Categories: In evidenza

Old Fashioned Week

L’ Old Fashioned Cocktail Week va di moda in tutto il mondo. Ciò che è classico, ma mai fuori moda…

Ottobre 6, 2018 10:04 pm
Old Fashioned Week

L’ Old Fashioned Cocktail Week va di moda in tutto il mondo.

Ciò che è classico, ma mai fuori moda – ecco di cosa tratta l’Old Fashioned Week. Per il 2018, l’elemento di novità riguarda il gusto e questo fattore originale porta con sé dibattiti vivaci, ma positvi: forse c’è qualcuno interessato ad un Cognac Old Fashioned? Tutto è pronto per celebrare il padre dei cocktails, l’Old Fashioned appunto. I bartenders di tutto il mondo ricorrono ai loro strumenti e mostrano la loro creatività sia nell’ambito del “vecchio stile” sia negli aspetti più moderni e attuali. L’appuntamento è di dieci giorni consecutivi nel mese di novembre. La Old Fashioned Week è la celebrazione annuale mondiale del cocktailing. L’evento aumenta audacemente il suo impatto a partire dal suo terzo anno di vita, nel 2017, e per il 2018, si lancia ad un livello superiore grazie agli ambassadors provenienti da 13 zone internazionali col fine di abbracciare molte delle città con il più alto profilo cocktail al mondo. Questa delegazione di esperti e scrittori di alto livello aiuta a ispirare i bar a servire i cocktails Old Fashioned più classici, innovativi, originali, di gran moda e coraggiosamente diversi dal solito. L’obiettivo è quello di estendere e far conoscere la leggenda che lo rende il cocktail più duraturo e popolare nei bar di qualità (in particolare nei 50 migliori bar del mondo). I bar sono, quindi, invitati a partecipare e ad iscriversi nel sito web dell’Old Fashioned Week entro il 20 ottobre; è già tutto pronto per l’OFW che si terrà nei giorni 1-10 novembre 2018. Quindi aspettatevi di sentir nominare un preciso bar con l’aggiunta del motto “Mix me old fashioned” direttamente dalle parole dei discernenti bevitori di cocktail nei loro bar preferiti.
www.old-fashioned-week.com [Il nuovo sito sarà disponibile dal 3 settembre.]

L’Old Fashioned Week punta a oltre 1.000 bar nel 2018 (aumentando gli 800 bar partecipanti nel 2017). L’evento è passato, quindi, dall’essere un’idea modesta ad un appuntamento di portata mondiale, grazie ai suoi creatori: Michael Landart del famoso bar di quartiere Maria Loca a Parigi e Cyrille Hugon, appassionato di rum e fondatore del Paris Rum Fest e di Rumporter Magazine. OFW collabora a livello internazionale con sei marchi rinomati: Angostura Bitters, Havana Club rum, Rhum J.M da Martinica, Monkey Shoulder blended Scotch malt whisky e ora per il 2018 con Cognac Pierre Ferrand e Woodford Reserve Bourbon. I bar partecipanti serviranno Old Fashioned utilizzando almeno due di questi marchi. Oltre a ciò, potranno adoperare con libertà gli altri spiriti elencati regolarmente. I consumatori avranno l’occasione di prendere parte ad eventi individuali, promozioni e, in generale, al buon bere tipico dell’Old Fashioned. Bar e negozi potranno annunciare le attività sul sito web dell’ Old Fashioned Week e mostrare le loro creazioni tramite i social media.
Cyrille Hugon, co-fondatore e direttore della Old Fashioned Week, commenta: “Il mondo adora il cocktail Old Fashioned realizzato in maniera appropriata: quest’anno stiamo ampliando la nostra rete di ambasciatori entusiasti e desiderosi di coinvolgere ancora di più i bar di alta qualità nonché baristi da tutto il mondo. Stiamo coinvolgendo anche al mondo dei punti vendita e degli off-licences. L’Old Fashioned Week è sia una celebrazione dell’eredità del cocktail sia una sottolineatura delle abilità dei baristi; incoraggia l’innovazione e il consumo di grandi cocktails tra i bevitori più interessati. Il nostro desiderio è anche quello di supportare i bar nell’ attirare i clienti e aumentare, di conseguenza, le vendite di cocktails. Ogni città principale ha diversi bar in cui si propongono, ben visibili nei propri menu, rum e whisky di qualità. I bevitori sofisticati rimarranno fedeli al loro Old Fashioned e la nuova generazione di bevitori che proverà ad immergersi in classici eleganti, si dirigerà verso questi stessi bar.”

Visitare il sito www.old-fashioned-week.com per trovare i bar aderenti, la storia dell’evento, i racconti affascinanti dei nuovi locali e tutta la documentazione video
Twitter @OldFWeek
Facebook https://www.facebook.com/oldfashionedweek
Instagram https://www.instagram.com/oldfashionedweek/

Come fare un classico Old Fashioned
Bicchiere: old fashioned / tumbler / rock glass
Spirito 4cl. Scegli bourbon / rum / rye whisky / scotch whisky / cognac
1 goccia di Bitter Angostura
1 cubetto di zucchero
1 fetta di scorza d’arancia
1 ciliegina al maraschino

Mescolare nel bicchiere gli amari e lo zucchero con una spruzzata di soda, per 1 minuto. Aggiungere lo spirito scelto e riempire il bicchiere di ghiaccio. Guarnire con la scorza d’arancia e la ciliegia.
Le sensazioni del gusto devono essere fruttate-aromatiche, con una dolcezza agrumata, mentre si lasciano trasparire i sapori dello spirito puro e incisivo.
In generale, i suoi requisiti sono quelli di essere un cocktail corto che deve essere servito con guarnitura.

Storia del cocktail Old Fashioned

La credenza popolare sostiene che fu creato al Pendennis Club di Louisville, Kentucky, nel 1884, dove fu sviluppato dal barista del locale e da James E. Pepper, membro del club e comproprietario del bourbon Pepper. Un altro punto di vista storico lo fa risalire al 1806, data in cui venne identificata la sua ideazione; la prima ricetta stampata risale, invece, al 1895 come si legge in Modern American Drinks: How to Mix and Serve All Kinds of Cups, Cocktails, and Fancy Mixed Drinks di George J. Kappeler https://www.old-fashioned-week.com/en/the-old-fashioned-knowing-and-stretching-its-limits/

Il cocktail più popolare venduto nei “migliori 50 bar del mondo”

Per il secondo anno consecutivo è stato chiesto ai 50 migliori bar di questo prestigioso campionato: “Qual è il cocktail più venduto?” Risposta: “L’ Old Fashioned”.

Com’è nata la Old Fashioned Week

Lanciata nel 2015 su iniziativa di Michael Landart del bar Maria Loca di Parigi e Cyrille Hugon, la Old Fashioned Week ha coinvolto 50 bar di riferimento in Francia, che nel 2016 sono diventati 180 bar internazionali, con 14 paesi coinvolti. Il 2017 è stato impostato per triplicare questo obiettivo. OFW è un evento aperto a tutti i locali che vogliono servire cocktails di qualità e che sono appassionati di questa cultura. L’iniziativa prevede eventi e masterclass organizzati dagli stessi bar partecipanti e /o dai principali marchi partner di alcolici. È anche una festa per i clienti, per immergerli nel mondo esuberante di un cocktail che non passa mai di moda e che viene realizzato alla perfezione.

Successi 2017: numero di bar partecipanti
USA, Messico: 88 Sudamerica: 32 Europa: 578 Sudafrica: 2 Asia: 100 Australia: 2

Fondatori della Old Fashioned Week e ambasciatori internazionali

Cyrille Hugon
co-fondatore e direttore, Old Fashioned Week, Parigi
T.+33 65 837 0451
cyrille.hugn@sweet-spot.fr

Ambasciatore per la Francia, Old Fashioned Week
Michael Landart
co-fondatore dell’Old Fashioned Week
michael@marialoca.com

Ambasciatore per la Germania, Old Fashioned Week
Juergen Wiese
Consulente internazionale bar
juergen.wiese75@gmx.de

Ambasciatore per la Grecia, Old Fashioned Week
Phaedon Papakonstantinou
Consulente bar
phaedon@babaaurum.com

Ambasciatore per l’Italia, Old Fashioned Week
Marco Graziano
Scrittore, presentatore di rum, bartender
markmerk10@gmail.com

Ambasciatore per la Spagna, Old Fashioned Week
Pablo Mosquera
Consulente Bar
vinoteca.laestancia@gmail.com

Ambasciatore per il Regno Unito, Old Fashioned Week
Peter Holland
Scrittore, presentatore di rum
thefloatingrumshack@gmail.com

Ambasciatore per la costa occidentale degli Stati Uniti, Old Fashioned Week
Summer-Jane Bell
Proprietaria di bar e segretaria nazionale di USBG
sjb@summerjanebell.com

Ambasciatore per la costa orientale degli Stati Uniti, Old Fashioned Week
Jason E Rodriguez
Consulente internazionale bar
jayevaninc@gmail.com

Ambasciatore per il Perù e l’America Centrale, Old Fashioned Week
Nando Cordova
Bartender, organizzatore di festival
nandocordovaodev@gmail.com

Ambasciatore per la Colombia e l’Argentina, Old Fashioned Week
Jhonnatan Mejia
Consulente internazionale bar
jmcocktails.com@gmail.com

Ambasciatore per l’Asia, Old Fashioned Week
Maxence Traverse
Proprietario di bar e organizzatore di festival
maxtraverse@gmail.com

Ambasciatore per la Corea del Sud, Old Fashioned Week
Bob Louison
Formatore e consulente bar
bobspirit.it@gmail.com

Partners di marchi internazionali
Angostura Bitters​​​​​ www.angostura.com/Brands/AngosturaBitters
Cognac Ferrand www.pierreferrandcognac.com
Havana Club rum (escluse le attività OFW US) www.havana-club.com
Monkey Shoulder blended Scotch malt whisky www.monkeyshoulder.com
Rhum J.M da Martinica www.rhum-jm.com
Woodford Reserve bourbon www.woodfordreserve.com
Toschi di Vignola

Andrea Marangio

Bar Manager – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts - Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Come dare un nome al tuo cocktail

È la bevanda perfetta. Hai riversato il tuo cuore e la tua anima nella…

By

Tre domande a Roberta Martino co-fondatrice di ShakHer

Intervista esclusiva per BarmanItalia alla barlady Roberta Martino Raccontaci la tua carriera fino ad…

By

White Negroni

White Negroni Serve in old fashioned Ingredienti e quantità: 3 cl Gin 3 cl…

By

Negroni- 100 anni di vita del dell’iconico cocktail

La Negroni Week 2019 si svolgerà dal 24 al 30 giugno 2019 e celebra…

By

La vita dei Barman a fumetti: Il Moscow Mule

Ci sono situazioni in cui ogni barman si è trovato,  tra clienti esigenti o…

By

La cocktail list del Fusion Bar by Sacha Mecocci

Una vita dietro al bancone da bar, ma ancora tanta, tantissima voglia di stupire,…

By