Categories: Prodotti

Gambacciani

Artefici del nuovo inizio sono Marco Corradini e Leonardo Gambacciani, con il supporto fondamentale di Corrado Corradini, padre di Marco,…

Agosto 11, 2018 11:27 am

Artefici del nuovo inizio sono Marco Corradini e Leonardo Gambacciani, con il supporto fondamentale di Corrado Corradini, padre di Marco, proprietario della Corradini gas, produzione gas alimentari, medicinali e industriali di Empoli.
La China Gambacciani nasce negli anni Trenta del ‘900. Ci vollero almeno tre anni a Otello Gambacciani, commesso di farmacia, e creatore dell’elisir di china, per ottenere la formula del liquore che avrebbe riscosso successo negli anni Cinquanta, apprezzata dagli americani, fin dal passaggio del fronte, approdata sugli scaffali dei supermercati toscani e italiani e con estimatori anche in Australia.

Gran premio Gambacciani

“Per gli sciocchi non c’è medicina, ma per i furbi…c’è la China”. Recitava così l’inno scritto in persona da Otello Gambacciani, per tutti gli empolesi “I’ Gamba”. Un inno dedicato alla sua creazione, un liquore con ben 22 aromi che solo lui riusciva a produrre con quel sapore unico e speciale che lo rese famoso in tutto il mondo, persino in America. Erano gli anni Trenta e Otello, giovane farmacista e appassionato di chimica, decise di commercializzare quello che fino a qualche anno prima veniva utilizzato come farmaco. Nacque così il mito della China Gambacciani, il liquore empolese per eccellenza, che oggi, dopo 22 anni dall’ultima bottiglia prodotta torna a rinascere.

A questo nuovo successo, insomma, non resta che brindare, ovviamente con una bottiglia tutta empolese. Perché, come recita il famoso motto “il segreto per star sani, è la China Gambacciani”.Otello Gambacciani, detto “Il Gamba”, è stato fondatore della distilleria; partendo dalla passione per la chimica e la sua professione da farmacista.

Il Gamba avviò una piccola attività imprenditoriale in un magazzino sul Lungarno Dante Alighieri negli anni ’30 e, grazie a due operaie della zona e a dei rappresentanti divertiti, il liquore venne diffuso timidamente in alcuni locali della zona e, non di rado, anche oltre i confini del circondario.

Il liquore, chiamato anche l’Elisir di China, è un liquore utilizzato, originariamente, tra fine Settecento e metà Ottocento, come farmaco antimalarico; nel tempo, è stato utilizzato anche come tonico e digestivo e, una volta debellata la malattia in Europa e perso il suo status di medicinale, divenne un semplice amaro digestivo.

Negli anni ‘40 con la disputa del secondo conflitto mondiale, Gambacciani ha visto un’impennata inaspettata della sua piccola industria: i soldati americani, infatti, amanti degustatori di liquori, conobbero questo liquore empolese e se ne innamorarono.

Vedi tutti i prodotti

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Diego Melorio – Quanto Basta cocktail bar di Lecce

Tra i vicoli del centro storico di Lecce abbiamo incontrato e intervistato Diego Melorio,…

By

The Bearcat cocktail ricetta e storia

The Bearcat Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 3,0 cl Pikesville Rye 1,5 cl…

By

Luca Gandolfi un barman a vela

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione (G. W. F. Hegel).…

By

Il pairing pizza&cocktail secondo Marco Serri del “Big Easy”

Una serata a metà strada tra mixology e arte bianca, tra cocktail e pizza,…

By

Whizz Bang cocktail

WHIZZ BANG Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 2,0 cl Vermouth dry Noilly Prat 4,5…

By

Tre domande a Simone Lancia

Raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? come ti sei…

By