Categories: Interviste

London Night in Pistoia: Pietro Rizzo

Il 9 Maggio, dalle 18,00 in poi, in 5 locali di Pistoia, avrà luogo l’evento “A LONDON NIGHT IN PISTOIA”…

By FSB
Aprile 30, 2019 9:34 am

Il 9 Maggio, dalle 18,00 in poi, in 5 locali di Pistoia, avrà luogo l’evento “A LONDON NIGHT IN PISTOIA”

All’interno degli eventi collegati alla Tuscany Cocktail Week infatti,Sette Bartenders provenienti dai migliori locali di Londra, proporranno le loro creazioni al pubblico pistoiese, in perfetto stile londinese.

BarmanItalia ha deciso di intervistarli per voi, raccontandovi la storia di questi giovani barman italiani che tengono alta la bandiera del bel paese oltremanica, cominciamo con PIETRO RIZZO (B.Ambassador Mancino/Rinomato)

Ciao Pietro, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? come ti sei avvicinata al mondo dei cocktail?

Ho iniziato lavorando nella ristorazione Piemontese più precisamente nel Monferrato, come cameriere o barista nelle stagioni estive. Nel 2006 maturò in mel’idea di trasferirsi a Londra per crescere a livello professionale. Presto capi che ciò che mi affascinava di più in questo mestiere era la creazioni di sapori nuovi, lo studio e la ricerca di ingredienti, odori che risvegliassero ricordi lontani. I Cocktail sono divenuti il modo per dare forma a questo sogno, perchè per me a prescindere dalla gradazione alcolica ciò che importa è l’esperienza offerta al suo ospite, la sua storia presente in ogni drink, sapergliela comunicare con sapori e descrizioni uniche. Da lì mi sono specializzato sempre di più, passando anche attraverso molte competition. Durante la mia carriera londinese, in veste di Bar Manager mi sono occupato di avviare e gestire noti Bar della cockteleria Londinese, come Looking Glass Cocktail Club, Barts (Speakeasy), Mr. Foggs Gin Parlour, Mr. Foggs Society of Exploration, Four Degree (Japanese French fusion e Whiskey Bar). Poi, dopo anni di viaggi ho deciso di rientrare di nuovo a casa, a Torino per apprendere da uno dei migliori Maestri del settore, ovvero Dennis Zoppi. Dopo un esperienza intensa e ricca come Head Bartender a Smile Tree di Torino sono tornato a Londra e inizia una nuova sfida come European Brand Ambassador di Rinomato Aperitivo e Mancino Vermouth.

Ci racconti brevemente il locale dove lavori? Da quanto tempo ti trovi dietro questo bancone?

Il Bancone dietro il quale lavoro attualmente cambia ogni mese in base ai Seminari e alle “Special Guest” che organizzo per tutta Europa. Essendo European Ambassador offro un seminario che mira a condividere la cultura Dell’aperitivo dalle sue origini ad oggi. Svolgo questo ruolo da tre anni e questo mi da modo di girare tanti bar in tutta Europa ed apprendere da diversi stili.

Da italiano a Londra, cosa è che ti piace del lavorare nella capitale britannica, e cosa invece ti manca dell’Italia?

Londra è la città delle opportunità, dove i sogni si possono realizzare col duro lavoro e tanta passione.. oltre ad essere meritocratica e leader nel settore della cockteleria. Ovviamente mi manca la mia famiglia, le persone più care con le quali sei cresciuto, e alcune di quelle cose che solo l’Italia può offrire, come  il sole e la cucina di casa.

Recent Posts

Come preparare un ottimo Bronx cocktail

Il cocktail Bronx è una semplice variazione di un Perfect Martini che aggiunge il…

By

Guests Complain: Come recuperare da un disastro.

Tutte le attività legate all'ospitalità non riusciranno a servire efficacemente tutti i loro clienti.…

By

Tre domande a Giorgio Vicario

Intervista esclusiva a BarmanItalia a Giorgio Vicario bar manager del Beere&Mangiare di Roma Raccontaci…

By

Panaché e Radler, cocktail con la birra

Origini: Panaché una bevanda popolare francese, è una semplicemente una combinazione di una birra…

By

Pisco peruviano vs cileno: prove d’assaggio con Francesco Guetta

"Dopo il successo della Florence Pisco Week mi sono detto: perché non dedicare una…

By

Tre domande a Gian Paolo Di Pierro

Intervista esclusiva per BarmanItalia a Gian Paolo Di Pierro, barmanager del club Derriere di…

By