Categories: Storia dei cocktails

Ngiam Tong Boon

La vita in generale è troppo breve per passare il tempo ad interagire con i commenti su Internet. Ma quando…

Marzo 21, 2018 12:34 am

La vita in generale è troppo breve per passare il tempo ad interagire con i commenti su Internet. Ma quando qualcuno risponde a un articolo con cui hai scritto (in précis), “Sono suo nipote e hai sbagliato tutto”, la cosa minimamente decente da fare è lasciare una mail per configurare una chat su Skype.

Perché, qualunque cosa tu pensi della bevanda – in particolare nelle permutazioni ora vendute a Raffles – il posto del Singapore Sling nella storia del cocktail è assicurato.
Il Singapore Sling è il cocktail più famoso di un intero continente: l’Asia. È uno dei pochi cocktail che rappresenta la bevanda simbolo di un paese. E Ngiam Tong Boon è senza dubbio il primo barman asiatico famoso.
Inoltre, non è così spesso che ci si imbatte in discendenti viventi e vicini dei barman pre-proibizionisti, dopo tutto.

Robert (figlio di Tee Yen Ngiam) sembra essere in quella fase della vita in cui le persone affrontano la propria mortalità e desiderano che abbiano imparato di più sui loro cari prima della morire. Suo padre, Tee Yen Ngiam, è scomparso nel 2012, ufficialmente all’età di 94 anni. Il padre di Robert, dice, ha seguito le orme di Ngiam Tong Boon, partendo da marinaio e lavorando come barista a New York dove, al ristorante cinese Ming al 23° Park Avenue South, ha perfezionato la ricetta di famiglia – che Robert non vuole Condividere.

La cosa più sconcertante è che il padre di Robert non ha mai incontrato suo padre.
Sì, secondo Robert, suo nonno, Ngiam Tong Boon, è morto sull’isola di Hainan, in Cina, dieci giorni prima della nascita del suo secondo figlio. E, inoltre, era allergico all’alcool, un tratto che Robert dice che lui e suo padre hanno ereditato.

Suo nonno fuggì da Hainan e lavorò su una nave francese, prima di atterrare al Raffles, farsi strada fino a diventare capo barman, inventare il Singapore Sling e acquistare una piantagione di caucciù in quella che ora è la Malesia.
Qualunque sia la veridicità di questa tradizione familiare, è una storia eccitante.

Arthur Ngiam ha passato la vita a lavorare per multinazionali, fondare una società di ingegneria di successo, studiare a Cambridge e crescere tre figlie brillanti e belle. Ora è in pensione, con il tempo a disposizione, e – come potresti essere quando la bevanda di tuo nonno è nei menu dei cocktail bar di tutto il mondo.

Arthur spiega la vita di Ngiam Tong Boon per me in termini di valori chiave cinesi: rispetto per gli antenati, rispetto per gli anziani ed etica del lavoro. “Mio nonno era un uomo parsimonioso e astuto, ma anche molto generoso”, dice Arthur. “Gestiva una casa di accoglienza nella sua casa sulla 19 Middle Road, per ospitare nuovi immigrati dalla Cina – con una caffetteria al piano di sotto per fornire lavoro. E quando i membri della famiglia venivano a trovarli, li prendeva a lavoro al bar o al Long Bar – lavapiatti, cameriere, qualunque cosa. ”
Sorprendentemente, Ngiam Tong Boon non ha mai fatto pagare l’alloggio. “Quando arrivavano persone da Hainan, spesso avevano solo biscotti di riso: avevano speso tutti i loro soldi per il viaggio. Li sistemava e li aiutava a trovare lavoro “, dice Arthur. “Quando ero bambino c’erano ancora persone che apprezzavano ciò che mio nonno aveva fatto per i loro mariti o membri della loro famiglia. Ricordo di averli incontrati. ”
Entrambi i nipoti sono certi che Ngiam Tong Boon ha sfruttato al massimo la sua posizione a Raffles. Molti immigranti hainanesi lavoravano nel settore alimentare e delle bevande, così come il capo barman del miglior bar del hotel della città, Ngiam Tong Boon era estremamente influente.

Anche se seguì le sue orme e lavorò a Raffles dopo la sua morte, il padre di Arthur conosceva a malapena suo padre. Quello che Arthur mi dice viene da sua nonna, da sua madre, alla quale lui, come il figlio più giovane, era molto vicino.
“Mia nonna era molto tradizionale”, dice Arthur. “Era un matrimonio combinato. Non voleva andare a Singapore, ha rifiutato di lasciare la Cina anche quando le cose si sono fatte difficili. Ha lavorato, fondamentalmente, come agricoltrice nella fattoria di famiglia. ”
Così la moglie di Ngiam Tong Boon rimase a casa, a più di 2.000 km di distanza, per crescere la famiglia. Suo marito tornava quando poteva, e abbastanza spesso per concepire due figli – ma in un’era prima dell’aviazione commerciale, quello che ora è un volo di tre ore prima era un viaggio di settimane.

L’inconveniente per la storia del cocktail, Arthur non è sicuro della data di nascita di suo padre, per non parlare di quella di suo nonno. “Non ci sono documenti della dinastia Qing in Cina”, spiega. Secondo Arthur, suo padre è morto nel 1996, all’età di 88 anni, e ha celebrato il suo compleanno con il calendario lunare cinese, quindi è nato molto probabilmente nel 1908.
E suo padre, Ngiam Tong Boon, morì quando il padre di Arthur aveva sei o sette anni, dieci giorni prima che nascesse il suo secondo figlio – molto probabilmente nel 1915. “Mio nonno era tornato a Hainan per una visita”, dice. “Non sapeva che era malato: è sì ammalò appena quando era lì.”

Ora, dato che il Raffles sostiene che Ngiam Tong Boon aveva inventato il Sling Singapore nel 1915, questa cronologia è problematica. Il 1915 sembra essere l’anno in cui morì, Ngiam Tong Boon avrebbe dovuto inventarsi un cocktail, renderlo famoso abbastanza per sopravvivere con il suo nome, percorrere migliaia di chilometri per Hainan e morire tutto nello stesso anno.
Intendiamoci, Raffles affermò anche che Ngiam Tong Boon teneva la sua ricetta segreta in una cassaforte, dove fu scoperta per caso.
Secondo Arthur, Ngiam Tong Boon aveva effettivamente una cassaforte nella sua casa al numero 19 Middle Road (l’edificio originale è stato demolito). E, secondo sua madre, c’era una ricetta che teneva nella cassaforte. Ma quando la famiglia acquistò la cassaforte, era aperta e vuota, l’unico contenuto era un pezzo di carta rossa con il nome di Ngiam Tong Boon scritto in caratteri cinesi.
“Nessuno sa a chi ha lasciato la chiave”, dice Arthur. “Ma quando la famiglia l’ha ricevuta, era vuota. Nessuno sapeva dove fosse la ricetta. Semplicemente non lo sappiamo. ”
Ora, è estremamente chiaro che Ngiam Tong Boon non ha inventato il gin sling, un cocktail così vecchio che il termine “sling” si ritrova nella prima definizione della parola “cocktail”. Gli slings con il gin erano molto popolari , abbastanza bene per recitare in un poema parodistico nel locale Straits Times nel 1895: potevano essere sormontate da acqua o soda, ed erano comuni come lo “stengah” (scotch e soda).

Inoltre, uno sling rosa sembra essere apparso per la prima volta sui giornali di Singapore nel 1903. Quindi se, come sembra, è quella delicatezza che è venuta a distinguere il Singapore Gin dal comune Gin Sling, Ngiam Tong Boon avrebbe dovuto inventarlo molto prima del 1915 – ci sono ricette per gli sling con cherry brandy e DOM Bénédictine dal 1913.
Il che significa che le generazioni di Ngiams, incluso Ngiams che lavorava a Raffles con Ngiam Tong Boon, credevano erroneamente che Ngiam Tong Boon avesse creato il Sling Singapore. O che l’ha creato piuttosto prima del 1915.
Ma prima, torniamo indietro un pò. Secondo Arthur, Ngiam Tong Boon crebbe sull’isola di Hainan, allora primitiva anche per gli standard della Cina imperiale. Nel suo villaggio, l’occupazione principale era l’agricoltura di sussistenza del riso, lavorando a piedi nudi nel risaie
Nei suoi primi anni dell’adolescenza, la sera prima del capodanno cinese, andò nella cucina di famiglia e cercò di far qualcosa da mangiare e trovò dall’arrosto. La carne cadde nella stufa e fu coperta di cenere, distruggendo il pasto del Capodanno della famiglia. “Aveva paura che la sua matrigna lo uccidesse”, dice Arthur.
Quindi, come potrebbe fare un bambino occidentale se avesse inavvertitamente distrutto il tacchino di Natale e preferisse non aspettare un pestaggio dalla loro matrigna, è scappato.
E in questa storia di Cenerentola Ngiam Tong Boon andò in mare, l’unico modo per un ragazzo con zero risorse per scendere dall’isola di Hainan, e sbarcò in Vietnam, probabilmente già parte dell’Indocina coloniale francese, dove iniziò la sua carriera come cameriere e si fece strada fino a diventare barista. È molto probabile che abbia incontrato uno chef francese, con il quale si è trasferito a Singapore.
Dove lavorava? Chissà? L’Hotel Continental ha aperto a Saigon (ora Ho Chi Minh City) nel 1880; l’Hotel Hanoi è stato fondato ad Hanoi nel 1896. Ma ovunque abbia iniziato, e ovunque abbia finito, quando è partito per Singapore, Ngia Tong Boon parlava francese, inglese e Hainanese, ed era attrezzato per lavorare nei migliori bar asiatici.

A Singapore, Ngiam Tong Boon ha lavorato per la prima volta presso l’Adelphi, un grande hotel inaugurato nel 1863. Poi si è trasferito a Raffles, che, una volta ampliato nel 1899, introducendo sia le luci elettriche che i ventilatori elettrici, è diventato il miglior hotel di Singapore.
Secondo Raffles, stava già lavorando lì all’inizio del secolo, una data che sembra plausibile.

E, ad un certo punto, durante una carriera che lo portò da povero migratore cinese sporco a capo barman, proprietario di piantagioni, investitore e, molto probabilmente, creatore di cocktail, Ngiam Tong Boon decise che aveva fatto abbastanza bene per tornare a Hainan e fare un matrimonio combinato.
Potrebbe essere parte del suo successo includere la creazione dello Sling Singapore? È possibile.

La storia del cocktail, come la storia del cibo, non è mai semplice. La memoria è mutevole e le bevande si evolvono.

Quando i cocktail sono utilizzati come strumenti di marketing, come il Raffles ha fatto con il Singapore Sling, l’immagine diventa ancora più complessa. Inoltre, durante la seconda guerra mondiale, il Raffles fu usato come alloggio per ufficiali giapponesi di alto livello, poi in seguito come campo di transito, attività non favorevoli alla conservazione degli archivi.
Eppure … quando Roberto Pregarz, un ex marinaio italiano e genio del marketing, rilevò l’operazione del Raffles nel 1967, non molto tempo dopo che Singapore divenne indipendente, una delle sue prime mosse fu quella di promuovere il Sling Singapore. Dopo aver inserito un cartello nel bar che lo proclamava la casa del Singapore Sling, i volumi salirono alle stelle.
Arthur pensa che Pregarz si sia rivolto alla famiglia Ngiam, incluso suo padre, e sia tornato indietro nella storia per cercare di trovare una data per la storia di Singapore Sling. E, credo, dal 1915, secondo la cronologia della famiglia Ngiam, era l’ultima data in cui Ngiam Tong Boon avrebbe potuto inventare lo Sling, Pregarz la scelse.
In assenza di internet, o storici del cocktail, a chi sarebbe importato?

Gran parte di Singapore era un villaggio di pescatori quando arrivò, con alcuni grandi edifici coloniali, strade pulite di botteghe, mercati e un porto: un’isola che ospita oltre 4.000.000 ma all’epoca ne contava appena 200.000.

Jim ha lavorato a Raffles dal 1978 al 1981, come ricorda. Aveva iniziato a lavorare come marinaio, ma poi si era sposato, quindi aveva bisogno di un lavoro a Singapore e come Ngiam, il posto ovvio dove andare era il Long Bar.

In un tappetino da cocktail del Raffles che la famiglia crede risale a poco tempo dopo che Roberto Pregarz aveva assunto il ruolo di GM. Si legge:
“Raffles Hotel
l’originale
SINGAPORE GIN SLING
è stato creato da
Barman Ngiam Tong Boon nel 1915 al LONG BAR
ed è fatto con BEEFEATER GIN. CHERRYSTOCK, TRIPLE SEC. D.O.M. ORANGE, LIME, PINEAPPLE, ANGOSTURA
Anche quella ricetta è cambiata durante il mandato di Jim, molto. “Il padre di Arthur ha detto che non ha senso”, dice. “Era sempre Gordon, non Beefeater, ma pensiamo che Pregarz fosse un fan del Beefeater.”
Dal momento che il padre di Arthur ha iniziato a lavorare a Raffles negli anni ’20, insieme a uomini che avevano lavorato con suo padre. “E il lime e l’arancia?”. L’ananas cresce qui, ma le arance sono state importate dalla California, quindi hanno aggiunto più ananas per ridurre le spese.”
“Heering”, dice Jim in modo definitivo. Presumibilmente la ricetta significa Stock Cherry Brandy, che potrebbe essere stata un’altra innovazione di Pregarz.

Non spero davvero di arrivare alla fine della ricetta di Singapore Sling a questa distanza nel tempo, ma sono affascinato da un articolo laminato di un Australian Women’s Weekly del 1978 che Jim ha anche portato alla riunione di famiglia.
Questo registra le proporzioni del Singapore Gin Sling come: due parti di gin, una parte di Cherry Brandy, gocce di Cointreau e Bénédictine e una parte di arancia, ananas e succo di lime. Era una bevanda forte

I cocktailisti discutono se il Singapore Sling di sia nato direttamente dal Gin Sling, o come una mutazione attraverso lo Straits Sling.

In passato, Raffles era proprio sulla spiaggia”, così i marinai, venuti a riva avrebbero bevuto il Gin Slings, per poi andare da qualche altra parte a ordinarli, ed è così che si è diffuso il nome di Singapore Sling.

Dice Arthur. “Mia madre mi ha detto che mio nonno era un uomo molto forte e determinato, che la sua energia era forte”.
E, chiaramente, qualunque cosa sia accaduta dopo la sua morte, mentre viveva l’energia di Ngiam Tong Boon era davvero molto forte.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Princeton cocktail storia e la vera preparazione

Il cocktail Princeton dimostra che non devi sempre mescolare un cocktail. Puoi anche sovrapporlo.…

By

Etichetta: champagne e prosecco: da Brut a Doux

Champagne Da dove viene la dolcezza dello champagne? il termine "Brut" è semplicemente un…

By

Bacardi Martini presenta tre drink inverno 2019

Bacardi Martini accoglie l'inverno 2019 con tre drink pensati ad hoc per la stagione…

By

Guida definitiva: la storia del rum

Le persone associano innumerevoli idee romantiche riguardo al rum. I tropici e le spiagge…

By

De Kuyper una grande storia di famiglia

I profumi di ginepro, chiodi di garofano, liquirizia e arancia essiccata riempiono l'aria, nell'infuso…

By

Cos’è Aguardiente? Storia e produzione

Dire che gli indiani nativi delle Americhe avevano abitudini alimentari misteriose è un'eufemismo. L'aguardiente…

By

This website uses cookies.