Categories: In evidenza

Giardini d’Amore alla Florence Cocktail Week

Grande successo per i liquori Giardini d’Amore alla Florence Cocktail Week che vengono scelti da quasi un terzo dei locali…

Maggio 8, 2019 9:31 am

Grande successo per i liquori Giardini d’Amore alla Florence Cocktail Week che vengono scelti da quasi un terzo dei locali che aderiscono alla manifestazione che Firenze dedica al Bere Responsabile e di Qualità

Firenze, 8 maggio 2019 – Fino a domenica 12 maggio Giardini d’Amore® – Liquori, primo brand di liquori artigianali di alta fascia dedicato all’alta miscelazione e ristorazione, è impegnata in un nuovo importante evento dedicato al Bere Responsabile e di Qualità: la Florence Cocktail Week (FCW), manifestazione ideata e organizzata da Paola Mencarelli e Lorenzo Nigro che quest’anno è giunta alla sua IV edizione.

Centro nevralgico della mixology italiana e internazionale per una settimana, Firenze ospita masterclass, tavole rotonde ed eventi che coinvolgono i migliori Cocktail Bar della città e dell’intera Toscana.
Sono, infatti, 30 i locali fiorentini che propongono ognuno una Cocktail List composta da: un Signature Cocktail (Twist sul Negroni), un RiEsco a Bere Italiano, un I Love Bitter e un Green Drink, nei quali i bartender hanno dato libero sfogo a tutta la loro creatività.

Tra questi, “Il Moro”, fresco e dal carattere sorprendente, è il Signature Cocktail creato da Diego Rampietti con il liquore al fico d’India Giardini d’Amore che potrà essere degustato sulla meravigliosa Terrazza del Rooftop Bar del Continentale Hotel di Firenze.
A questo, si aggiungono tanti altri cocktail che i barman fiorentini hanno realizzato con i liquori Giardini d’Amore, rinomati per la loro elevata qualità e per il saper coniugare tradizione e contemporaneità.

I liquori Giardini d’Amore, infatti, sono stati scelti da quasi un terzo dei locali che aderiscono alla manifestazione che hanno realizzato ben 9 cocktail presenti nelle singole Cocktail List dei locali:

L’”Ultradiuretico” di Neri Fantechi del Mad – Souls & Spirits (con il liquore di finocchietto selvatico)

Il “Red Passion” di Giuseppe Alessandrino dell’Ac Lounge – Ac Hotel Firenze By Marriott (con il liquore di limoni)

Il “Magnolia” di Edoardo Sandri e Simone Corsini dell’Atrium Bar – Four Seasons Hotel Firenze (con il liquore di finocchietto selvatico)

Il già citato “Moro” di Diego Rampietti della Terrazza Rooftop Bar – Continentale Hotel (con il liquore di fico d’india)

Il “Tuscan 75” di Diego Rampietti della Terrazza Rooftop Bar – Continentale Hotel (con il liquore di finocchietto selvatico)

L’” Inferno di Ghiaccio” di Mirò Abdel Rahmam de Le Pool Bar – Villa Cora (con il liquore di cannella)

Il “Santa Trinita” di Lorenzo Aiosa del The Cloister – Belmond Villa San Michele (con il liquore di cannella)

Il “Bevilesto – Polibibita Futurista “ di Sacha Mecocci del The Fusion Bar&Restaurant – Gallery Hotel Art (con il liquore di finocchietto selvatico)

Il “Bitter-Sweet Caffe’” di Christian Pampo del Winter Garden Bar – The St. Regis Florence (con liquore di liquirizia e la crema di liquore pistacchio)

Ben tre di questi cocktail sono dedicati a “RiEsco a Bere Italiano”,
l’evento nell’evento, che si svolgerà domenica 12 maggio presso il Fabbricato Viaggiatori in Piazza della Stazione 50. Un vero e proprio Salotto dei Liquori, Amari e Distillati Italiani in cui aziende come Giardini d’Amore – Liquori e altre piccole e grandi realtà, presenteranno i prodotti italiani di qualità.

Per Emanuela Russo, Responsabile Marketing di Giardini d’Amore® – Liquori “Partecipare alla Florence Cocktail Week è molto importante. Stiamo vivendo un momento in cui la qualità di ciò che beviamo è un argomento sempre crescente tra i consumatori e siamo quindi molto soddisfatti che così tanti locali ci abbiano scelto come ingrediente dei loro drink. Ciò rende omaggio al lavoro che Giardini d’Amore svolge quotidianamente e che si concretizza, da una parte, con l’utilizzo di materie prime di qualità e, dall’altra, nel grande lavoro di comunicazione che deve esser fatto per sensibilizzare sempre più il pubblico su questi temi”.

Recent Posts

il cavatappi ha una storia molto lunga e interessante.

Non ci sono molti strumenti in cucina o nel bar che sono dati per…

By

Lavoro al bar e famiglia, mantenere l’equilibrio

Come genitore, è naturale sentirsi in colpa quando non si trascorre del tempo con…

By

Da allievo a maestro del bar

Man mano che la tua carriera avanza, potresti trovarti in una posizione in cui…

By

The Court, il nuovo cocktail bar firmato Matteo Zed

Ciao Matteo, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? Qual’è…

By

Ron – stile spagnolo

Prodotto principalmente a Cuba, a Porto Rico, in Venezuela o nella Repubblica Dominicana. Si…

By

Rum o Rhum? quali sono le differenze

"Rum" e "rhum" sono due spiriti distinti o solo modi diversi di pronunciare la…

By

This website uses cookies.