Categories: La professione

Come riuscire a vendere cocktail creativi

Hai molto da dare. Puoi pestare, scuotere, mescolare, filtrare, infondere e improvvisare. Puoi versare classici e signature cocktail, ma non…

2 Agosto, 2018 11:58 pm
cocktail creativi

Hai molto da dare. Puoi pestare, scuotere, mescolare, filtrare, infondere e improvvisare. Puoi versare classici e signature cocktail, ma non se nessuno li ordina.
Forse sei in un bar dove ogni drink ordinato ha un “e” dentro, e non intendo Smith and Wesson o Dark ‘N’ Stormy. Se devi versare un altro Rum E Coca o una birra, forse verresti nasconderti nella lavastoviglie.

Precisazione
Il barman non serve cocktails ma il cliente (come abbiamo già detto) ma è anche vero che preparare un ricco ventaglio di cocktails ci conferma che stiamo facendo un buon lavoro, in quanto riusciamo a ispirare fiducia al cliente.

Come puoi convincere i tuoi clienti a creare qualcosa di speciale?
Una volta che le persone vedono bevande interessanti su tavoli e vassoi, inizieranno a chiedere: “Che cos’è?”. Si incuriosiranno. Allora diventeranno interessati a nuove proposte.
Allora ti lasceranno essere te stesso.

Quindi come fai a far girare la ruota?

1. Saltare sulla “Pausa”
Quando chiedi agli ospiti cosa vogliono da bere ed esitano, sii pronto ad intervenire. Poni domande importanti.
Questa è la tua occasione per portarli un pò fuori dalla loro zona di comfort. Assolutamente non dire: “Bene, fammi sapere quando decidi”. Aiutali a decidere.
Se esiti quando esitano, probabilmente ordineranno la stessa Vodka E Lemon.

2. Sii pronto alle delusioni
Stai prendendoti dei rischi qui. Se non piace cosa hai preparato, togli subito dal conto il cocktail. Nessuno paga per un drink che non gli piace, specialmente se fosse stata una tua idea. Potresti chiedere perdono piuttosto che il loro permesso. Ma non temere. Farai in modo che molte persone siano piacevolmente sorprese e felici di pagare qualcosa di unico.

3. L’erbe fresche sono buone quando sono mature. Ma pochi giorni dopo sembrano un inferno. Prendi una pianta aromatica nel vaso e il prodotto è sempre in attesa con la massima freschezza. Nessuno spreco se non lo usi. Le persone la noteranno e chiederanno e sarai pronto a rispondere.
Puoi trovare un amante del whisky per un Mint Julep? Dannatamente giusto.
Riuscirai a convertire un bevitore di rum e coca in Mojito?
La menta va bene con gin, bevande calde e molto altro. E ha un buon odore. Le persone lo noteranno.

4. Chimica
Questa è chimica. Questa è un’esperienza sperimentale. Costruisci ricordi e ricette allo stesso tempo.
Quando realizzi qualcosa di personalizzato per qualcuno, inizia senza esagerare. Metti insieme due cose, falle assaggiare e chiedi: “Di cosa ha bisogno?” Forse qualcosa di dolce o aspro. Forse qualcosa per tagliare il morso dell’alcol.
Passo dopo passo, troverai il perfetto equilibrio e fan.
Non dare un menu ai tuoi clienti. Costruisci le bevande insieme a loro. Quando fai qualcosa di speciale a un’ospite piace. Diventerà il loro nuovo drink. E possono averlo solo da te.
Compilate una mezza dozzina di questi drink e avrete un menu stagionale. Quanto è bello presentarsi in un bar e un drink che hai aiutato a creare è sul nuovo menù? Questo è un momento di “Norma!” Che ricorderanno sempre.

5. Sii riconoscente
Troppi baristi alzano gli occhi per prendere in mano il muddler o fare qualcosa di più complesso di un Screwdriver. Ciò ha reso le persone timide di ordinare qualsiasi cosa creativa.
Aggiungeranno un timido “se non ti dispiace” a qualsiasi richiesta di creatività.
Assicurati di far capire che sei estasiato per essere invitato a esprimere te stesso. Fare un cocktail artigianale è molto più piacevole di un altro whisky con ghiaccio.
Assicurati di ringraziarli per averti dato l’opportunità, così lo faranno ancora e ancora, domani e la prossima settimana.

8. Sii paziente
La tua postazione non passerà in picchiata ad un laboratorio di cocktail all’avanguardia durante una notte. Probabilmente cambierà solo un pò. Molti clienti non cambieranno mai e va bene così.
Hai bisogno tutti: bevitori tradizionalisti e consumatori di mentalità aperta. Tutti i loro soldi sono buoni. Un grande bar è uno stufato di molte persone diverse.
Non far sentire mai nessuno come se la loro bevanda fosse inferiore perché non è elegante. Poco a poco, ciò che verserai cambierà. I clienti regolari chiederanno “quella cosa al pompelmo che mi hai fatto l’ultima volta”. I nuovi clienti entreranno una volta, provano qualcosa di nuovo e porteranno alcuni amici la prossima settimana. Anche i clienti che sono bloccati nel loro solito, riconosceranno che puoi miscelare qualsiasi cosa.
Puoi cambiare le aspettative. Sei stato assunto in un posto noto per un’atmosfera rilassata, birra fredda. Con un pò di pazienza, iniziativa e creatività si potrebbe semplicemente trasformarlo in un luogo noto anche per cocktail personalizzati con l’anima.
Mantieni ciò che è buono, ma aggiungi una nuova svolta.
Buona fortuna a carpire la tua dimensione.

Andrea Marangio

HAI BISOGNO DI UN ESPERTO? Contattaci: Whatsapp: 3480046467 email: supporto@barmanitalia.it Oppure entra nel nostri gruppi WhatsApp

Recent Posts

Naked And Famous storia e ricetta

I nuovi cocktail nascono spesso come riff di vecchi classici, ma la carta genealogica…

By

Spicy Fifty cocktail storia e ricetta

Con un curriculum che vanta esperienza nella creazione di cocktails per presidenti e reali,…

By

Fernandito cocktail storia e ricetta

Fernando, Fernandito, Fefi o semplicemente Fernet e Coca è una bevanda tipica e semplice…

By

Trinidad Sour storia e ricetta

Il Trinidad Sour è stato inventato dal barman newyorkese Giuseppe González al Clover Club…

By

Tipperary cocktail storia e ricetta

La storia dietro questo elegante drink, che è apparso per la prima volta nel…

By

Nuove competenze ambientali per i bartender

Crediamo sia l'ora di imporre un nuovo standard per i barman. Il covid19 che…

By

This website uses cookies.