1 min read

“Il Decocktailone”, dieci giorni di cocktail d’autore, un viaggio tra cocktail e letteratura

Un bartender, un giornalista e un fotografo si ritrovano su Skype durante il lockdown: nasce il Decameron della mixology, firmato Federico Pempori e a cura di Giacomo Iacobellis, con foto di Martino Dini.

Tre amici si ritrovano online e decidono di mettere a frutto le loro conoscenze, per intrattenersi e intrattenere come dei novelli protagonisti di un Decameron alcolico-letterario.
Il risultato è una raccolta frizzante e d’ispirazione, un insieme di nozioni fondamentali per avviarsi al mondo dei cocktail originali ispirati ad autori e personaggi della letteratura.
Un vero e proprio viaggio fra la scrittura, la miscelazione, la fotografia e la letteratura.

Il Decocktailone si sviluppa in dieci giorni, anziché dieci capitoli, attraverso altrettante conversazioni sul bartending, tra storia, tecniche di miscelazione e distillati, con sei drink list esclusive a tema letterario: “La Divina Cocktmedia”, “C’era una volta D’Annunzio”, “Viaggio tra Italia e Germania” con Italo Svevo, “Il fu Mattia Mezcal” con Pirandello, “Maledetto Assenzio” coi Poètes Maudits, “The American D…ink” in compagnia di Francis Scott Fitzgerald.

Prima gli strumenti, poi le ricette. Prima la teoria, poi la pratica. Prima gli insegnamenti, poi gli esercizi; per godersi un aperitivo ben lontano dai soliti canoni e ricco di cultura, oltre che di gusto.

Un progetto che unisce la cultura ai drink, un progetto di ricerca, una raccolta di cocktail list e molto altro ancora.
Leggendolo è possibile addentrarsi nel mondo del bar attraverso i padri della letteratura italiana e internazionale.

Il “Decocktailone è stato presentato in occasione della “Florence Cocktail Week” 2020, nello storico salone del “Caffè Concerto Paszkowski”, proprio quel caffè letterario in cui i grandi autori del ‘900 erano soliti confrontarsi dinanzi a un buon drink nel cuore di Firenze.