Categories: mixologist in evidenza

Intervista a Domenico Dragone Brand Manager di Vecchio Magazzino Doganale

Aprile 18, 2020 11:21 pm

La prima volta che ho visto Domenico è stato in videochiamata, neanche il piacere di una stretta di mano, in questo periodo di quarantena tante cose stanno cambiando e forse cambieranno per sempre; pur essendo la nostra una conversazione virtuale sono stato subito colpito dalla sua disponibilità nel concedermi un’intervista, sembrava di conoscersi da tanto tempo!

Un bel paio di baffi curati stile anni ’20 sono la cosa che vi salterà immediatamente all’occhio, ma non passerà molto tempo dal riconoscere in lui anche tanta umiltà, semplicità ed una gran passione per il suo lavoro…

Calabrese di origne, toscano d’adozione, da ragazzo sceglie Firenze come meta per i suoi studi, finirà per fare l’agente immobiliare prima e successivamente la sua passione per il mondo del bar lo porterà ad intraprendere una carriera dietro il bancone.

Un bel giorno ad Aperitivi&Co (nota manifestazione che si svolge ormai da anni a Milano) arriva il fatidico incontro che avrebbe cambiato definitivamente la sua vita lavorativa, quello con Ivano Trombino, proprietario e fondatore di Vecchio Magazzino Doganale.
Tra loro è intesa a prima vista (ci spiega Domenico), in più essendo entrambi calabresi, i due scoprono di avere vedute in comune e perlopiù lo stesso background territoriale, di li a poco inizierà la loro avventura insieme.

Quando Domenico entra ufficialmente a far parte del team di Vecchio Magazzino Doganale, esistevano già Jefferson (Amaro Importante) e Roger (Amaro Extra Strong), attualmente dispongono di un portfolio di nove prodotti, uno più buono ed interessante dell’altro (umile parere personale), provare per credere!

www.vecchiomagazzinodoganale.com

Abbiamo fatto a Domenico alcune domande per conoscere meglio la loro realtà.

– Che cosa intendete per filosofia del “Territorio”?

Ciascun prodotto di Vecchio Magazzino Doganale è in dovere di rappresentare la Calabria, perciò ogni singolo prodotto non può non provenire da questa Terra: il bergamotto, le arance amare e dolci, il cedro, il rosmarino, la liquirizia ecc.
Solo in questo modo è possibile rappresentare al meglio il nostro territorio sia in Italia che all’estero.

– Come nascono le vostre “atmosfere” fantastiche?

Ogni prodotto di Vecchio Magazzino Doganale oltre ad essere di alta qualità, sembra avvolto da un’atmosfera magica.

Ci svela Domenico che il rapporto tra lui ed Ivano è un brainstorming continuo, ciò fa si che ogni prodotto si affaccia sul mercato, solo quando si ha la convinzione di avere un risultato perfetto.
Prodotto, packaging e storytelling devono completarsi e rafforzarsi a vicenda, sotto ciascun nome in etichetta compare un “claim” che ha la capacità di suscitare nell’immaginario del consumatore una vera e propria suggestione, un’atmosfera.

Prendiamo in esempio “Roger” un’ etichetta rossa dove è raffigurato un uomo distinto con baffi ed una bombetta per cappello, sotto al nome, scritto in bianco, compare la scritta: “Tenere sotto banco” ecco…Questa è l’atmosfera di cui vi parlavo!

– Il World Liquor Awards (World Best Liquor, World Best Herbal)

Nel 2018 Jefferson viene eletto a Londra il miglior liquore al mondo ed è la prima volta che questo capita ad un liquore d’erbe.

Ci racconta Domenico che quando gli è stato comunicato per lui è stata un’emozione incredibile, che ogni giorno lo rende orgoglioso ed ancor più concentrato sul suo lavoro, visto il “peso” che un riconoscimento del genere può attribuirti.

Un vero e proprio orgoglio per il Vecchio Magazzino Doganale, per la Calabria e per l’Italia intera!

La sorprendente forza di tutti i prodotti di Vecchio Magazzino Doganale è quella di essere fortemente caratterizzati, pur mantenendo sempre un grandissimo equilibrio.
Per quanto mi riguarda li considero adatti a ciascun tipo di palato e consumatore pur rispettando i gusti personali che ciascun bevitore e appassionato può avere.

– In cosa consiste la Miscelazione Rurale?

Domenico ci riassume questo concetto in tre parole:
una miscelazione essenziale, pulita e semplice.
Concetto che riguarda sia gli ingredienti usati, sia le presentazioni dei drink stessi.
Con il suo passato da bartender, Domenico, insieme ad Ivano e la sua grande passione, organizzano masterclass e serate di semplice ma sofisticata miscelazione, preparando drinks made in Calabria di storia e forte carattere.
Fra i più apprezzati, l’Americano Fantastico ed il Tonico Rurale.
Potete trovare alcune ricette che Domenico ama definire “Esercizi” nella sezione ricettario alla pagina www.vecchiomagazzinodoganale.com

“Ho immaginato quattro concetti per suddividerli:
Quotidiani: una volta al dì, godetevi una pausa in compagnia di un Dopolavoro o di un Virgola.
Trasversali: senza compromessi e vincoli, da assaggiare quando, dove e con chi volete.
Beverini: da bere a due a due, gustosi ed equilibrati, l’ideale accompagnati dalla vostra dama.
Serali: al calar del sole, quando calano anche i pensieri, per conciliare il sonno o per iniziare una notte lunghissima.”

Insomma se ancora non l’avete fatto quello di Vecchio Magazzino Doganale è un “Mondo” fantastico che consiglio a tutti di scoprire al più presto.

Alla Salute!

Marco Triani

Nasce a Roma nel 1983, finiti gli studi decide di fare esperienza lavorativa all'estero, occupandosi di marketing nel settore del Food&Beverage in Germania, Spagna e Inghilterra. Co fondatore e responsabile commerciale di Italiana Liquori&Spiriti, progetto di importazione di distillati internazionali premium, esclusivi in Italia. Vive tra Roma e Perugia; collabora con alcuni dei più importanti cocktail bar italiani; i viaggi sono la sua più grande passione e il Martini il suo cocktail preferito.