Categories Interviste

L’intervista: Federico Cremasco ci racconta i suoi prodotti Fred Jerbis

Federico, raccontaci chi sei e come ti sei avvicinato al mondo della miscelazione, e poi della distillazione

La mia esperienza nel mondo dei cocktail inizia quasi 20 anni fa; in un primo momento a Milano, in un’azienda di consulenze nell’ambito del food&beverage, nel 2004/2005 ho gestito un locale sul Lago di Maggiore, dal 2006 sono stato, per due stagioni, bartender in Costa Smeralda, ho poi lavorato come barman in Spagna, prima a Tenerife poi a Barcellona, mentre nel 2008 sono rientrato in Friuli per aprire una mia scuola di formazione per barman. Sono stato per 8 anni docente della scuola alberghiera di Aviano e tutt’ora continuo la mia passione per il bar dietro il banco dell’Hamingway di Polcenigo.

Proprio di fronte al locale ho aperto il mio laboratorio, una ex farmacia del paese. Già nel 2014 ho realizzato un primo laboratorio, dove le piante raccolte diventano infusi e distillati. Inizia così una fase di ricerca e sperimentazione nel mondo degli spirits, che mi ha portato prima a concepire il trittico: Gin – Bitter – Vermut, e adesso altri prodotti a base di piante locali. Infatti tutto nasce dalla mia passione per piante e natura. Dapprima, a studiare e a raccogliere botaniche ed erbe officinali. Poi iniziando a coltivare spezie nel prato del nonno dietro a casa; ed infine sperimentando diverse tecniche d’estrazione per creare oli essenziali, dalle fragranze senza tempo. Naturalmente ho fatto un percorso molto ampio, come corsi di profumeria, erboristeria e anche aromaterapia ma soprattutto da “aromatiere”. La mia grande passione sono le erbe e il mio percorso è stato sempre dedicato solo a conoscere e trasformare le botaniche; infatti Fred Jerbis sta per “le erbe di Federico”. Abbiamo scelto un nome d’ispirazione friulana proprio per dare risalto ed importanza al territorio, fondamentale per la creazione dei nostri prodotti.
L’idea è stata quella di mostrare questa alchimia rispecchiandola in FJ, in cui sono in continuo dialogo con la natura; ricercare, e sperimenta nuovi abbinamenti, rinnovando i gusti; un erborista, che coltiva e cura piante giorno per giorno. FJ crea spiriti: distillati e liquori naturali, con ingredienti di alta qualità. Una filiera corta per creare prodotti unici, Fred Jerbis porta in se i valori del KM0 e dell’artigianalità.

Ti va di raccontarci come nascono i tuoi prodotti?

Il territorio è un aspetto fondamentale per il nostro progetto. I nostri, infatti, sono tutti prodotti km zero. La nostra forza è quella di aver creato una rete di collaboratori, con micro produzioni, che ci garantiscono sempre ingredienti di prima qualità. Quindi se escludiamo gli agrumi e il ginepro, comunque sempre italiani, possiamo affermare che i nostri prodotti sono 100% friulani. Un altro aspetto cruciale per la creazione dei nostri prodotti è il legame con il passato, infatti per realizzare i nostri spirits ci siamo ispirati a dei testi di liquoristica classica italiana, proprio perché ci sentiamo molto legati alla tradizione e alla cultura del passato. Al tempo stesso, però siamo convinti che ricerca e sperimentazione siamo la chiave per avere qualcosa di originale. Da questi testi di liquoristica prendo spunto per nuove ricette, ma è il continuo contatto con la natura, le montagne, i prati del nostro territorio che trovo idee, ma sopratutto esperimenti; infatti

ogni anno cerchiamo di realizzare un piccolissimo lotto di un prodotto che nasce solo da un pianta raccolta in piccolissime quantità e solo nel momento perfetto per la raccolta. Ad esempio l’anno scorso abbiamo sperimentato un Gin e Corniolo. Raccolto solo nel giorno perfetto di fine agosto per produrre ben 25 bottiglie, naturalmente per la gioia dei miei amici che all’Hamingway hanno potuto degustarlo.

Gin, Bitter e Vermouth, pensati per realizzare il tuo sogno, ovvero un Negroni perfetto…

Un Negroni 100% friulano…o quasi, ma di certo 100% made in Italy. Se per noi è fondamentale la tradizione, che si sposa con l’innovazione nel creare spirits, ancor di più lo è nel riprendere il cocktail italiano più famoso al mondo e rivisitarlo con i nostri spirits, e questo è motivo di grande orgoglio. Non ci aspettiamo che possa sostituire il più classico dei Negroni, ma vorremmo pero far capire che il Fred Negroni è una mio personale twist, e questo possa essere di ispirazione per tutti i barman che vogliono coccolare i loro clienti, potendo raccontare l’intera filiera dei nostri spirits, proponendo un gusto simile ma moderno, magari apprezzato dal grande pubblico.

Cosa ci aspetta in futuro? Quali novità proporrai nel prossimo periodo?

Se quest’anno è l’anno del Negroni che spegne 100 candeline, di certo non ci possiamo fermare qui. Stiamo definendo gli ultimi dettagli per proporre una versione del Negroni affinato in botte che utilizza botti prodotte solo in Friuli e con caratteristiche diverse tra loro. Se il Negroni è l’emblema dei cocktail italiani, il Negroni Sbagliato è un altro drink molto interessate; nato a Milano, al Bar basso, può essere proposto anche con una bella bolla dei nostri colli orientali e naturalmente con BITTER e VERMUT FJ. Di certo non ci fermeremo qui, perché stiamo aprendo sempre nuove collaborazioni, anche oltre oceano che potrebbero portare anche nuove proposte in miscelazione. Non dimentichiamo Il Friuli, una delle regioni botanicamente più affascinanti d’Italia, e da secoli questo patrimonio è stato sfruttato nella tradizione locale, e forse potremmo scoprire nuove realtà contadine pronte a regalarci qualche botanica sconosciuta o magari tipica di altre zone ma trapiantata proprio qui.

Share
Published by
FSB

Recent Posts

  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: B’Art

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 20, 2019 11:24 pm
  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: Caffè Grimaldi

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership conTuscan Spirits. Noi di…

Maggio 20, 2019 11:13 pm
  • Interviste

Intervista a Gabriele Rondani di Rinaldi1957

Intervista in esclusiva a Gabriele Rondani di Rinaldi1957 per BarmanItalia 1 - Ciao Gabriele, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad…

Maggio 19, 2019 11:02 pm
  • Bar nel mondo

Pietrasanta da bere: Bar Avio

Torna Pietrasanta da bere, che per questa edizione punta sulla qualità a km0 grazie alla partnership con Tuscan Spirits. Noi…

Maggio 19, 2019 12:19 am
  • Miscelazione

Il bicchiere highball

Gli highball sono una categoria di cocktail semplice, comunemente con solo due ingredienti: uno spirito e un sodato, serviti in…

Maggio 18, 2019 8:31 am
  • Interviste

Lo scrittore si racconta: intervista a Marco Garino

Ci racconti la tua storia personale, chi è Marco Garino? Sono un intramontabile positivo sempre appassionato per quello che faccio.…

Maggio 16, 2019 11:25 pm

This website uses cookies.