Oregon, pubblicò esperimenti con bevande invecchiate in botti, e alcune ricette nel suo blog (jeffreymorgenthaaler.com).

La quale dice:
“Abbiamo solo il Negroni nel menu, devo anticipare quanto ne venderò nei prossimi due mesi”.
Cosa si ottiene con il tempo e la pazienza?
Il Negroni è più morbido, note di gusto più maturo e più profondo. E un cocktail da bere lentamente.

Ecco alcune ricette:

Negroni
128 oz (circa cinque bottiglie da 750ml) dry gin
128 oz vermouth dolce
128 oz Campari
Mescolate insieme gli ingredienti (senza ghiaccio) e versare in una botte di rovere di tre litri. Lasciare riposare per 5-7 settimane e versare in bottiglie di vetro fino al momento di servire.

Manhattan
256 oz (circa dieci bottiglie da 750 ml) whisky di segale
128 oz (circa cinque bottiglie da 750 ml) vermouth dolce
Angostura 7 oz
Mescolate insieme gli ingredienti (senza ghiaccio) e versare in una botte di rovere di tre litri (io preferisco un barile che ha precedentemente memorizzato Sherry, Madeira, o vino di Porto). Lasciare riposare per 5-7 settimane e versare in bottiglie di vetro fino al momento di servire.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail

 Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail Head Mixologist Connaught Bar Londra Cocktail: Number 11…

By

This website uses cookies.