Categories: Storia dei cocktails

kangaroo cocktail storia e ricetta

Il kangaroo iniziò a spuntare nei libri di ricette di cocktails e nei menu dei bar intorno al 1950. Era…

Novembre 2, 2019 11:43 am

Il kangaroo iniziò a spuntare nei libri di ricette di cocktails e nei menu dei bar intorno al 1950. Era basato sulla vodka, quindi uno spirito relativamente nuovo dietro i bar americani; molti barman, inizialmente incerti su come usare la nuova bevanda, hanno iniziato a lavorarci semplicemente prendendo cocktail a base di gin che erano già popolari sostituendole con la vodka (quindi, ad esempio, Orange Blossom, fatto con gin e succo d’arancia, genera lo screwdriver a base di vodka).

Non sorprende che qualcuno, da qualche parte, abbia portato quello che all’epoca era il cocktail a base di gin più popolare, il Martini, e ha provato a farlo con la vodka, soprannominando il nuovo mix il kangaroo. (Perché? Chi lo sa.) La bevanda compare con quel nome in diversi libri degli anni ’50 (la ricetta è tratta dall’Esquire Drink Book, del 1956), ma in pochi anni sono successe tre cose: il contenuto di vermouth della bevanda è sceso (oggi in genere è fatto senza vermouth); La guarnizione del limone veniva spesso abbandonata a favore di un’oliva verde (o olive multiple ripiene di spicchi d’aglio, blue cheese etc, come si vede spesso oggi); e forse più significativamente, il kangaroo si appropriava del nome del cocktail a base di gin da cui era derivato.

Oggi, questo nuovo nome è di solito quello che usi per ordinare questa bevanda in un bar, anche se nei bar più importanti di tutto il mondo, alcuni bartender e appassionati di cocktail sono sempre più irremovibili nell’usare quel nome solo in riferimento al classico a base di gin.

Ricetta adattata da The Esquire Drink Book, 1956

4,5 cl vodka
2,2 cl dry vermouth
Lemon twist

Unire gli ingredienti in un mixing glass e riempire con ghiaccio. Mescolare bene per 20 secondi; filtrare in un bicchiere da cocktail freddo. twist di scorza di limone.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail

 Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail Head Mixologist Connaught Bar Londra Cocktail: Number 11…

By

This website uses cookies.