“L’essenza del Kahve” il cocktail di Kevin Botte Brand Ambassador Caffè Barbera

 

Durante gli anni di scuola superiore ho iniziato a lavorare presso l’hotel Florence a Bellagio per mettere qualche soldo da parte. Ho lavorato a Bellagio fino ai 19 anni, quando mi sono imbattuto nell’occasione di andare a fare un’esperienza in un’azienda vinicola in Australia, la Mandala Wines in Yarra Valley. Lì lavorando nella vigna, a contatto con la terra, ho iniziato ad avvicinarmi al mondo del vino.

A Melbourne, con l’intento di migliorare l’inglese, ho frequentato i primi corsi di caffetteria e bartending. Dopo un anno, rientrato in Italia, ho continuato a lavorare in diversi locali, dove ho iniziato a mettere in pratica quanto imparato in Australia. Sono poi partito per la Thailandia per seguire il corso dell’EBS, dove fra lezioni e un allenamento costante ho sempre voluto migliorare le mie conoscenze sul mondo del beverage.

Dopo un periodo lavorativo in Svizzera sono andato alle isole Canarie, dove ho lavorato presso la Delicatezza Cocktail bar. Lì grazie all’aiuto e al supporto di Anthony Serra ho avuto la possibilità di esplorare e sperimentare quanto imparato fino ad allora, restando sempre aperto ai nuovi impulsi. Durante quel periodo mi sono recato a Londra per diversi seminari e corsi.

Dopo aver lavorato a Madrid e a Milano ho iniziato a concentrarmi di più sulla caffetteria e sul mondo del caffè, per i quali avevo sviluppato curiosità grazie a un incontro con Chiara Bergonzi. Senza mai smettere di studiare, due anni fa ho avviato una collaborazione con Caffè Barbera, con i quali tutt’ora ho ottimi rapporti e molti progetti futuri.

Per ampliare le mie conoscenze e affinare le tecniche di pairing collaboro anche con lo Chef Stefano Visini di Como. Sono in collaborazione anche con le Terrazze a Como e il Seta a Bellagio. In Colombia ho un ottimo aggancio in una fattoria di caffè dove ci teniamo in contatto per qualsiasi novità e vari consigli, Caffè las Juanas. So che c’è ancora molto da imparare e non smetterò mai di cercare di migliorare il mio gusto, imparando dalla passione delle persone che incontro.

 

L’essenza del Kahve

Un cocktail ispirato alla storia del caffè Partenopeo, dove la leggenda ci racconta di come l’Impero turco sia stato sconfitto dai viennesi e come, l’unione tra una principessa austriaca e la famiglia Borbone, introdusse in corte l’usanza del caffè a Napoli. Kahve, così chiamato in origine dall’Impero ottomano, mutò nel corso del tempo per poi divenire a noi noto come caffè.

La storia, ogni giorno, ci insegna come usanze e costumi abbiano influito nella nostra vita e come la tradizione, nonché l’innovazione, facciano parte della nostra quotidianità.
Per questo ho voluto racchiudere in un drink l’autenticità italiana con i prodotti del Nuovo Mondo.

Metodo: Tecnica stir and strain.

Servire in coppetta Nick e Nora

Ingredienti e quantità:

Ananas chiarificato 40 ml
4 drops mix di acido tartarico e mallico
1 b.s. di campari
Mezcal del Maguey Vida 30 ml
Finire con un float di caffè cold drip 25 ml

Momento della giornata consigliato: Pre dinner/ after dinner

Bicchiere: Nick e Nora

Home made:

Ananas chiarificata- con la tecnica gelo e disgelo di Liquid Intelligence, usando un ananas matura e di buona qualità estrarre con l’estrattore. A parte scaldare una quantità di estratto di ananas con la agar agar portando a temperatura per attivare l’effetto gelificante. Disporre il tutto in un contenitore e mettere in freezer oppure in abbattitore. Una volta congelato con l’aiuto di un panno o dei colini a maglia fine lasciare scongelare facendo sgocciolare con molta pazienza l’ananas chiarificata.
Mix di acido tartarico e malico -sciogliere in 100g di h20, 3g di acido tartarico e 2 g malico

Cold brew coffe: vuol dire estrarre a freddo, serve per prelevare la parte più dolce del caffè, dove con l’aiuto di un cold drip e con una estrazione lenta di 24 ore avremo un prodotto dolce e senza quelle note astringenti e amaricanti. Con i cold brew caffè barbera ho già un prodotto finito che utilizza una pregiata selezione di chicchi tostati al metodo napoletano. Questo mi consente di risparmiare tempo nelle preparazioni dando sempre la qualità ai clienti.
Con questo prodotto lavoro con note ben bilanciate dai sapori che ricordano il cioccolato fondente, la mandorla tostata dal carattere pieno che vanno ad amalgamarsi bene con il Campari l’ananas e il mezcal.