Categories: La professione

Come scrivere un Curriculum Vitae d’impatto: i consigli più utili

Che si tratti di un periodo post-laurea, successivo ad un corso formativo o qualsiasi altra situazione, è sempre un buon…

Dicembre 21, 2018 11:46 pm
Cv Wizard

Che si tratti di un periodo post-laurea, successivo ad un corso formativo o qualsiasi altra situazione, è sempre un buon momento per rinnovare il proprio Curriculum Vitae e soprattutto consegnarlo per candidarsi a posizioni lavorative vacanti. La stesura di questo documento non può essere compiuta alla cieca, ma deve seguire alcuni consigli di fondamentale importanza.

Non esiste il un Curriculum Vitae d’esempio perfetto, il modello di riferimento assoluto, questo è chiaro: esistono però accorgimenti da seguire alla lettera, anche in fase di colloquio professionale. Vediamo quali nello specifico.

La costruzione del Curriculum Vitae: i consigli più utili

Prima di partecipare al colloquio di assunzione, ovviamente, bisogna proporre il CV al datore di lavoro, il quale darà una lettura approfondita al documento. Ecco alcuni consigli preziosi per la stesura vera e propria:

L’enfasi sul raggiungimento di obiettivi. Il punto più importante del vostro Curriculum Vitae è sicuramente rappresentato dalle esperienze pregresse, su cui i datori di lavoro punteranno l’attenzione. E’ bene, in merito, evidenziare sì le vostre esperienze, ma con enfasi particolare sugli obiettivi raggiunti.

Spiegateli in maniera chiara, utilizzando se possibile un linguaggio che rimanda alla crescita personale.
Quantificate le vostre responsabilità. Se avete ricoperto ruoli di particolare importanza, quantificate le cifre raggiunte per i vostri obiettivi. Percentuali di crescita economica, tassi di aumento/riduzione, cifre di assunzione: sono piccoli elementi, ma di natura estremamente tecnica e che restituiscono un’immagine molto professionale.

Indicizzate il vostro Curriculum Vitae. È un consiglio sia di natura grafica, sia contenutistica. Cercate di creare un CV in sintonia con il lavoro per cui vi state candidando. Per il lato grafico utilizzate colori e setting consoni, mentre per i contenuti utilizzate ad esempio parole chiave inerenti.

Rendetelo di facile lettura. La facilità di lettura è uno dei consigli più generici, ma al contempo più importanti per la stesura di un ottimo Curriculum Vitae. Dovrete renderlo il più possibile leggero, facilmente leggibile e fruibile, in quanto il datore di lavoro non spenderà più di qualche minuto sul vostro CV.

E al colloquio di lavoro?

Il colloquio di lavoro rappresenta lo step successivo all’invio del Curriculum Vitae. Nel caso in cui esso venga valutato positivamente, infatti, si deve passare per l’intervista professionale.

Anzitutto, un consiglio non banale è quello di prepararsi già in anticipo alcune possibili domande e risposte. Siate pronti a rispondere anche a domande molto approfondite. Prepararsi in anticipo vi porterà a sapere già cosa dire, evitando così eventuali pause imbarazzanti e controproducenti.

È importante poi mantenere un portamento sereno e collaborativo. La serenità letteralmente si legge nel viso di una persona, ed è un aspetto che piace in modo particolare agli intervistatori in quanto favorisce un ricambio di fiducia.

A tal proposito, dimostrate entusiasmo e intraprendenza. Dimostrate di essere in grado di poter prendere parte a quella posizione lavorativa, ma soprattutto dimostrate ottimismo e lungimiranza, due cosiddette soft skills sempre più richieste nel mondo del lavoro!

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

16 novembre Carpano partecipa a “Il Vermouth di Torino… a Torino”

Milano, 12 novembre 2019 – Come padre e rappresentante storico della categoria, Carpano non…

By

La barlady Selia Bugallo vince Art of Italicus Aperitivo Challenge 2019

La challenge ideata da ITALICUS®, Rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato…

By

Tre domande a Gianluca Di Giorgio

Intervista esclusiva per BarmanItalia a Gianluca Di Giorgio, bar manager del Lamo (Milano) Raccontaci…

By

Guida definitiva: come fare un Martini Cocktail.

In questa guida vi elencheremo i punti essenziali per ottenere un Martini Cocktail perfetto.…

By

Vermouth Mulassano storia e uso nei cocktails

I Vermouth Mulassano - come potrebbe rivelare il nome - provengono dall'Italia. Dalla città…

By

Storia della bottiglietta del Campari Soda

Da giovane artista futurista italiano, Fortunato Depero esplodeva di creatività quando, nel 1915, annunciò…

By

This website uses cookies.