Categories: mixologist in evidenza

Intervista a Gianfranco Cacciola Four Seasons Londra Park Lane

Ciao Gianfranco, ci racconti brevemente la tua carriera fino ad oggi. La mia carriera si divide in 3 grosse fasi.…

Maggio 23, 2020 9:36 am

Ciao Gianfranco, ci racconti brevemente la tua carriera fino ad oggi.

La mia carriera si divide in 3 grosse fasi.
La prima è quella degli inizi come lavoretto estivo finita la scuola, cosa abbastanza comune per chi come me cresce al sud vicino il mare. La prima stagione fu a 16 anni in un lido del mio paese per poi spostarmi in altri bar sempre della zona.
La seconda fase è quella nei villaggi turistici e hotel di montagna.
Decisi di fare il barman a tempo pieno, quindi partecipai a dei corsi di formazione AIBES e privati per poi partire e fare esperienza. Ho un bel ricordo di quel periodo. Lavorai per molti anni per una compagnia turistica che mi portò in giro per l’Italia. Lavoro e Divertimento le due parole chiave.
La Terza fase è Londra, finita l’esperienza con la compagnia turistica italiana decisi di realizzare un sogno, lavorare a Londra in un 5 Stars Luxury Hotel. Nel 2010 decisi che era il momento di realizzare questo sogno. Mi trasferii a Londra e dopo un periodo di gavetta nel 2013 entrai a far parte del Four Seasons Hotel. Prima a Canary Wharf e dopo un anno mi trasferii nello storico hotel di Park Lane dove sono tuttora il Mixologist dell’Amaranto Bar.
Durante questi anni in Inghilterra ho creato anche BarJonio Cocktails progetto parallelo al mio lavoro con cui racconto la Calabria attraverso i Cocktail.

Quale è la tua filosofia di bar?

Il bar è dove familiarità ed ospitalità trovano luogo unito alla professionalità del servizio.
Il bar è il luogo dell’incontro e della realizzazione dei desideri dei nostri ospiti.
Il bar è il palcoscenico di noi Barmen dove possiamo esibirci, esprimerci e raccontarci tutti i giorni attraverso un drink o un semplice “Benvenuto”.

Cosa ti ha lasciato l’esperienza al Four Seasons di Londra?

Lavorare per il Four Seasons è l’esperienza lavorativa più importante che abbia mai fatto. Ho davvero capito cosa significa il servizio a 5 stelle, che non è fatto di posate d’oro e sfarzi, ma di accoglienza e artigianalità unite al servizio degli ospiti.
Chi frequenta i Four Seasons Hotels ha delle aspettative che non si possono deludere e riuscire ad esaudirle è la nostra mission.

Chi volesse seguire il tuo percorso ad alti livelli, quale consiglio pratico daresti?

Lavorare, studiare, osservare, testa bassa ed umiltà ma anche ambizione e credere nelle proprie potenzialità. E soprattutto avere dei sogni da realizzare. Io ho realizzato il mio entrando a far parte della Famiglia Four Seasons Hotel.

Ci racconti una tua ricetta

Sicuramente “The Roots” cocktail con cui ho partecipato alla finale europea della Bacardi Lagacy. Che racconta di me e delle mie radici calabresi ma anche della mia idea di mixology. Un connubio tra semplicità e tecnica, storia e provenienza.

50ml Bacardi Carta Blanca
25ml Liquirizia di Calabria liquore
20ml succo di Lime fresco
1 barspoon di Zucchero di Canna grezzo
4-5 foglie di Menta fresca

Shaker
Double strain
Cocktail coupette

Andrea marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.