Categories: Storia dei cocktails

kangaroo cocktail storia e ricetta

Il kangaroo iniziò a spuntare nei libri di ricette di cocktails e nei menu dei bar intorno al 1950. Era…

Novembre 2, 2019 11:43 am

Il kangaroo iniziò a spuntare nei libri di ricette di cocktails e nei menu dei bar intorno al 1950. Era basato sulla vodka, quindi uno spirito relativamente nuovo dietro i bar americani; molti barman, inizialmente incerti su come usare la nuova bevanda, hanno iniziato a lavorarci semplicemente prendendo cocktail a base di gin che erano già popolari sostituendole con la vodka (quindi, ad esempio, Orange Blossom, fatto con gin e succo d’arancia, genera lo screwdriver a base di vodka).

Non sorprende che qualcuno, da qualche parte, abbia portato quello che all’epoca era il cocktail a base di gin più popolare, il Martini, e ha provato a farlo con la vodka, soprannominando il nuovo mix il kangaroo. (Perché? Chi lo sa.) La bevanda compare con quel nome in diversi libri degli anni ’50 (la ricetta è tratta dall’Esquire Drink Book, del 1956), ma in pochi anni sono successe tre cose: il contenuto di vermouth della bevanda è sceso (oggi in genere è fatto senza vermouth); La guarnizione del limone veniva spesso abbandonata a favore di un’oliva verde (o olive multiple ripiene di spicchi d’aglio, blue cheese etc, come si vede spesso oggi); e forse più significativamente, il kangaroo si appropriava del nome del cocktail a base di gin da cui era derivato.

Oggi, questo nuovo nome è di solito quello che usi per ordinare questa bevanda in un bar, anche se nei bar più importanti di tutto il mondo, alcuni bartender e appassionati di cocktail sono sempre più irremovibili nell’usare quel nome solo in riferimento al classico a base di gin.

Ricetta adattata da The Esquire Drink Book, 1956

4,5 cl vodka
2,2 cl dry vermouth
Lemon twist

Unire gli ingredienti in un mixing glass e riempire con ghiaccio. Mescolare bene per 20 secondi; filtrare in un bicchiere da cocktail freddo. twist di scorza di limone.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Agot: il primo whisky single malt prodotto nei paesi baschi

È il primo whisky single malt spagnolo elaborato in maniera artigianale. Agot è nato…

By

la Sardegna ospita i Campionati Italiani Barman Professionisti

Quinta edizione dell'unica manifestazione che presenta il km zero sia del food che del…

By

The Twentieth Century Cocktail: storia e ricetta

The Twentieth Century Cocktail prende il nome dal treno del ventesimo secolo che collegava…

By

Stravecchio XO: il cuore del tempo

Milano, 13 novembre 2019 – Fratelli Branca Distillerie presenta Stravecchio Branca XO, il brandy…

By

16 novembre Carpano partecipa a “Il Vermouth di Torino… a Torino”

Milano, 12 novembre 2019 – Come padre e rappresentante storico della categoria, Carpano non…

By

La barlady Selia Bugallo vince Art of Italicus Aperitivo Challenge 2019

La challenge ideata da ITALICUS®, Rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato…

By

This website uses cookies.