Categories: Laboratorio

Il tè Matcha nei cocktail

Prima di iniziare dell’eventuale uso del tè Matcha nei cocktail ci sembra utile conoscere le sue proprietà e preparazione. Proprietà: Una…

Maggio 15, 2015 9:44 am

Prima di iniziare dell’eventuale uso del tè Matcha nei cocktail ci sembra utile conoscere le sue proprietà e preparazione. Proprietà: Una tazza di matcha tè è l’equivalente nutrizionale di 10 tazze di tè verde

regolarmente fermentato. Quando si beve matcha si ingeriscono l’intera foglia e si ricevono il 100% delle sostanze nutrienti, il Matcha è un tè verde in polvere e ha 137 volte più antiossidanti di altri tè.

Tra i suoi molti benefici per la salute, matcha …
È ricco di antiossidanti, tra cui il potente EGCg
Aumenta il metabolismo e brucia le calorie
Disintossicante efficace e naturale
Calma la mente e rilassa il corpo
È ricca di fibre, clorofilla e vitamine
Migliora l’umore e aiuta a concentrazione
Fornisce vitamina C, selenio, cromo, zinco, magnesio e beta-carotene
Previene le malattie
Abbassa lo zucchero nel sangue e colesterolo

Gli strumenti necessari Per poter gustare un vero tè matcha preparato secondo i dettami della scuola del tè giapponese dovrete procurarvi:

Chawan: si tratta della tazza perfetta per questo tè. È una ciotola di piccole dimensioni in ceramica o terracotta i cui colori esaltano il verde giada del tè matcha.

Chasaku: è il cucchiaino sottile in bambù che raccoglie il giusto quantitativo di tè matcha per una tazza. È curvato a vapore.

Chasen: frustino largo e tozzo realizzato da un unico pezzo di bambù, serve per mescolare la polvere di tè in modo omogeneo senza alterarne minimamente il sapore.

Chaki: scatola in ceramica o legno che contiene il tè ma solo durante il periodo della cerimonia. Infatti per conservare la preziosa polvere la cosa migliore è tenerla in una scatola ben sigillata al riparo da aria e luce.

È possibile nel caso della preparazione dei cocktail scioglierlo in acqua calda/fredda oppure direttamente nello shaker. Possiamo anche ottenere spume, gelatine, arie ecc.

Il colore: il colore lo possiamo gestire noi dal verde chiaro al verde intenso, in base alla quantità diluita (ovviamente anche il gusto ne sara influenzato).

Il tè Matcha nei cocktails, possibili varianti su cui sicuramente lavorandoci su otterrete ottimi risultati:

MARTINI DRY
DAIQUIRI
WHITE LADY
GIN FIZZ
KAMIKAZE
LONG ISLAND ICED TEA
GILMET
MUSKOW MULE
RICKEY

Con questo articolo speriamo di potervi dato qualche spunto su cui lavorare per rendere ancora più confortevole la permanenza dei vostri ospiti, buona sperimentazione

Andrea Marangio

Bar Manager & mixologist – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts - Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Tags: genziana

Suze bitter

Nel 1885 Fernand Moureaux ereditò una distilleria di famiglia a Maisons-Alfort. Per salvare la…

By

Come preparare un ottimo Bronx cocktail

Il cocktail Bronx è una semplice variazione di un Perfect Martini che aggiunge il…

By

Guests Complain: Come recuperare da un disastro.

Tutte le attività legate all'ospitalità non riusciranno a servire efficacemente tutti i loro clienti.…

By

Tre domande a Giorgio Vicario

Intervista esclusiva a BarmanItalia a Giorgio Vicario bar manager del Beere&Mangiare di Roma Raccontaci…

By

Panaché e Radler, cocktail con la birra

Origini: Panaché una bevanda popolare francese, è una semplicemente una combinazione di una birra…

By

Pisco peruviano vs cileno: prove d’assaggio con Francesco Guetta

"Dopo il successo della Florence Pisco Week mi sono detto: perché non dedicare una…

By