Categories Interviste

Intervista in esclusiva: Biobacche Toscane

Intervista a Francesco di Biobacche Toscane, nel nostro esclusivo gruppo WhatsApp.

@Andrea: Benvenuto Francesco di Biobacche Toscane, grazie per aver trovato il tempo per parlarci dei tuoi succhi.

@Francesco: Grazie a te per averci invitati a raccontare la nostra storia.

@Andrea: Come nasce l’idea di produrre una linea di succhi di alta qualità?

@Francesco: L’idea è nata qualche anno fa. Ho due figli che, come tanti bambini, bevevano molto volentieri succhi di frutta. Questo mi ha portato a riassaggiare questo tipo di bevanda che non consumavo da tempo.
Bevendoli restavo sempre sorpreso dal fatto che non ritrovavo mai i sapori ed i profumi della frutta dichiarata in etichetta. Dopo averli bevuti resta sempre un desiderio di acqua o altro.
Quindi è nata l’idea di mettere in bottiglia il sapore reale della frutta di partenza conservandone anche il profilo nutrizionale. Ecco il nostro slogan Biobacche Toscane, benessere al naturale

@Duccio: Dove si svolge la produzione?

@Francesco: La produzione si svolge in provincia di Arezzo e sul Monte Cimone per quanto riguarda la trasformazione. Nelle stesse zone ed in altre aree della toscana e dell’appenino per la produzione di frutti e verdure.

@Andrea: Quali sono le differenze principali tra i vostri succhi e quelli comuni?

@Francesco: La differenza principale risiede nella qualità della materia prima e nel rispetto dei tempi corretti di maturazione per la raccolta. Usiamo solo frutta intera e non puree lavorate da altri. Inoltre lavoriamo tutto tassativamente a freddo con estrattori a bassa velocità. Imbottigliamo a freddo e pastorizziamo con la tecnica del sottovuoto. Questo permette di stabilizzare l’Estratto ottenuto ad una temperatura intorno ai 70°C per un periodo inferiore ai 3 minuti al picco termico.
Il risultato è che riusciamo a mettere in bottiglia, colori, profumi e sapori della frutta di partenza e che conserviamo ca l’80% delle caratteristiche nutrizionali dai frutti di partenza.
Altro elemento fondamentale è che non usiamo zucchero per cui abbiamo un succo molto fresco e vivace e otteniamo una persistenza al palato molto lunga. Si sente il sapore della frutta di partenza non falsato dagli zuccheri appunto.

@Duccio: Quali caratteristiche si perdono?

@Francesco: Si perde principalmente un 15/20% delle vitamine e gli enzimi. Restano invece in toto Sali minerali e antiossidanti. Dal punto di vista organolettica è come se fosse “crudo”

@Duccio: Dove si possono trovare questi prodotti?

@Francesco: La nostra distribuzione è principalmente in HoReCa sia in via diretta con i clienti sia, in alcune zone, con agenti che ci rappresentano. Siamo anche presenti in vari negozi specializzati nel Bio (escluso NaturaSi). A livello geografico siamo presenti principalmente in Toscana con vari clienti in molte zone d’Italia. SI tratta di Hotel, Caffetterie, Gastronomie, Spa, Centri Termali e qualche palestra

@Andrea: Hai già qualche ricetta originale da proporre? Personalmente conosco bene il prodotto è so che è fantastico in miscelazione.

@Francesco: In effetti alcuni amici Bartender ci hanno utilizzato per delle preparazioni. I prodotti hanno una piacevole acidità per cui si prestano ad abbinamenti per comporre dei drink. Mi viene in mente l’abbinamento di “Mi bevo l’orto (Carota, Sedano, Finocchio, Mela ed Olivello Spinoso) abbinato con Gin e Tonic Water oppure Freschezza a gogo (Ribes rosso, Fragola, Mela e Goji) abbinato con Vodka e Ginger Beer.

@Duccio: È stato fatto qualche evento promozionale?

@Francesco: in realtà più che eventi promozionali siamo stati “utilizzati” da alcuni clienti per degli eventi (quello in foto era a Street Chef Gourmet a Cortona nell’estate 2017)

@Marco: in media la shelf life quanto è?

@Francesco: Grazie alla tecnica di pastorizzazione che utilizziamo possiamo garantire fino a 24 mesi.
Abbiamo scelto di abbattere a -40°C i frutti al momento della raccolta. Questo ci permette di evitare processi enzimatici e la proliferazione di marciscienze. Facciamo poi lavorazioni tutte le settimane per cui consegnamo sempre prodotti freschissimi

@Andrea: C’è qualcosa che ti piacerebbe aggiungere?

@Francesco: Potrei aggiungere che Biobacche è un’azienda nata nel 2016 quindi molto giovane ed estremamente dinamica con un obiettivo ben chiaro: Offrire in tutto quello che facciamo gusto e benessere. Per cui materie prime eccellenti, lavorazioni rispettose della materia prima e profilo nutrizionale.
Qualità anche nella distribuzione: non siamo in GDO e non ci affidiamo a distributori che con i quali non riusciamo a controllare la destinazione finale dei prodotti. Un prodotto di qualità richiede una distribuzione di qualità.

@Andrea: Organizzate delle visite in azienda?

@Francesco: In realtà ci piacerebbe molto ma la nostra è una azienda che si potrebbe definire diffusa. Lavoriamo con un gruppo di aziende agricole in cui abbiamo i nostri frutti e le nostre verdure. Abbiamo cioè valorizzato una filiera esistente con cui abbiamo sviluppato le nostre idee. La visita in azienda diventa quindi un po’ difficoltosa perché siamo composti da tante piccole realtà

@Andrea: Producete altri prodotti oltre ai succhi?

@Francesco: Si, sempre basati sui nostri frutti abbiamo una linea di Estratti Puri, tra i quali molto interessante quello al Bergamotto.

Con le nostre verdure facciamo una piccola linea di Chips di Verdure disidratate a freddo, senza grassi, croccanti e sfiziose.

Lo scorso anno abbiamo posizionato degli alveari (in collaborazione con un apicoltore nostro vicino) in zone molto particolari per produrre Miele Biologico Toscano, Crudo, non microfiltrato. Gli alveari sono nel Parco Naturale dell’Uccellina, nel Parco Nazionale delle Foreste casentinesi, nelle creste senesi… insomma in zone lontane da fonti di inquinamento e con fioriture che permettano la produzione di mieli molto puri.

@Andrea: Oggi abbiamo conosciuto un’azienda che ha fatto della qualità il suo marchio. Grazie mille Francesco per essere stato con noi.

@Francesco: Grazie mille a voi. Buon lavoro e Buon Anno a tutti.

Share
Published by
Andrea marangio
Tags Succhi

Recent Posts

  • Attrezzatura
  • Miscelazione

Come si tiene un strainer Julep?

Esistesse un modo "giusto" o un modo "sbagliato" per tenere il julep strainer? In realtà è una questione di preferenze…

Maggio 24, 2019 12:09 am
  • Interviste

Jim Beam ce ne parla Cristina Folgore, brand ambassador Bacardi Martini

Abbiamo con noi Cristina Folgore brand ambassador Bacardi Martini per il comparto whisky, ci parlerà del Jim Beam e dell'iniziativa…

Maggio 23, 2019 12:01 am
  • Interviste

Intervista ad Alessandro Antonelli – dell’A.Roma Lifestyle Hotel di Roma e del suo Skystars bar.

Ciao Alessandro, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? Come ti sei avvicinato al mondo dei…

Maggio 21, 2019 11:47 pm
  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: B’Art

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 20, 2019 11:24 pm
  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: Caffè Grimaldi

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership conTuscan Spirits. Noi di…

Maggio 20, 2019 11:13 pm
  • Interviste

Intervista a Gabriele Rondani di Rinaldi1957

Intervista in esclusiva a Gabriele Rondani di Rinaldi1957 per BarmanItalia 1 - Ciao Gabriele, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad…

Maggio 19, 2019 11:02 pm

This website uses cookies.