Categories: Miscelazione

Il bicchiere highball

Gli highball sono una categoria di cocktail semplice, comunemente con solo due ingredienti: uno spirito e un sodato, serviti in…

Maggio 18, 2019 8:31 am

Gli highball sono una categoria di cocktail semplice, comunemente con solo due ingredienti: uno spirito e un sodato, serviti in un bicchiere alto pieno di ghiaccio (spesso definito come bicchiere Highball).
Gli highball hanno sempre un sodato (tonica, soda ecc.) Ma a differenza dei Rickeys, Collinses e Fizzes, gli Highballs tradizionalmente non contengono succhi di agrumi, anche se l’ultima convenzione non si applica più, una piccola quantità di succo è accettabile in un Highball.

Scotch & Soda, Gin & Tonic, Whisky & Ginger, Vodka & Tonic e Rum & Coca sono tutti esempi di Highball. “Presbyterian” si riferisce specificamente a uno Scotch whisky e ginger ale, mentre un “Gin Spider” è gin e ginger ale con Angostura Bitter.

Come fare il perfetto Highball
La temperatura e la diluizione sono ciò che fa la differenza in un Highball. Questa categoria comprende solo quattro elementi: bicchiere, ghiaccio, spirito e sodato, ma solo pochi dei migliori bar del mondo offrono un servizio davvero perfetto.

Bicchiere: utilizzare un bicchiere alto o stretto, freddo (o proporzionato alla sua altezza) ghiacciato con lati diritti o leggermente svasati. La moderna convenzione richiede un bicchiere da 10 once / 295 ml a 12 once / 355 ml (molti optando per un 12 once a causa di questo volume, consentendo al bicchiere di contenere una bottiglia da 330 ml / lattina di birra). Tali bicchieri (oltre 10 once) sono in realtà bicchieri Collins. I bicchieri highball vanno da 6 once a 10 once quelli da 8 once / 235 ml probabilmente sono ottimali.

Ghiaccio – Utilizzare il ghiaccio (doppio congelato) in modo ideale direttamente da un congelatore piuttosto che il ghiaccio della superficie bagnata per formare un pozzo di acqua o da una macchina per il ghiaccio. Per citare Charles H. Baker, “Una bevanda tiepida significa un ospite tiepido”.

Spirito – Usa spirito congelato o almeno refrigerato. Dopo tutto un buon bar ha gin e vodka nel freezer per aiutare a servire Martiniis davvero freddi.

Sodati – In Esquire, Dave Wondrich scrive: “Finalmente, versa l’acqua frizzante (soda o seltzer), se possibile, deve essere refrigerata per evitare che il ghiaccio si sciolga prematuramente e annulli le bolle.

Alcuni aggiungono un’ulteriore complicazione mescolando un Highball. Ciò non è necessario in quanto la densità relativamente bassa dello spirito versato prima rispetto al sodato più pesante versato sopra produce una combinazione di auto-miscelazione. Risparmia il bar spoon e salva la bevanda. Il minimo contatto con l’argentatura schiaccia le bolle – che fanno il lavoro di miscelazione senza assistenza.

Il termine highball sembra essere emerso durante gli anni 1890 e appare per la prima volta in un libro di bartending nel 1900 Bartenders Manual di Harry Johnson.

Il termine “highball” potrebbe provenire dalle ferrovie americane (sviluppatesi rapidamente tra il 1828 e il 1873), ma potrebbe anche essere stato utilizzato per la prima volta nei bar dei club di golf nell’Inghilterra del tardo XIX secolo, dove il termine “ball” si riferiva a un whisky servito in un bicchiere alto

Il whisky e la soda sono spesso presenti nelle sitcom della British TV durante gli anni ’60 e il sifone della soda è un elemento vitale in molti film realizzati prima del 1970. Grazie alla rinascita del gin, il G & T è ora più alla moda che mai – forse è tempo per entrambi di riesaminare l’umile Highball, e con esso lo Scotch & Soda.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Emporio Armani Caffè presenta: i nuovi cocktails con cibo in abbinamento

In occasione della Bologna Cocktail Week Emporio Armani Caffè e Ristorante presenta i nuovi…

By

Tre domande a Paolo Manna di Donna Romita – Alcolici&cucina di Napoli

Ciao Paolo, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? Come…

By

Suffering Bastard cocktail storia e ricetta

La storia del Suffering Bastard è molto interessante non solo riguardo al cocktail, ma anche…

By

Brainstorm Cocktail storia e ricetta

Il Brainstorm Cocktail è uno dei classici del pre-proibizionismo di Hugo Ensslin, pubblicato per…

By

Le differenze tra Cognac e Armagnac

Sorseggiare un bicchiere di distillato francese è un modo semplice e di classe per…

By

Tre domande a Flavio Giamporcaro

Bartender palermitano opero nel settore da circa 12 anni . Ho iniziato questo lavoro…

By

This website uses cookies.