Categories: Miscelazione

Come girare il ghiaccio nel mixing glass

L'agitazione è il modo più semplice per mescolare un cocktail. Potresti non pensare troppo a una tecnica usata per mescolare…

Ottobre 18, 2013 8:09 am
mixing glass

L’agitazione è il modo più semplice per mescolare un cocktail. Potresti non pensare troppo a una tecnica usata per mescolare una tazza di tè o anche una pentola di vernice, ma i cocktail meritano un pò più di riverenza.

C’è un grande dibattito tra i barmen riguardo alla migliore tecnica da usare per mescolare, con alcuni che preferiscono il vetro al metallo. Gli esperimenti scientifici di Dave Arnold, con sede a New York, dimostrano che il metallo si riscalda e si raffredda rapidamente e in tal modo consuma una minima energia, quindi ha poco effetto sulla temperatura del cocktail finito.

Al contrario, i bicchieri di miscelazione di vetro pesante hanno più massa termica, quindi assorbono più energia dalla bevanda che viene miscelata. Più sono pesanti, più energia assorbiranno. Il pre-raffreddamento o il congelamento di tali bicchieri attenua questo effetto e secondo Dave, “li rende buoni come o meglio dello shaker di metallo non refrigerato”.

I mixing glass sono disponibili in una moltitudine di forme e dimensioni e tenendo conto di quanto sopra, i pesanti bicchieri di vetro giapponese mantenuti in un frigorifero o congelatore sono ora preferiti nella maggior parte dei bar di alto livello.

Ci sono quasi tanti diversi stili di bar spoon sul mercato alcuni hanno gambi a spirale, altri hanno estremità piatte e altre estremità a forcella a tre punte. La cosa fondamentale è che il tuo cucchiaio abbia un gambo lungo così che raggiunga la base del vetro permettendoti di tenere comodamente il gambo alto sopra il vetro.

il movimento (la spinta) proviene unicamente dal polso, mentre il cucchiaino gira morbido (ma guidato) tra le dita. Attenzione non sono le dita che fanno girare il ghiaccio è il polso, girando con il polso otteniamo un senso rotatorio fluido e continuo, girandolo con le dita no. Possiamo dire giriamo il ghiaccio e il cucchiaino contemporaneamente, precisamente giriamo un cubetto di ghiaccio che gira tutto.

Nel video sottostante abbiamo rallentato l’azione per far capire meglio quanto spiegato sopra, è piuttosto importante avere piena padronanza della gestualità tecnica per ovvi motivi.
Imparare correttamente a girare il ghiaccio non è difficile mediamente basta 1/2 ora di tempo (non consecutiva).

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.