Categories: mixologist in evidenza

Intervista a: Alessio De Simone capo barman del Wisdomless Club di Roma

  Raccontaci chi sei e la tua storia lavorativa Sono Alessio De Simone, capobarman del Wisdomless Club di Roma (www.wisdomlessclub.com).…

Aprile 9, 2020 11:21 pm

Raccontaci chi sei e la tua storia lavorativa
Sono Alessio De Simone, capobarman del Wisdomless Club di Roma (www.wisdomlessclub.com). Ho frequentato il mio primo corso da bartender, ormai 11 anni fa, presso la Party in Bottle. Come molti barmen della mia generazione, ho mosso i primi passi lavorativi in club e discoteche. La vera svolta è arrivata seguendo uno dei corsi del The Jerry Thomas Project, esperienza che mi ha definitivamente instradato verso il mondo del cocktail bar e del ‘bere bene’. Da lì ho avuto una lunga e bella esperienza all’ “Anima Mundi” , locale nelle vicinanze del Circo Massimo, presso il quale ho lavorato per circa 3 anni. Lo scorso anno sono approdato al Wisdomless Club, dove ho trovato il mio habitat naturale.

In questa emergenza da Coronavirus, cosa ti manca di più del tuo lavoro e perchè?
Sono tante le cose che mi mancano: dai profumi delle materie prime che utilizziamo nelle nostre preparazioni, al contatto con il pubblico e con i nostri ospiti abituali, fino ad arrivare al confronto quotidiano con i miei colleghi. Probabilmente, però, ciò di cui sento più la mancanza, è l’unicità di ogni singola giornata lavorativa, esperienza che il nostro mestiere sa sicuramente regalarci rispetto alla monotonia di un lavoro d’ufficio.

Segnalaci un tuo ‘consiglio’ per la categoria per quando si tornerà alla vita ‘normale’
Non so se sono in grado di dare consigli. Sicuramente, dal canto mio, quello che farò è prestare particolare attenzione e precedenza alle materie prime italiane e spero che molti colleghi facciano lo stesso, in modo da dare un contributo alla ripartenza della nostra economia.

Il primo drink che farai appena torni dietro il bancone….
Probabilmente il primo drink che preparerò sarà ancora a “porte chiuse” e a uso strettamente personale. Visto il mio grande amore per il Daiquiri e la bella stagione in arrivo, ne preparerò una mia versione con rhum agricolo, miele, ananas e menta.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail

 Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail Head Mixologist Connaught Bar Londra Cocktail: Number 11…

By

This website uses cookies.