Categories: Interviste

Lo scrittore si racconta: intervista a Marco Garino

Ci racconti la tua storia personale, chi è Marco Garino? Sono un intramontabile positivo sempre appassionato per quello che faccio.…

Maggio 16, 2019 11:25 pm

Ci racconti la tua storia personale, chi è Marco Garino?

Sono un intramontabile positivo sempre appassionato per quello che faccio. Ho iniziato come Barista per pagarmi gli studi, sono poi diventato Sommelier FISAR per perfezionarmi e nel 2001 ho cominciato come commerciale nel Food Service Equipment in collaborazione con uno dei più grandi Gruppi del settore. Mi son specializzato nell’Ice & Beverage e raggiunta la carica di Key Account Manager EMEA dopo ben 9 anni ho deciso di intraprendere una nuova sfida restando nel settore ma entrando nel mondo della cottura come Sales & Marketing Manager Sud Europa, Medio Oriente ed Africa, e qui con mia sorpresa ho ritrovato e sperimentato il ghiaccio come strumento di ausilio in cucina.

Nel 2015 ho sentito il richiamo del mio primo “amore”, come se avessi da finire un percorso, ed è così che son ripartito nel ruolo di International Key Account Manager con Brema Group S.p.a. leader nella manifattura e distribuzione di macchine per la produzione di ghiaccio, e qui ho effettivamente ritrovato gli stimoli per progettare questo libro, il primo libro al mondo che ti dice tutto sul ghiaccio e sulle sue applicazioni.

Quanto tempo ci vuole per scrivere un libro?

Partendo dal presupposto che sono oltre 20 anni che opero attorno al bancone, come operatore prima e come fornitore oggi, posso dire che senza l’esperienza sul campo sarebbe stato impossibile scrivere questo libro cogliendo tutte le sfumature necessarie e le esigenze dei potenziali lettori. Ma tutto ciò premesso potrei dire che comunque per scrivere un libro come questo, che possa esser anche un manuale, ci va almeno 1 anno.

Nel tuo libro si parla del ghiaccio, quali sono gli argomenti principali che vai a trattare?

Mi piace dire che questo libro è un viaggio che parte dall’acqua per tornarci, passando per il processo di trasformazione e solidificazione chiamato ghiaccio o ICE in inglese.
Ma per me ICE è anche un acronimo che riassume velocemente quello che si trova nel libro, e sta ad indicare Igiene (e Sanità), Controllo (di Costi e Qualità), Ecologia (ed Eco-sostenibilità)
E’ un libro che tratta tutto del ghiaccio, ma che strizza l’occhio al mondo dell’entertainment, perché e dove credo ci sia più bisogno di formazione sull’argomento.

Ci dici 3 false credenze sul ghiaccio che i barman pensano siano vere?

Per me la falsa credenza più importante è quella di non considerare il ghiaccio un ingrediente ma solo un elemento di preparazione o decorazione, so che diranno che mi sbaglio, ma di fatto non è facile leggere delle ricette che riportano il ghiaccio tra gli ingredienti specificandone magari quantità o tipologia.

Fatto salvo quanto appena affermato una seconda falsa credenza è quella legata all’aspetto igienico, dove spesso si crede che il ghiaccio in quanto tale sia pulito poiché congelato, i batteri ed i virus sopravvivono senza problemi e possono anche moltiplicarsi, di qui la volontà di usare un hashtag internazionale che compare persino in copertina #iceisfood.

La terza falsa credenza che mi colpisce sempre molto è quella legata al costo del ghiaccio, sempre più spesso durante i miei corsi emerge la necessità di parlare di food cost anche nei cocktail dove se non sempre, direi spesso il ghiaccio viene considerato a costo zero, specialmente se autoprodotto, ma non è così.

Quando è prevista l’uscita del libro e dove lo possiamo andare ad acquistarlo.

Il libro è in fase di distribuzione in questi giorni, il 25 maggio a Torino lo presenterò durante il Cocktail Week insieme al Barman Mirko Turconi che ha curato un capitolo, e a Marco Bertoncini de ilGin.it e poi dal 28 lo troverete nelle librerie oppure online sia nelle piattaforme distributive che nei siti degli operatori di settore.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Emporio Armani Caffè presenta: i nuovi cocktails con cibo in abbinamento

In occasione della Bologna Cocktail Week Emporio Armani Caffè e Ristorante presenta i nuovi…

By

Tre domande a Paolo Manna di Donna Romita – Alcolici&cucina di Napoli

Ciao Paolo, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? Come…

By

Suffering Bastard cocktail storia e ricetta

La storia del Suffering Bastard è molto interessante non solo riguardo al cocktail, ma anche…

By

Brainstorm Cocktail storia e ricetta

Il Brainstorm Cocktail è uno dei classici del pre-proibizionismo di Hugo Ensslin, pubblicato per…

By

Le differenze tra Cognac e Armagnac

Sorseggiare un bicchiere di distillato francese è un modo semplice e di classe per…

By

Tre domande a Flavio Giamporcaro

Bartender palermitano opero nel settore da circa 12 anni . Ho iniziato questo lavoro…

By

This website uses cookies.