Come fare uno shrub di barbabietola

shrub di barbabietola

Con il cambio delle stagioni, ecco come preparare uno shrub di barbabietola usando il metodo a freddo e successivamente usarlo nei cocktail.

Negli ultimi tempi gli shrub stanno godendo una rinascita nel mondo dei cocktail e di conseguenza nei migliori cocktail bar di tutto il mondo.

Gli shrub non sono difficili da realizzare e usano gli ingredienti che si trovano comunemente nella cucina. La combinazione di prodotti con zucchero e aceto porta al drink un equilibrio di dolcezza e acidità. Se non hai familiarità con gli shrub, ecco un primer riguardo gli shrub.

La barbabietola ha un caratteristico sapore terroso con una nota salata che si sposa bene con questa categoria di cocktail. Alcune ricette per lo shrub di barbabietola richiedono un processo a caldo che comporta la cottura della barbabietola tagliata nello sciroppo fino a quando non si ammorbidisce, quindi aggiunta di aceto. Questa ricetta utilizza il metodo del processo a freddo in cui la barbabietola è combinata con lo zucchero durante la notte, una forma liquida e poi l’aggiunta di aceto. Poiché le barbabietole non sono cotte, il sapore è un pò più terroso e vegetale.

Lo shrub di barbabietola aggiunge un colore vibrante e una terrosità al cocktail. Va bene con una larga varietà di alcolici in particolare gin, whisky di segale, mezcal e tequila. Lo shrub di barbabietola può anche essere usato come ingrediente in cocktail analcolici come ad esempio allungato con acqua gassata e guarnito con la scorza di lime.

Ricetta con barbabietola rossa

Ingredienti

1 barbabietola rossa grande (o 2 medie), sbucciata e tagliata a cubetti
1 tazza di zucchero semolato bianco
1 cucchiaino di pepe nero intero
1 pizzico di sale
3/4 di tazza di aceto di sidro di mele
1 cucchiaio di aceto balsamico

Attrezzatura

Un vasetto di vetro piuttosto grande con un coperchio
colino fine
un panno di stoffa
bottiglia di vetro pulita con coperchio

Metodo

In un barattolo di vetro, aggiungere la barbabietola sbucciata e tritata, il sale, il pepe intero e lo zucchero. Mescola bene la miscela, copri e lascia in frigo per 24 ore.

Il giorno dopo, togli il barattolo dal frigo, mescola il composto e aggiungi il sidro di mele e aceto balsamico. Mescola ancora e metti in frigo per 48 ore. Dare un leggero scuotimento al barattolo ogni giorno, assaggiando se lo si desidera.

Utilizzando un colino fine rivestito con un panno di stoffa, filtrare lo shrub e scartare i solidi. Imbottiglia e lascialo in frigo per 7 giorni affinché i sapori si sviluppino.

Author Details

Bar Manager – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts – Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Share
Published by
Andrea Marangio
Tags Shrub

Recent Posts

  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: B’Art

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 20, 2019 11:24 pm
  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: Caffè Grimaldi

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership conTuscan Spirits. Noi di…

Maggio 20, 2019 11:13 pm
  • Interviste

Intervista a Gabriele Rondani di Rinaldi1957

Intervista in esclusiva a Gabriele Rondani di Rinaldi1957 per BarmanItalia 1 - Ciao Gabriele, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad…

Maggio 19, 2019 11:02 pm
  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: Bar Avio

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 19, 2019 12:19 am
  • Miscelazione

Il bicchiere highball

Gli highball sono una categoria di cocktail semplice, comunemente con solo due ingredienti: uno spirito e un sodato, serviti in…

Maggio 18, 2019 8:31 am
  • Interviste

Lo scrittore si racconta: intervista a Marco Garino

Ci racconti la tua storia personale, chi è Marco Garino? Sono un intramontabile positivo sempre appassionato per quello che faccio.…

Maggio 16, 2019 11:25 pm

This website uses cookies.