Categories: In evidenza

Gin Day

La seconda edizione dell’unico evento italiano dedicato al gin rinnova il format e propone una serie di novità dedicate alla…

Luglio 18, 2014 6:35 am
La seconda edizione dell’unico evento italiano dedicato al gin rinnova il format e propone una serie di novità dedicate alla mixology. Nel cuore di Milano, un incontro esclusivo tra master distiller, global brand ambassador, mixologist internazionali e bartender. Milano, 15 settembre 2014. Ore 10. Villa Necchi Campiglio.

Una location d’eccezione per il più nobile degli spirits. La seconda edizione della Juniper Experience ricalca i propri successi e offre nuovi motivi per non mancare all’unico appuntamento nazionale dedicato al gin. La giornata sarà scandita da numerose attività e occasioni di confronto e di scambio. Oltre alle immancabili degustazioni nella sala espositiva in cui ci sarà la possibilità di conoscere i più noti brand, ognuno presente con il proprio corner, sarà possibile approfondire la storia e la tradizione del gin partecipando agli incontri e ai workshop o occupare uno dei posti limitati dei seminari tecnici tenuti da personaggi di spicco del panorama del bartending internazionale.

Saranno presenti i maggiori esperti del settore. Da Londra: Erik Lorincz del Savoy, Agostino Perrone del Connaught Bar, Simone Caporale dell’Artesian Bar, Marian Beke e Luca Cinalli del Nightjar, Tony Conigliaro della Drink Factory e Alessandro Palazzi del The Dukes. Dall’Italia: Dario Comini del Nottingham Forest di Milano. Questi alcuni degli ospiti confermati.

Dalla storia si passerà alla moderna cultura della mixology fino ad arrivare al ‘cocktail service’ per proporre la vera ospitalità. L’edizione del 2014, oltre a confermare la presenza di personaggi di spicco, si presenterà con una serie di novità che daranno maggiore risalto all’unicità dell’evento: 5 gin bar, special guest bartending, seminari tecnici, ristorante con food&gin pairing, street food bar, negozio e gin shop.

I gin Bar appositamente allestiti permetteranno di degustare una serie di cocktail con la possibilità di scegliere il gin preferito, lo street bar proporrà il classico food londinese e il ristorante permetterà di giocare sugli abbinamenti tra cibo e gin. Il negozio permetterà di acquistare strumenti di lavoro, ma soprattutto i prodotti assaggiati durante l’evento. Dalle ore 20 live jazz a bordo piscina nel giardino della villa con un parterre di ospiti selezionati. British style a completare l’atmosfera. The Gin Day è un evento organizzato da Bartender.it.

Andrea Marangio

Bar Manager & mixologist – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts - Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Tags: genziana

Suze bitter

Nel 1885 Fernand Moureaux ereditò una distilleria di famiglia a Maisons-Alfort. Per salvare la…

By

Come preparare un ottimo Bronx cocktail

Il cocktail Bronx è una semplice variazione di un Perfect Martini che aggiunge il…

By

Guests Complain: Come recuperare da un disastro.

Tutte le attività legate all'ospitalità non riusciranno a servire efficacemente tutti i loro clienti.…

By

Tre domande a Giorgio Vicario

Intervista esclusiva a BarmanItalia a Giorgio Vicario bar manager del Beere&Mangiare di Roma Raccontaci…

By

Panaché e Radler, cocktail con la birra

Origini: Panaché una bevanda popolare francese, è una semplicemente una combinazione di una birra…

By

Pisco peruviano vs cileno: prove d’assaggio con Francesco Guetta

"Dopo il successo della Florence Pisco Week mi sono detto: perché non dedicare una…

By