Categories: Miscelazione

Cocktails preparati a casa

Avete mai fatto un cocktail per voi e altri amici a casa vostra? Qual è stato il risultato? Il fai…

Ottobre 16, 2016 10:57 pm

Avete mai fatto un cocktail per voi e altri amici a casa vostra? Qual è stato il risultato? Il fai da te per i cocktails non è quasi mai una buona idea. Mentre per la cucina o altre questioni potete avere qualche possibilità per il bere non è così semplice come sembra.

Quello che vogliamo dire è che anche un semplice Gin Tonic preparato a casa NON È UGUALE a quello preso al bar anche se usaste gli stessi prodotti con le stesse dosi. Il motivo? Semplice vi manca un ingrediente IL GHIACCIO quello giusto però cioè quello prodotto da una formaghiaccio professionale, la quale produce un ghiaccio molecolarmente diverso rispetto a quello prodotto per congelamento. Infatti il primo sarà un ghiaccio che fredderà di più e più a lungo con meno diluizione, mentre il secondo quello di casa, non fredderà abbastanza e annacquerà il drink. Risultato? meglio non pensarci.

Possibili soluzioni?

1) chiedete del ghiaccio al vostro bar di fiducia (quello buono si intende)
2) Compratelo in media costa euro 2,50 al kilo
3) mettete tutto in congelatore compresi i bicchieri e poi preparate il cocktail come da ricetta ma con ingredienti ben freddi.
4) secondo noi la soluzione migliore uscite andate al bar chiedete il vostro drink e magari conoscerete anche altre persone con cui dividere il vostro tempo.

Il ghiaccio del bar è insostituibile anche per una semplice Coca Cola, poiché il ghiaccio è ingrediente quindi modifica il gusto di qualsiasi bevanda.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail

 Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail Head Mixologist Connaught Bar Londra Cocktail: Number 11…

By

Differenza tra Oxymel e Shrub

L'abitudine di bere aceto è vecchia quanto l'aceto stesso. I babilonesi, gli egiziani lo…

By

Lucio D’Orsi: Estli Maya cocktail

Per la rubrica Cocktail Designer vi presentiamo un cocktail di Lucio D’Orsi, Dry Martini…

By

This website uses cookies.