Categories: mixologist in evidenza

Dal Forte al Perù, il trionfo del Pisco firmato Omar Caceres

Tre cocktail intriganti, lo stesso squisito denominatore comune: il Pisco. Forte dei Marmi e il Perù non sono mai stati…

Luglio 6, 2019 11:37 pm

Tre cocktail intriganti, lo stesso squisito denominatore comune: il Pisco. Forte dei Marmi e il Perù non sono mai stati così vicini, e il grande merito va sicuramente all’eclettico barman Omar Caceres. Nato e cresciuto a Lima, arrivato in Toscana dieci anni fa e protagonista oggi a suon di shaker e strainer su una delle terrazze più belle e riconosciute della Versilia: quella del “67 Sky Lounge Bar”, all’“Hotel Principe Forte dei Marmi” (struttura Cinque Stelle L).

La miglior location, baciata dal sole e cullata dalle onde del mare, per una delle tante serate a tema mixology organizzate quest’estate. Con un’attenzione speciale ai nuovi trend italiani, senza però dimenticare – come si potrebbe? – le origini e le radici del suo abile bartender. È proprio così che è nata la proposta di “Discovering Perù”, un progetto di ricerca enogastronomica che BarmanItalia ha avuto il piacere di conoscere e degustare in prima persona. I sapori, gli aromi e i colori andini, presentati e raccontati nel dettaglio da Omar Caceres. Un percorso misto tra assaggi della cucina tradizionale quali ceviche, spiedino di tacchino e patate dolci e cocktail, tutti rigorosamente a base Pisco (bevanda nazionale in Perù e in Cile).

A partire, ovviamente, dal celebre Pisco Sour”, il drink noto in tutto il mondo per la sua freschezza e la sua eleganza, preparato con Pisco, limone e zucchero. Con un tocco di classe finale, così come nei suoi due fratelli: l’utilizzo dell’acquafaba per realizzare la spuma al posto dell’albume d’uovo. Poi, è stata la volta del “Perigonio”, il cocktail della casa che in questi ultimi mesi ha fatto appassionare versiliesi e turisti provenienti da ogni angolo del globo. La ricetta? Pisco, infuso allo zafferano, limone, sciroppo d’arancia e Aperol. Una creazione – saranno i suoi toni arancioni o la sua leggerezza pur con un gusto marcato – che si sposa davvero alla perfezione col calore e le sfumature nel cielo della golden hour. Dulcis in fundo, l’“Exotic Pisco Sour”, una particolare rivisitazione del “Pisco Sour” realizzata con Pisco Mosto Verde, sciroppo di guava, frutto del drago, limone e bitter al rocoto. Un sorso dolce ed esotico, coinvolgente e mai noioso.

“Discovering Perù” è così un viaggio che abbatte le barriere e i confini, un concept rilassante, originale e istruttivo. Per un autentico trionfo della filosofia fusion latinoamericana-italiana firmata Omar Caceres e dell’intero “67 Sky Lounge Bar”, pronto a deliziare i palati dei suoi ospiti con aperitivi ogni volta diversi, ma sempre appassionanti.

Giacomo Iacobellis

Sognatore giornalista, giornalista sognatore classe 1990. Scrivere e viaggiare sono le mie più grandi passioni, mangiare e bere bene i miei più grandi diletti. Giornalista pubblicista dal 2014, sempre a caccia di notizie e, soprattutto, di spunti capaci di ispirare la mia insaziabile vena creativa

Recent Posts

Storia del protossido di azoto al bar e avvertenze

Sintetizzato dal filosofo e chimico Joseph Priestley nel 1772, il protossido di azoto (E942)…

By

Pink Gin cocktail storia e ricetta

Il cocktail Pink Gin è così chiamato grazie all'Angostura che dona all'ingrediente principale, il…

By

Diego Melorio – Quanto Basta cocktail bar di Lecce

Tra i vicoli del centro storico di Lecce abbiamo incontrato e intervistato Diego Melorio,…

By

The Bearcat cocktail ricetta e storia

The Bearcat Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 3,0 cl Pikesville Rye 1,5 cl…

By

Luca Gandolfi un barman a vela

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione (G. W. F. Hegel).…

By

Il pairing pizza&cocktail secondo Marco Serri del “Big Easy”

Una serata a metà strada tra mixology e arte bianca, tra cocktail e pizza,…

By