Categories: Laboratorio

L’alloro nei cocktails

L'alloro, o lauro (Laurus nobilis), è un albero o un arbusto sempreverde dalle foglie ovali e lucide, alle quali vengono…

Luglio 31, 2016 9:41 am
L’alloro, o lauro (Laurus nobilis), è un albero o un arbusto sempreverde dalle foglie ovali e lucide, alle quali vengono attribuiti i maggiori benefici per la salute di questa pianta.

L’alloro è una specie rustica caratteristica delle aree mediterranee, ma che si adatta anche a climi più freschi. In Italia l’alloro può essere coltivato pressoché in qualsiasi orto o giardino. Cresce in maniera spontanea soprattutto nei boschi e nelle zone collinari.

Si utilizzano le foglie e se ne possono fare vari usi: in cucina, per aromatizzare carni e pesci, per preparare decotti rinfrescanti e dalle qualità digestive o pediluvi, o trattato con alcool per ricavarne un profumato e aromatico liquore dalle proprietà digestive, stimolanti, antisettiche ed è utile contro tosse e bronchite.

Per estrarre i suoi aromi possiamo utilizzare varie tecniche, in questo articolo ne evidenziamo due di cui una alcolica e l’altra analcolica.

Con alcool:

Pestare le foglie di alloro con acqua calda, aggiungere un distillato a scelta (vodka, gin, tequila ecc)

Se vogliamo ottenere un liquore aggiungeremo zucchero

Senza alcool

Pestare le foglie di alloro con acqua calda più zucchero.

Per entrambe le versioni lasciare a macerare almeno 6 ore

Questa è la formula base poi possiamo modificare tutti gli elementi, esempio possiamo utilizzare un Vermouth al posto di un distillato oppure nella formula analcolica ottenere un sciroppo mettendo una parte di zucchero e una parte di acqua.

Ecco alcune ricette che abbiamo provato per voi

Lauro Gin Tonic

5,00 cl Infusione con alloro più gin
10,00 cl Acqua tonica
Guarnizione foglia di alloro

Lauro Negroni

neuroni classico con Infusione con gin aromatizzato

Lauro Fizz

Distillato aromatizzato
più lime, zucchero e soda.

Lauro Martini

gn/vodka aromatizzata alloro

Buona sperimentazione con questo ingrediente che una volta provato vi assicuriamo darà molte soddisfazioni sia a voi che ai vostri ospiti

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Storia del protossido di azoto al bar e avvertenze

Sintetizzato dal filosofo e chimico Joseph Priestley nel 1772, il protossido di azoto (E942)…

By

Pink Gin cocktail storia e ricetta

Il cocktail Pink Gin è così chiamato grazie all'Angostura che dona all'ingrediente principale, il…

By

Diego Melorio – Quanto Basta cocktail bar di Lecce

Tra i vicoli del centro storico di Lecce abbiamo incontrato e intervistato Diego Melorio,…

By

The Bearcat cocktail ricetta e storia

The Bearcat Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 3,0 cl Pikesville Rye 1,5 cl…

By

Luca Gandolfi un barman a vela

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione (G. W. F. Hegel).…

By

Il pairing pizza&cocktail secondo Marco Serri del “Big Easy”

Una serata a metà strada tra mixology e arte bianca, tra cocktail e pizza,…

By