Categories: Merceologia

La genziana

La pianta di genziana è una metafora azzeccata per la vita. È un pò sfavillante, con molte varietà, dove spuntano…

Maggio 26, 2018 12:18 am

La pianta di genziana è una metafora azzeccata per la vita. È un pò sfavillante, con molte varietà, dove spuntano fiori su alti steli. Eppure il tutto – radici, foglie, petali – è terribilmente amaro per il gusto.

Gli amari fatti con la radice di genziana hanno avuto il loro apice alla fine del 19° secolo, e attualmente stanno avendo un revival, nonostante – o forse a causa da – un sapore dal profilo astringente.

Coloro che per primi hanno inventato questo spirito sono stati senza dubbio coinvolti nella medicina; quando si esplora la sovrapposizione tra “bevanda” e “amaro”, la farmacia è tipicamente coinvolta, almeno la farmacia come praticata nei giorni della stregoneria e dell’alchimia.

La scienza dietro Gentiane – come è nota la classe delle bevande a base di genziana – è piuttosto semplice. Gli umani si sono evoluti per rifiutare rapidamente qualsiasi cosa amara, in quanto ciò avrebbe dato loro un preavviso di qualcosa di velenoso, che tendono ad essere amari. (Ha un sapore amaro? Sputalo fuori. Facile.) Ma i primi medici pensavano che l’amaro potesse anche avere un ruolo positivo: quando il corpo rileva la presenza di amaro, aumenta la produzione di saliva e succhi digestivi per usurarlo più rapidamente. Come tali, gli amari non velenosi potrebbero essere coscritti per stimolare l’appetito e aiutare nella digestione.

Uno spirito distillato nelle Alpi dalla radice di genziana fu evidentemente scritto per la prima volta nel 1789; non molto tempo dopo, la produzione divenne comune in Francia, Germania e Svizzera. I viaggiatori spesso osservavano l’ubiquità delle gentiane. Nel 1853, la dottoressa TWC Martius, ad esempio, riferì che nel suo alloggio svizzero “mettevano davanti a noi una bottiglia di spirito genziana” che aveva “un odore particolare e un sapore leggermente amaro”. Ne bevve un piccolo bicchiere, dopo di che “sentì una forte inclinazione a vomitare, violento tremito e freddezza”.

Gli effetti drammatici sul Dr. Martius erano apparentemente un outlier. La genziana divenne molto popolare e alla fine attraversò anche l’Atlantico, dove fu impiegata come agente amaro negli amari aromatici, tra cui Angostura. Fu anche la spina dorsale della soda Moxie, che fu imbottigliata per la prima volta nel 1884 e per anni fu venduta a Coca-Cola, che fu fondata due anni dopo. Moxie è ancora prodotto oggi e, secondo il sito web dell’Università della Virginia, è realizzato “con una formula un pò diversa ma con un gusto che molti ancora considerano spiacevole”.

Ma con il recente revival del cocktail artigianale, il Nord America ha, riscoperto l’appeal della genziana – non solo nei liquori tradizionali come il Salers Aperitif (1885), Suze (1889) e Avèze (1929), tutti e tre che sono ancora fatti in Francia, ma anche nei liquori domestici.

Mentre molti amari , come Averna e Montenegro, incorporano la genziana nella loro miscela di erbe e spezie, la più pura rappresentazione dei sapori e delle marche di amari della radice provengono da liquori da aperitivo che non sono invecchiati, mescolati con altre erbe e spesso meno dolci . Mentre questi liquori sono tipicamente utilizzati per la miscelazione di questi giorni, i liquori alla genziana sono stati originariamente inventati per curare ciò che ti affliggeva, e suppongo che dovrebbero essere presi come una medicina, puri.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Agot: il primo whisky single malt prodotto nei paesi baschi

È il primo whisky single malt spagnolo elaborato in maniera artigianale. Agot è nato…

By

la Sardegna ospita i Campionati Italiani Barman Professionisti

Quinta edizione dell'unica manifestazione che presenta il km zero sia del food che del…

By

The Twentieth Century Cocktail: storia e ricetta

The Twentieth Century Cocktail prende il nome dal treno del ventesimo secolo che collegava…

By

Stravecchio XO: il cuore del tempo

Milano, 13 novembre 2019 – Fratelli Branca Distillerie presenta Stravecchio Branca XO, il brandy…

By

16 novembre Carpano partecipa a “Il Vermouth di Torino… a Torino”

Milano, 12 novembre 2019 – Come padre e rappresentante storico della categoria, Carpano non…

By

La barlady Selia Bugallo vince Art of Italicus Aperitivo Challenge 2019

La challenge ideata da ITALICUS®, Rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato…

By

This website uses cookies.