Categories: Uncategorized

Diplomat Cocktail, storia e ricetta

La diplomazia è l'arte di trattare le persone in modo sensibile ed efficace. Quale modo migliore per lubrificare le ruote…

Settembre 1, 2019 11:58 pm

La diplomazia è l’arte di trattare le persone in modo sensibile ed efficace. Quale modo migliore per lubrificare le ruote della diplomazia se non con il Diplomat Cocktail. Questa bevanda con qualità aperitive a basso contenuto alcolico è una versione del venerabile Vermouth Cocktail, usando vermouth sia dolce che secco anziché l’uno o l’altro (di solito dolce italiano). La prima versione stampata che abbiamo trovato è tratta dal Savoy Cocktail Book del 1930. Appare in seguito in World Drinks (1934), Cocktail Digest (1943) e Stork Club Bar Book (1946). L’unica vera differenza è se includere o meno un paio di dashes di bitters.

Esistono numerose modifiche alla ricetta, ma la formula di base non presenta Angostura. Per coloro che vogliono approfondire i sapori complessi del vermouth fine, il Diplomatico può organizzare tale passaggio. Esperienza negli affari internazionali non richiesta.

Cocktail Diplomat

Servire in Old Fashioned

6,0 cl Vermouth secco
3,0 cl Vermouth dolce
0,5 cl cucchiaino di liquore al maraschino
2 dashes Angostura Bitters (opzionale)

Metodo: building over ice

Guarnire con twist d’arancia

Per un cocktail così semplice, racchiude un molti di sapori, soprattutto se usi il bitters. Il vermouth più vivace e secco (Noilly Prat è una buona scelta) è bilanciato dalla ricchezza più terrosa del vermouth dolce, e il bitters aggiunge quel tocco come tutti i bitters hanno l’abitudine di donare.

Con un contenuto alcolico inferiore rispetto alla maggior parte dei cocktail a causa della mancanza di un distillato di base, probabilmente puoi averne più di uno prima di cenare.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Ago Perrone e Giorgio Bargiani svelano la nuova cocktail list del Connaught Bar di Londra

Dopo la tanto attesa riapertura di settembre 2020 e l’annuncio della vittoria di Best…

By

Intervista a Elena Montomoli, barmanager di Casa Minghetti a Bologna

Intervista a Elena Montomoli, barmanager di Casa Minghetti a Bologna e la sua drink…

By

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By