Categories: Miscelazione

Filippo Sisti: la differenza tra homemade e preparazioni

Buongiorno amici di barman Italia, grazie per lo spazio, nelle righe seguenti andremo a vedere anzitutto la differenza che c’è…

Maggio 2, 2020 6:36 am

Buongiorno amici di barman Italia, grazie per lo spazio, nelle righe seguenti andremo a vedere anzitutto la differenza che c’è tra homemade e preparazioni.
La differenza è sottile quasi nulla in termini di significato, ma se guardiamo e lavoriamo differentemente vedremo che c’è un enorme differenza.

– HOMEMADE : sono ricette già stabilite con un processo di grammature e tecniche ben precise, differenze tra sciroppi e premix, differenze tra marmellate e confetture, differenze tra frullati e puree e via dicendo, come vedete sembrano la stessa cosa ma in realtà sono prodotti estremamente diversi, sia per la loro ricetta e quindi le diverse grammature di prodotti, sia per tempi di cottura (dove richiesto) , sia per il metodo e tempi di conservazione, il mio consiglio è quello di seguire attentamente e scrupolosamente la ricetta qualora si voglia fare un homemade.

-PREPARAZIONI: sono ricette inventate con scelta di ingredienti , grammature e tempi di cottura, qualora noi volessimo cambiare la nostra ricetta nessuno lo potrà impedire, vuol dire che se nella mia marmellata di fragole voglio aggiungere un po’ di aceto balsamico e ridurre il quantitativo di zucchero lo potrò fare, ma non potrò dire di aver fatto una marmellata, e cosi via per una miriade di altre ricette, possiamo quindi dire che le preparazioni sono soggettive e direttamente proporzionali alla nostra inventiva.
i termini di conservazione sono sempre gli stessi che avremo nel nostro libro registro di conservazione quindi:

ALIMENTI SURGELATI CONFEZIONATI
-18 congelatore con scadenza riferita all’etichetta.
ALIMENTI FRESCHI CONFEZIONATI
Da 0 a 4 gradi in frigorifero con scadenza sempre da etichetta
ALIMENTI FRESCHI APERTI
da 0 a 4 gradi in frigorifero tempo massimo di conservazione 3 GIORNI
SEMILAVORATI ABBATTUTI IN LOCO E CONSERVATI SOTTOVUOTO (es puree di frutta)
Congelatore a -18 gradi tempo massimo di conservazione 60 giorni
TEPACHE E SIMILI
DA 0 a 4 gradi in frigorifero tempo massimo di conservazione 30 giorni
INFUSI CON ALCOL (liquori)
Se temperatura ambiente, tempo massimo 1 anno

Ovviamente ogni preparazione e homemade che andremo a fare dovrà essere conservata in appositi dispencer accuratamente disinfettato e sterilizzato, io utilizzo dell’alcol alimentare a spray, lascio agire un paio di minuti e poi con un panno carta pulito asciugo bene.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.