Categories: Merceologia

La salsa Tabasco

L'azienda di proprietà della famiglia McIlhenny produce dal 1868 le sue famose salse a Avery Island (a circa 140 miglia…

Aprile 18, 2018 10:31 pm

L’azienda di proprietà della famiglia McIlhenny produce dal 1868 le sue famose salse a Avery Island (a circa 140 miglia da New Orleans). Ma anche per un marchio iconico come Tabasco, la ricerca non si ferma mai a nuovi modi di usarlo – e sempre più barman stanno guidando la carica nella creatività.

La salsa Tabasco prende il nome dai peperoncini tabasco di cui è fatta. I peperoncini prendono il nome dallo stato messicano di Tabasco, da cui presumibilmente provengono. Tuttavia, c’è qualche disaccordo sul fatto che i peperoncini di tabasco siano originari dello stato di Tabasco stesso o se provenissero originariamente da un’altra parte del Messico o dall’America centrale.

La loro succosità fa parte di ciò che rende la Tabasco Sauce quello che è. Altre salse molto simili sono generalmente a base di peperoncini rossi di Caienna (Capsicum annum).

La tradizione vuole che “Tabasco Sauce” sia stata creata da Edmund McIlhenny. McIlhenny era originario del Maryland, ma si trasferì a New Orleans, in Louisiana, per cercare la sua fortuna intorno al 1840. Trovò la sua fortuna entrando nel settore bancario. Al tempo della Guerra tra gli Stati, era un banchiere di successo. Tuttavia, la guerra e le sue conseguenze hanno distrutto la sua attività. Andò in Texas per un pò, poi si trasferì con la famiglia di sua moglie a Avery Island, in Louisiana. Aveva acquistato alcuni semi di pepe tabasco da qualche fonte e li aveva piantati nel suo giardino sull’isola di Avery. Intorno al 1867, McIlhenny iniziò a fare delle sperimentazioni con una salsa fatta con i peperoncini. Frantumò i peperoncini rossi dalle sue piante, li mescolò con il sale trovato naturalmente su Avery Island e invecchiò il composto per un mese in crock, barattoli e barili.

Alla fine, ha mescolato questo composto con aceto di vino bianco e ha invecchiato il risultato per un altro mese. Così è nata la salsa Tabasco. Nel 1870 a McIlhenny fu concesso un brevetto per la sua invenzione. Ha iniziato a commercializzarlo lungo la costa del Golfo, e nel giro di pochi anni è diventato popolare in tutto il paese.

Come spesso accade, vi sono alcune controversie.

Alcuni sostengono che McIlhenny abbia avuto la sua idea e forse anche i suoi semi da una precedente salsa creata dall’imprenditore di New Orleans Maunsel White. Un articolo sul giornale Delta Daily di New Orleans del 26 gennaio 1850, intitolato “Pepper”, osservava che “il Col. White ha introdotto il celebre peperoncino di Tobasco, il più forte di tutti i peperoncini, di cui ha coltivato una grande quantità al fine diffonderlo attraverso lo stato “. Inoltre, osservando il giornale, “versando su di esso un forte aceto dopo averlo fatto bollire, ne ha fatto una salsa o un decotto di peperoncini, che possiede in una forma più concentrata tutte le qualità del vegetale.”

White non ha mai commercializzato la sua salsa al peperoncino, ma i suoi eredi lo hanno pubblicizzato per la vendita nel 1864, un anno dopo la sua morte, come “Essenza concentrata di Tobasco” di Maunsel White. Nota che né lui né loro sembrano aver mai cercato di brevettarlo. Sembra che gli eredi di White abbiano smesso di produrre questa salsa prima del 1900.

La McIlhenny Company nega tutte le affermazioni secondo cui Edmund McIlhenny abbia ottenuto la ricetta da White.

Maunsel White ha creato un’altra salsa, chiamata “Maunsel White’s 1812 Sauce” in onore della Battaglia di New Orleans. Questa salsa contiene una miscela di vini, peperoncini e spezie. La famiglia di White produce ancora questa salsa e la vende localmente nell’area di New Orleans.

Oggi l’ azienda Tabasco produce un’ampia varietà di prodotti e aromi di salse piccanti, dal chipotle, al jalapeno, alle buffalo sauces, Tabasco all’olio d’oliva e alla sriracha.

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Diego Melorio – Quanto Basta cocktail bar di Lecce

Tra i vicoli del centro storico di Lecce abbiamo incontrato e intervistato Diego Melorio,…

By

The Bearcat cocktail ricetta e storia

The Bearcat Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 3,0 cl Pikesville Rye 1,5 cl…

By

Luca Gandolfi un barman a vela

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione (G. W. F. Hegel).…

By

Il pairing pizza&cocktail secondo Marco Serri del “Big Easy”

Una serata a metà strada tra mixology e arte bianca, tra cocktail e pizza,…

By

Whizz Bang cocktail

WHIZZ BANG Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 2,0 cl Vermouth dry Noilly Prat 4,5…

By

Tre domande a Simone Lancia

Raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? come ti sei…

By