Cocktail Awards / Martini Cocktail

Trovare un ottimo Cocktail Martini è quasi impossibile! Ottieni il tuo premio d'eccellenza. BarmanItalia per il cocktail più fashion del mondo della mixology.

Non è una competizione, ma un riconoscimento tecnico per chi veramente sa preparare un buon Martini. Un modo per aiutare tutti gli amanti del cocktail a trovare il barman giusto per il loro Martini.

Premiare senza assaggiare ?

Fare un buon Cocktail Martini è questione di ritmo, diluizione e sopratutto temperatura, quindi si possiamo affermare che non è necessario assaggiare per valutare.

fotomc

Meccanica del progetto.

1) Pubblica sul tuo profilo Facebook, Instagram o YouTube il tuo video mentre prepari il Re dei cocktails

2) Hashtag la nostra pagina #barmanitalia e inviaci un messaggio per segnalare il tuo video.

3) Il nostro team valuterà il tuo video assegnando un punteggio da 0 a 100, seguendo i fattori di valutazione (vedi sotto)

Cosa deve contenere il video:

Il video deve essere una simulazione del lavoro reale, un cliente si avvicina al bancone e vi ordina un Martini, dicendo: "mi raccomando molto secco". Da qui inizia il video, dove dovrai iniziare a preparare un Martini Cocktail.

Fattori di valutazione:

Il bar: L'arredamento del bar non influisce sulla valutazione, ma non può essere preparato in altri luoghi (devi dimostrare di essere un professionista del settore). Il premio va al barman non al luogo dove lavora.

Esposizione orale e gestualità:
Saper preparare un cocktail comprende anche intrattenere il cliente.

Tecnica: Fattore predominante per il risultato finale.

Quale Martini? Decidi tu le variazioni: Hemingway, Montgomery, oliva, twist ecc non influenzano il punteggio ma devono essere dichiarate.

Come deve essere fatto il video:

Inquadratura: si deve vedere il volto del protagonista, il bicchiere e l'attrezzatura (non devono essere allineate verticalmente alla telecamera, che si veda bene)

Durata: quanto ritenuto necessario (minimo 2 minuti)

La nostra valutazione non sarà pubblicata (se non in comune accordo), chi riceve l'attestato è libero di pubblicare il risultato.