Categories: Prodotti

Premium Dry Gin di Scapegrace

Premium Dry Gin di Scapegrace viene distillato artigianalmente in piccoli lotti in Nuova Zelanda, da un alambicco di rame "pot…

Novembre 29, 2018 10:20 pm
Premium Dry Gin di Scapegrace

Premium Dry Gin di Scapegrace viene distillato artigianalmente in piccoli lotti in Nuova Zelanda, da un alambicco di rame “pot still” del XIX secolo.

È ottenuto da grano puro e dall’infusione di Acqua di sorgente delle Alpi Meridionali, grano puro e 13 botaniche: buccia di limone, buccia di arancia, semi di coriandolo, baccelli di cardamomo, noce moscata, bacche di ginepro, chiodi di garofano, radice di angelica, radice di liquirizia, radice di giaggiolo, bastoncini di cannella, corteccia di cassia, mandarino disidratato.

L’acqua utilizzata è l’acqua meteorica trattenuta per 80 anni dall’enorme catena montuosa che corre lungo la costa occidentale dell’Isola del Sud e filtrata in profondità attraverso rocce sotterranee.
Il risultato è un Gin pulito e fresco, caratterizzato dall’unione perfetta delle note classiche del ginepro e degli agrumi con i sentori floreali e speziati.

LA DISTILLERIA

Due ragazzi dalla Nuova Zelanda che non si conoscevano fino a quando uno sposò la sorella dell’altro e poi lo fecero. Un anno seduti in bar e lounge discutendo su come avrebbero voluto fare il loro gin. Questo è il modo in cui due cognati e un musicista part time hanno avuto un sacco di debiti e hanno creato un gin che ha vinto la medaglia d’oro a Londra e San Francisco.

TIPOLOGIA:
Premium Dry Gin Navy Strenght

ZONA PRODUTTIVA:
Isola del Sud – New Zealand

DISTILLAZIONE:
Per singolo lotto in alambicco in rame “pot still” del 19° secolo.

GRADAZIONE ALCOLICA:
57% Alc. /Vol.
COLORE:
Brillante. Cristallino.

PROFUMO:
I fiori d’arancio dominano la scena con sottili richiami alla rosa. Le botaniche di agrumi risultano morbide, dolci e fresche al naso, con un leggero accenno di pepe.

SAPORE:
Nonostante la dolcezza degli agrumi accarezzi il palato, il ginepro si fa strada portando ai naturali sentori di pepe. L’esaltante aggiunta di tre livelli di agrumi dona una sottile complessità.

FINALE:
Il naturale calore permette alle botaniche di emergere, ginepro persistente, un dolce finale asciutto ma succoso. Grande intensità del mandarino.

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Storia del protossido di azoto al bar e avvertenze

Sintetizzato dal filosofo e chimico Joseph Priestley nel 1772, il protossido di azoto (E942)…

By

Pink Gin cocktail storia e ricetta

Il cocktail Pink Gin è così chiamato grazie all'Angostura che dona all'ingrediente principale, il…

By

Diego Melorio – Quanto Basta cocktail bar di Lecce

Tra i vicoli del centro storico di Lecce abbiamo incontrato e intervistato Diego Melorio,…

By

The Bearcat cocktail ricetta e storia

The Bearcat Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 3,0 cl Pikesville Rye 1,5 cl…

By

Luca Gandolfi un barman a vela

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione (G. W. F. Hegel).…

By

Il pairing pizza&cocktail secondo Marco Serri del “Big Easy”

Una serata a metà strada tra mixology e arte bianca, tra cocktail e pizza,…

By