Categories: In evidenza

Drink’n’Tuscany: a Rosignano Solvay si celebrano le eccellenze degli spirits toscani

Gli spirits toscani alla conquista di Rosignano Solvay (LI). A Marina Cala de' Medici mercoledì prossimo, 31 luglio 2019, i…

Luglio 26, 2019 11:36 pm
Drink’n’Tuscany

Gli spirits toscani alla conquista di Rosignano Solvay (LI). A Marina Cala de’ Medici mercoledì prossimo, 31 luglio 2019, i migliori liquori e distillati made in Tuscany regaleranno una serata imperdibile. All’insegna, ovviamente, del bere responsabile e di qualità, ma anche dell’informazione, del legame col territorio e della storia del bar. Per presentare la tanto attesa prima edizione di “Drink’n’Tuscany”, evento realizzato col patrocinio di A.I.B.E.S. (Associazione Italiana Barmen e Sostenitori) grazie alla collaborazione tra la neonata “Tuscan Spirits”, il porto e il Borgo Cala de’ Medici, BarmanItalia.it ne ha intervistato in esclusiva proprio l’organizzatrice, Daniela Gamberucci.

Gamberucci, come e perché nasce “Drink’n’Tuscany”?

“L’idea nasce originariamente nel 2015 nell’ambito di A.I.B.E.S., quando insieme a Luca Angeli, Bar Manager del Four Seasons di Milano, abbiamo deciso di valorizzare i prodotti toscani e il loro territorio in occasione del nostro concorso annuale. L’incontro con il Liquorificio Taccola e con la sua proprietaria Chiara ha poi portato il progetto sul piano dei produttori, che in Toscana sono tanti e in costante crescita. È proprio così che nel 2018 ha preso vita l’associazione ‘Tuscan Spirits’, con l’obiettivo di promuovere il made in Tuscany nel campo degli spirits”.

Cosa rappresenta per lei il concept made in Tuscany?

“Credo che l’Italia sia un incredibile scrigno di tradizioni e ricette centenarie, diverse da regione a regione, che possono e devono essere valorizzate nel campo della somministrazione da barman e ristoratori. Promuovere la Toscana e le sue storie di spiriti è dunque esattamente la mia idea di made in Tuscany. Penso che ogni esercizio nella nostra regione dovrebbe avere un Tuscan Corner quale biglietto da visita e hospitality per il turismo. Il porto Marina Cala de’ Medici, con i suoi 650 posti barca e clienti da tutto il mondo, rappresenta proprio la finestra giusta dalla quale la Toscana può affacciarsi a tutto il pianeta, facendosi ammirare e assaggiare”.

“Drink’n’Tuscany” non è l’unica manifestazione che Rosignano ha voluto dedicare alla valorizzazione dei prodotti toscani.

“Esatto. Nel contesto della promozione e valorizzazione delle eccellenze toscane si inserisce anche un altro evento promosso dal porto di Rosignano, ‘La Rotta del Vino e dell’Olio’, giunta quest’anno alla sua XIII edizione e in programma i prossimi 28 e 29 settembre. Un’iniziativa che ogni anno porta a Cala de’ Medici cantine, frantoi e rinomati Chef provenienti da tutta la Toscana, per una due-giorni in cui il bellissimo sport della vela, e quindi anche il mare, si fondono intrinsecamente con il territorio e i suoi prodotti di eccellenza”.

La prossima settimana, invece, quali aziende dobbiamo aspettarci nello specifico?

“Saranno tantissime e molto diverse tra loro. Gin Arte, Levante Sp, China Clementi, Santoni, Santa Bianca, Re dei Re, Casa del Rum, Solo per pochi/ Du-it… E ancora La Biadina, Winestillery, Vermouth del Mugello, San Carlo Acqua, Estratti di Toscana, Birrificio H63, Lunae e Peter in Florence. Dalle ore 16:00 alle 23:00 di mercoledì sarà possibile assaggiare gratuitamente e conoscere nel dettaglio tutte queste eccellenze del mondo beverage toscano grazie a interessanti workshop, sfiziosi aperitivi e un palco ricco di ospiti di livello assoluto. Che dire di più, se non che vi aspettiamo numerosi!”.

Giacomo Iacobellis

Sognatore giornalista, giornalista sognatore classe 1990. Scrivere e viaggiare sono le mie più grandi passioni, mangiare e bere bene i miei più grandi diletti. Giornalista pubblicista dal 2014, sempre a caccia di notizie e, soprattutto, di spunti capaci di ispirare la mia insaziabile vena creativa

Recent Posts

Emporio Armani Caffè presenta: i nuovi cocktails con cibo in abbinamento

In occasione della Bologna Cocktail Week Emporio Armani Caffè e Ristorante presenta i nuovi…

By

Tre domande a Paolo Manna di Donna Romita – Alcolici&cucina di Napoli

Ciao Paolo, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? Come…

By

Suffering Bastard cocktail storia e ricetta

La storia del Suffering Bastard è molto interessante non solo riguardo al cocktail, ma anche…

By

Brainstorm Cocktail storia e ricetta

Il Brainstorm Cocktail è uno dei classici del pre-proibizionismo di Hugo Ensslin, pubblicato per…

By

Le differenze tra Cognac e Armagnac

Sorseggiare un bicchiere di distillato francese è un modo semplice e di classe per…

By

Tre domande a Flavio Giamporcaro

Bartender palermitano opero nel settore da circa 12 anni . Ho iniziato questo lavoro…

By

This website uses cookies.