Categories: Cucinare al bar

Il Carpaccio

Il Carpaccio di manzo è uno dei più famosi antipasti italiani, ma la versione con cui la maggior parte della…

Marzo 31, 2018 11:12 pm

Il Carpaccio di manzo è uno dei più famosi antipasti italiani, ma la versione con cui la maggior parte della gente ha familiarità è: fette sottili di manzo macerata in olio d’oliva e limone, adornata con rucola e scaglie di parmigiano –  questa ricetta è in realtà più precisamente carne cruda all’Albese, un piatto piemontese.

Harry’s Bar è un’istituzione veneziana e sin dalla sua apertura nel 1931 è stato un posto dove vedere e farsi vedere. Il leggendario scrittore Ernest Hemingway era un cliente abituale ma non solo, numerose celebrità sono state viste cenare lì, tuttavia il bar è più di un semplice posto per guardare le stelle del cinema, è un importante punto di riferimento culinario, perché è qui che sono stati inventati due dei più deliziosi classici italiani “moderni”, vale a dire il Bellini e il Carpaccio.
Mentre il Bellini è un cocktail da sogno con succo di pesca bianca e “champagne” italiano è sicuramente degno di nota e il Carpaccio che ha preso d’assalto il mondo culinario e che è stato imitato dai migliori ristoranti di tutto il mondo. Il Carpaccio fu creato dal proprietario del Harry’s Bar, Giuseppe Cipriani, nel 1950 per una contessa il cui suo medico l’aveva messa a dieta rigorosa, la quale proibiva la carne cotta. Nonostante fosse stato creato per la contessa, il piatto fu in realtà intitolato al famoso pittore italiano Vittore Carpaccio. Il pittore era famoso per l’utilizzo di rossi vibranti nei suoi dipinti, che si può solo presumere ricordassero il rosso intenso del Carpaccio.

Il Carpaccio di manzo rappresenta la semplicità stessa, ma richiede ingredienti della migliore qualità. Oggi, naturalmente, il “carpaccio” è diventato un termine generico per carne o pesce crudo affettato finemente. Si dice che le fette di carne dovrebbero essere così sottili che quasi si potrebbe quasi vedere il piatto attraverso di esse.

Ingredienti
100 g A persona di manzo, preferibilmente controfiletto, affettato il più sottile possibile

Per la salsa:

Maionese fatta in casa , fatta con un tuorlo d’uovo
Due dash di salsa Worcestershire
Spremuta di limone fresco
Sale e pepe bianco
Qualche cucchiaio di latte, sufficiente per ottenere una consistenza simile a una salsa

Mettere la maionese in una ciotola e mescolarla con la salsa Worcestershire e il succo di limone. Aggiungere il latte in modo da ottenere una salsa abbastanza consistente che si possa spalmare con il dorso di un cucchiaio di legno.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Emporio Armani Caffè presenta: i nuovi cocktails con cibo in abbinamento

In occasione della Bologna Cocktail Week Emporio Armani Caffè e Ristorante presenta i nuovi…

By

Tre domande a Paolo Manna di Donna Romita – Alcolici&cucina di Napoli

Ciao Paolo, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? Come…

By

Suffering Bastard cocktail storia e ricetta

La storia del Suffering Bastard è molto interessante non solo riguardo al cocktail, ma anche…

By

Brainstorm Cocktail storia e ricetta

Il Brainstorm Cocktail è uno dei classici del pre-proibizionismo di Hugo Ensslin, pubblicato per…

By

Le differenze tra Cognac e Armagnac

Sorseggiare un bicchiere di distillato francese è un modo semplice e di classe per…

By

Tre domande a Flavio Giamporcaro

Bartender palermitano opero nel settore da circa 12 anni . Ho iniziato questo lavoro…

By

This website uses cookies.