Categories Miscelazione

Distillare a basse temperature

Stuart RE 300

Distillare a basse temperature con gli evaporatori rotanti

L’evaporatore rotante di Bibby Scientific aiuta il produttore di bevande alcoliche Aske Stephenson a produrre cocktail pre-imbottigliati

Aske Stephenson sviluppa cocktail artigianali progettati per introdurre i consumatori a nuove e insolite combinazioni di sapori.

L’azienda ha bisogno di distillare i liquidi alcolici per preparare cocktail, ma il processo genera calore che può compromettere i sapori dei cocktail.

Gli evaporatori rotanti Stuart RE 300 possono funzionare sottovuoto, quindi i liquidi alcolici possono essere distillati a temperature più basse per massimizzare il sapore.

Thomas Aske, co-fondatore di Aske Stephenson, ha affermato di aver utilizzato i prodotti per più di cinque anni anni nel suo bar, The Worship Street Whistling Shop. “Più di recente abbiamo iniziato a produrre una gamma di prodotti al dettaglio, compresi i cocktail in bottiglia, utilizzando un evaporatore RE 300”, ha affermato.

“Inizialmente avevamo un evaporatore RE 100, ma recentemente siamo passati al nuovo modello RE 300. Siamo rimasti soddisfatti a causa della semplicità, che lo rende facile l’utilizzo per chi non e uno scienziato.

“L’evaporatore ci consente di distillare a basse temperature, il che favorisce la conservazione di sapori delicati sia nella nostra gamma di cocktail in bottiglia che nei cocktail che produciamo al The Whistling Shop.”
Anche le tecniche di Sous vide “sotto vuoto” fanno parte della produzione di sciroppi, cordiali e liquori.
La bassa temperatura e i lunghi tempi di macerazione possono estrarre un aroma naturale dagli ingredienti.

Aske Stephenson sta utilizzando le tecnologie per produrre burro di arachidi e marmellata, cocktail in stile antico.

La tecnica
Katy Bridge, assistente product manager di Bibby Scientific, ha affermato che l’evaporazione rotante viene utilizzata nei laboratori scientifici per rimuovere solventi da una soluzione, concentrare una soluzione e recuperare solventi e solidi umidi.

“Nell’industria alimentare sono utilizzati per creare distillati e riduzioni intensamente aromatizzate da quasi tutti i materiali di partenza.”

Bridge ha affermato che sta assistendo a un crescente interesse nell’applicare le tecnologie scientifiche a settori come la mixologia dei cocktail.

“La cucina Sous vide prevede l’uso di un sigillante sottovuoto e di un bagnomaria che agisce delicatamente e lentamente infondendo elementi per produrre sapori intensi”, ha affermato.

“Usando un bagnomaria, i mixologist possono creare infusi aromatici, caramelle alla frutta e succhi di frutta senza bisogno di intervento umano o un monitoraggio costante.

“Inizialmente, sous vide è stato utilizzato nelle cucine con stelle Michelin di alta gamma, ma più recentemente le vedrete utilizzate in una serie di ristoranti e bar, grazie ai vantaggi offerti da sous vide cooking. È stato persino esplorato da alcuni dei grandi produttori e compagnie aeree a causa della coerenza dei risultati. “

Author Details

Bar Manager – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts – Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Share
Published by
Andrea Marangio
Tags evaporatori rotanti

Recent Posts

  • Interviste

Intervista a Gabriele Rondani di Rinaldi1957

Intervista in esclusiva a Gabriele Rondani di Rinaldi1957 per BarmanItalia 1 - Ciao Gabriele, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad…

Maggio 19, 2019 11:02 pm
  • Cocktails Video

Pietrasanta da bere: Bar Avio

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 19, 2019 12:19 am
  • Miscelazione

Il bicchiere highball

Gli highball sono una categoria di cocktail semplice, comunemente con solo due ingredienti: uno spirito e un sodato, serviti in…

Maggio 18, 2019 8:31 am
  • Interviste

Lo scrittore si racconta: intervista a Marco Garino

Ci racconti la tua storia personale, chi è Marco Garino? Sono un intramontabile positivo sempre appassionato per quello che faccio.…

Maggio 16, 2019 11:25 pm
  • mixologist in evidenza

Beerologism, ovvero la sperimentazione della birra a Lovecraft Firenze

Love Craft a Firenze si è affermato così velocemente durante il primo anno d'esistenza da meritarsi già l’appellativo di locale…

Maggio 15, 2019 11:23 pm
  • Miscelazione

Il gusto umami nei cocktails

Umami è una parola giapponese che è stata coniata nel 1908 da un chimico dell'Università di Tokyo chiamato Dr. Kikunae…

Maggio 14, 2019 11:42 pm

This website uses cookies.