Categories: Miscelazione

Il bicchiere highball

Gli highball sono una categoria di cocktail semplice, comunemente con solo due ingredienti: uno spirito e un sodato, serviti in…

Maggio 18, 2019 8:31 am

Gli highball sono una categoria di cocktail semplice, comunemente con solo due ingredienti: uno spirito e un sodato, serviti in un bicchiere alto pieno di ghiaccio (spesso definito come bicchiere Highball).
Gli highball hanno sempre un sodato (tonica, soda ecc.) Ma a differenza dei Rickeys, Collinses e Fizzes, gli Highballs tradizionalmente non contengono succhi di agrumi, anche se l’ultima convenzione non si applica più, una piccola quantità di succo è accettabile in un Highball.

Scotch & Soda, Gin & Tonic, Whisky & Ginger, Vodka & Tonic e Rum & Coca sono tutti esempi di Highball. “Presbyterian” si riferisce specificamente a uno Scotch whisky e ginger ale, mentre un “Gin Spider” è gin e ginger ale con Angostura Bitter.

Come fare il perfetto Highball
La temperatura e la diluizione sono ciò che fa la differenza in un Highball. Questa categoria comprende solo quattro elementi: bicchiere, ghiaccio, spirito e sodato, ma solo pochi dei migliori bar del mondo offrono un servizio davvero perfetto.

Bicchiere: utilizzare un bicchiere alto o stretto, freddo (o proporzionato alla sua altezza) ghiacciato con lati diritti o leggermente svasati. La moderna convenzione richiede un bicchiere da 10 once / 295 ml a 12 once / 355 ml (molti optando per un 12 once a causa di questo volume, consentendo al bicchiere di contenere una bottiglia da 330 ml / lattina di birra). Tali bicchieri (oltre 10 once) sono in realtà bicchieri Collins. I bicchieri highball vanno da 6 once a 10 once quelli da 8 once / 235 ml probabilmente sono ottimali.

Ghiaccio – Utilizzare il ghiaccio (doppio congelato) in modo ideale direttamente da un congelatore piuttosto che il ghiaccio della superficie bagnata per formare un pozzo di acqua o da una macchina per il ghiaccio. Per citare Charles H. Baker, “Una bevanda tiepida significa un ospite tiepido”.

Spirito – Usa spirito congelato o almeno refrigerato. Dopo tutto un buon bar ha gin e vodka nel freezer per aiutare a servire Martiniis davvero freddi.

Sodati – In Esquire, Dave Wondrich scrive: “Finalmente, versa l’acqua frizzante (soda o seltzer), se possibile, deve essere refrigerata per evitare che il ghiaccio si sciolga prematuramente e annulli le bolle.

Alcuni aggiungono un’ulteriore complicazione mescolando un Highball. Ciò non è necessario in quanto la densità relativamente bassa dello spirito versato prima rispetto al sodato più pesante versato sopra produce una combinazione di auto-miscelazione. Risparmia il bar spoon e salva la bevanda. Il minimo contatto con l’argentatura schiaccia le bolle – che fanno il lavoro di miscelazione senza assistenza.

Il termine highball sembra essere emerso durante gli anni 1890 e appare per la prima volta in un libro di bartending nel 1900 Bartenders Manual di Harry Johnson.

Il termine “highball” potrebbe provenire dalle ferrovie americane (sviluppatesi rapidamente tra il 1828 e il 1873), ma potrebbe anche essere stato utilizzato per la prima volta nei bar dei club di golf nell’Inghilterra del tardo XIX secolo, dove il termine “ball” si riferiva a un whisky servito in un bicchiere alto

Il whisky e la soda sono spesso presenti nelle sitcom della British TV durante gli anni ’60 e il sifone della soda è un elemento vitale in molti film realizzati prima del 1970. Grazie alla rinascita del gin, il G & T è ora più alla moda che mai – forse è tempo per entrambi di riesaminare l’umile Highball, e con esso lo Scotch & Soda.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.